Connect with us

Calcio

La settima giornata del campionato di Lega Pro

Published

on

Di Antonio Strati
GROSSETO. E’ un Grosseto uscito un po’ ridimensionato dall’ultimo turno di campionato; ridimensionato non tanto per il gioco prodotto, tanto e di buona qualità, ma quanto per le finalizzazioni che hanno obbiettivamente latitato per quasi tutti i 90 minuti. Questo fa capire che il lavoro da fare per mister Cuoghi e per tutta la squadra è ancora tanto, mette anche in evidenza come il lavoro fatto fino ad ora si di ottima qualità, cominciandosi a vedere discreti risultati. Se pensiamo poi che dopo la partita di domenica prossima sul difficile campo de L’Aquila il Grosseto osserverà il proprio turno di riposo, si può pensare che, anche se ci sarà da giocare il recupero contro il Gubbio, il maggior tempo s disposizione dello staff tecnico possa essere utilizzato per cercare di migliorare nei vari reparti.
Quanto alla difficile trasferta in terra abruzzese, si deve osservare come la squadra di casa stia tenendo il passo della capolista Pontedera, capolista che continua a stupire dopo la vittoria dell’ultimo turno all’Arena Garibaldi; d’altra parte L’Aquila è una squadra che in estate è stata costruita per fare bene in campionato e che può puntare alla promozione in serie B. La nostra squadra, come dicevamo, nonostante la sconfitta, ha palesato buone cose e ha dimostrato di poter dire la sua in questo campionato, magari ragionando in chiave play off.
Detto che il turno di riposo spetta questa settimana al Barletta, le altre toscane vedranno impegnato il Pontedera affrontare un ennesimo derby in casa contro il Prato, squadra che si sta comportando abbastanza bene con i suoi 10 punti in classifica e senza aver ancora osservato il proprio turno di riposo, il Viareggio, al contrario invischiato nella lotta per la salvezza, ricevere un Frosinone che con il passare delle giornate si propone come out sider del campionato, ed il Pisa impegnato in quel di Perugia nel big match della giornata, soprattutto per il blasone delle due squadre che fino a pochi anni fa si affrontavano in uno scenario di livello molto superiore.
Le altre partite della giornata vedono l’Ascoli, reduce dalluna Salernitana che, partita come una delle favorite non sta rispettando in pieno le aspettative della vigilia; a Gubbio dove la squadra di casa stenta a trovare il giusto ritmo e si trova invischiata nelle zone basse della classifica, seppur con due partite in meno, arriverà un Benevento che sembra avviato sulla giusta via per disputare un campionato d’avanguardia; Il Lecce, ancora ultimo in classifica e che sembra aver smarrito la retta via, si recherà a Pagani dove i locali non sembrano essere messi meglio avendo i tre punti della sola vittoria in sei partite ottenuta fino ad oggi, mentre, infine, la Nocerina, ultima in compagnia proprio dei salentini, ma con 2 punti di penalizzazione affibbiategli in settimana dalla Commissione Disciplinare, riceverà un Catanzaro che si porta dietro ancora il blasone dei campionati di serie A fatti negli anni ’70/’80. (AS)

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: