Prima categoria I risultati della prima giornata

ALBERESE – VIRTUS CHIANCIANO 0-0

 

ALBERESE: Allegro, Camarri, Brizzi, Girardini (20’ Longino), Ciavattini, F. Pastorello, Paoletti, Massieri, Pedroni, Coralli (40’ Fioretti), Savelli (45’ st Pegoraro). A disposizione: Rabai, Chiaretti, Tenucci, W. Pastorello. All. Romagnoli.

VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Benicchi, Lodi, Riccio, Daviddi, Fei, Esposito, Cozzi Lepri (26’ st Landi), Rosadini, Del Buono, Bernetti. A disposizione: Ramini, Sgrelli, Marchetti, Mencarelli, Pucelli, Della Lena. All. Ferraro.

ARBITRO: Berria di Livorno.

NOTE:è stato osservato un minuto di silenzio per la recente scomparsa del presidente onorario dell’Alberese Nedo Ficulle.

 

Risultato a reti bianche al Francioli di Alberese (0-0), dove i bianconeri non riescono a superare la resistenza di una Virtus Chianciano coriacea ma apparsa inferiore a Pedroni e compagni. Molto sfortunati i padroni di casa, costretti a operare tre cambi per infortuni, tre sostituzioni forzate che non hanno permesso a mister Romagnoli di poter pescare liberamente dalla panchina.

Pronti-via e l’Alberese ha subito l’opportunità di passare: Massieri, al 7’, offre un crossinvitante all’accorrente Savelli che, a pochi passi dalla rete, colpisce il palo. cinque minuti più tardi è coralli a rendersi pericoloso su calcio piazzato: Marianelli però vola a deviare in calcio d’angolo. L’Alberese costruisce ancora al 18’ con lo scatenato Massiweri, il cui suggeriemnto non è però raccolto da nessun giocatore del reparto offensivo. Dopo la fiammata iniziale, l’ardore dei bianconeri si spegne, e fino all’intervallo non ci sono altre occasioni di rilievo.

A scuotere l’inzio di ripresa ci pensa un’azione da calcio d’angolo sull’asse Paoletti-Fabio Pastorello: il colpo di testa del numero 6 si perde però alto sulla traversa. . Il Chianciano si affaccia solo una volta in avanti in tutta la gara e lo fa in modo pericoloso con il suo uomo migliore, Bernetti. L’attaccante, ricevuta palla sulla trequarti, vede Allegro fuori dai pali e cerca di beffarlo con un preciso pallonetto: prodigioso il colpo di reni dell’estremo difensore locale, che riesce ad alzare in calcio d’angolo.

Ai padroni di casa resta l’amaro in bocca per non essere riusciti a cogliere l’intera posta in palio, mentre il Chianciano supera questa trasferta con un ottimo punto.

 

 

BADESSE CALCIO – PAGANICO 2-2

 

BADESSE CALCIO: Giannerini, Bozzi, Chellini, Landolfi, Barbi Davide (dal 45’st Certosini), Di Cicco, Giacopelli (dal 35’st Bocci)), Dezi, Sardelli, Polloni, Giotti (dal 15’st Pecchi) – a disposizione: Bianciardi, Romeo, Mascambruno, Barbi Daniel. All: Fusci

PAGANICO: Marchi, Nelli, Paolini (dal 35’st Agresti), Noferi, Pifferi, Biagini (dal 26’st Cavaliere M.), Modesti, Savini, Vacchiano, Magnani, Pieri. A disposizione: Mareocchi A., Agresti, Mareocchi D., Marraccini, Cavaliere F., Cavaliere M., Vagheggini. All. Agresti.

ARBITRO: Vanni di Arezzo

RETI: 40’pt Polloni, 43’pt Magnani, 25st Barbi Davide, 48’st Nelli

 

 

 

CASTIGLIONESE – ARGENTARIO 2-1

 

CASTIGLIONESE: Marroccella, Caporali, Grossi, Mariottini, Marchi, Batazzi, Giagnoni, Chiti, Caldelli (Rosi), Ville (F. Magrini), Smajli (L. Magrini). A disposizione: Romagnani, Baccetti, A. Guerriero, N. Romagnani, Rosi. All. Giagnoni.

ARGENTARIO: Scotto, S. Della Monaca, Moriani, Sordini, Schiano, Ferrari, M. Alocci, Giovani, M. Castriconi, Atzori, Pennisi. A disposizione: Milani, Biscolli, Cedroni, A. Della Monaca, Vagnoni, J. Alocci. All. Francioli.

ARBITRO: Tolomei di Pisa.

RETI: 21’ Atzori, 20’ st Caldelli, 32’ st Caporali.

NOTE: Scotto respinge un calcio di rigore a Caldelli al 10’ st.

 

Comincia con i migliori auspici il nuovo corso della Castiglionese, che supera al Valdrighi per 2 a 1 una formazione di spessore come l’Argentario di mister Francioli. Gara che i rossoblù hanno ben giocato, cercando con insistenza la via della rete come dimostra il dato relativo ai calci d’angolo: 16 a 3 il computo totale per i padroni di casa. Ma l’Argentario, squadra navigata ormai in Prima Categoria, riesce al 21’ a sbloccare l’inerzia della partita: Atzori riceve palla appena fuori dall’area di rigore e con un preciso fendente supera l’incolpevole Marroccella. L’arrembaggio della Castiglionese nella prima frazione non dà i frutti sperati, e anche dopo l’intervallo gli auspici non sembrano i migliori: al 10’, infatti, Caldelli viene sbilanciato in area di rigore al mopmento del tiro, l’arbitro Tolomei decreta la massima punizione. Lo stesso Caldelli si incarica della battuta, ma il riflesso di Scotto gli sbarra la strada verso il gol. L’attaccante ha però il merito di non perdersi d’animo e al 20’ riequilibra le sorti del match: servito in velocità, il numero 9 fulmina con un pallonetto in corsa l’uscita di Scotto.

La Castiglionese non si accontenta del pareggio e continua a spingere sull’acceleratore, sfiora il raddoppio con Marchi e Chiti, per poi giungere al gol del definitivo 2 a 1 poco dopo la mezz’ora: su uno dei molti calci d’angolo, si genera una mischia furibonda in area, risolta con tempismo dal difensore Caporali. Il ribaltone è completato, con l’Argentario che non riesce a imbastire una reazione concreta.

 

MAGLIANESE – PIENZA 0-1

Maglianese: Cucca, Sgherri, Bini, Darini, Venturelli, Petroselli,  Puccini, Ciavattini, Sabatini, Gamberoni, Stringardi. A disp.: Cavallo, Brasini, Venturelli L. All. Boni

Pienza: Minocci, Duchini, Bonari, Iammatteo, Pasquetti, Anselmi, Fioravanti, Peruzzi, Bai, Leporini, Nocchi. A disp.: Mangiavacchi A., Sabatini, Deli, Bindi G., Mangiavacchi G., Bindi E., Petrini. All.: Battisti

Marcatori: 45° st. Leporini

Un gol quasi allo scadere condanna la Maglianese ad una sconfitta immeritata in una gara contrassegnata da un sostanziale equilibrio. La squadra di casa, nella sua veste di matricola del campionato di Prima Categoria, è scesa in campo con numerose assenze a causa delle squalifiche e dei gravi infortuni che potrebbero pesare pesantemente sull’avvio di campionato. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, nella ripresa la squadra di casa cerca di avanzare il baricentro ma sono gli ospiti in un paio di occasioni a creare problemi alla porta difesa da Cucca. Il gol giunge a tre minuti dal termine con Stringardi che, schierato per necessità sulla linea difensiva, devia in angolo la sfera. Sull’azione susseguente, dopo una mischia in area, Leporini mette il pallone sotto la traversa. Il gol spezza le gambe e le speranze dei giallorossi, i quali non hanno più la forza per ristabilire la parità dell’incontro. (Andrea Venturelli)

 

PIEVESCOLA – CALDANA 2-3 

 

PIEVESCOLA: Andreola, Poli (60′ Nannoni), Sesto, D’Auria, Di Libero, Pratesi, Ndow, Voidulla, Marcoionni, Ioukan, Schiano. All. Tintisona

CALDANA: Frattini, Creatini, Giorgetti, Gualtieri, Tosi, Zurlo, Benini (62′ Poddo), Filippini, Rotelli, Albonetti (75′ Paradisi), Felici (80′ Di Fiore). All. Ruggeri

ARBITRO: Fortini di Arezzo

RETI: 7′ Ndow, 13′ Albonetti, 15′ Zurlo, 26′ Schiano (r), 44′ Felici (r)

 

PONTE D’ARBIA – FONTEBLANDA 2-1 

PONTE D’ARBIA:Papei (67′ Lorenzetti), Sorrentino, Sampieri, Benocci, Camara, Binarelli, Brizzi, Fantini, Forzoni (60′ Gurguska), Manetti, Tornesi (76′ Padrini). A disposizione: Cortonesi, Tomei, Bonari, Rubegni. Allenatore: Fedeli.
FONTEBLANDA: Bartali, Censini, Lubrano, Ricci, Conti (85′ Santini), Picchianti, Boni, Mazzoli (88′ Cagnacci), Bitini, Cerboneschi, Mandragora (55′ Ricchiuti). A disposizione: Stella, Meneghini. Allenatore: Russo.
ARBITRO: Cerbasi della sezione Aia di Arezzo.
RETI: 14′ Forzoni, 35′ Cerboneschi, 56′ Tornesi.SAN QUIRICO – RIBOLLA  2-0

 

SAN QUIRICO: Borghi, Saletti (49 De Luca) De Bernardi M., Bianciardi, Bernetti, Marconi, Provenzano, Tollapi, (75 Fortunati), Vento, Migliorini, Dionisi. A disp. Maramai, De Luca, Dinetti, De Bernardi R., Bindi, Fortunati. All. Pecci.

RIBOLLA: Santini, Ferrari, De Rose, Goanta, Franchi, Senserini, Marri, Meconcelli, ( 69 Burioni,Boschi, Pedone, Pieri. A disp. Bianchini, Bruno, Esposito, Giacalone, Ceccarelli. All. Scheggi.

ARBITRO: Scanu (Valdarno)

RETI: 64 Vento – 89 Fortunati

NOTE: Espulso Goanta.

SORANO – VALDARBIA CALCIO 1-1

 

SORANO: Tramontana, Coli, Alborino (15’ st Bibi), Brizi, Onori, Bufalini, Santinami, Bacci, Sequino (38’ st Buosi), Esposito, Ventura. A disposizione: Dominici, Di Carlo. All. Gaggi.

VALDARBIA: Neri, Donati, Bracalari, Andriolo, Machetti, Mazzarella, Donatelli (44’ st Corbelli), Ventrone, Fontani (29’ st Albanese), Scarpelli (25’ st Corti), Meconcelli. A disposizione: Pistolesi, Pellegrini, Miraldi, Pierangelo. Allenatore Magneschi.

ARBITRO: Mannocci di Pisa.

RETI: 1’ Meconcelli, 32’ st Sequino.

NOTE: espulso Mazzarella al 20’ st per gioco falloso.

 

Pari in rimonta per il Sorano di Gaggi (1-1) nella prima storica gara in Prima Categoria dei biancoazzurri. L’emozione gioca evidentemente un brutto scherzo in apertura ai padroni di casa, che si ritrovano subito ad inseguire dopo un giro di lancette: errato disimpegno a centrocampo e contropiede senese finalizzato da Meconcelli. Per il resto della frazione, il Sorano tiene bene il campo, giocando una partita equilibrata contro l’avversaria, ma, fino all’intervallo, ilparziale non cambia.

Nella ripresa, complice anche il rosso diretto sventolato a Mazzarella, i padroni di casa prendono ancor più coraggio, fino a raggiungere intorno alla mezz’ora il gol del meritatissimo pareggio: è Sequino a timbrare l’1 a 1, raccogliendo in mischia un cross dalla destra e scaricandolo alle spalle dell’incolpevole Neri.

 

MONTEROTONDO – GUARDISTALLO MONTESCUDAIO 1-0 

 

MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini, Gragnani, Ciaravolo, Castellani, Serini, Cascinelli, Giacomini, Manetti, Perciavalle, Civitillo. A disposizione: Flori, Khouribeck, Giulivi, Paone, Barsacchi. All. Cavaglioni.

GUARDISTALLO MONTESCUDAIO: Corbino, Stefanini, Cammellini, Gronchi, Macchioni, Scarpa, Grassi, Tassone, Barbanti, Onnis, Raglianti. A disposizione: Orefice, Favilli, Giusti, De Meo, Falorni, Mezzetti, Signorini. All. Nasoni.

ARBITRO: Pacini di Empoli.

RETE: 19’ st Civitillo.

 

Parte con il piede giusto anche in campionatol’avventura del Monterotondo, che batte 1 a 0 il Guardistallo Montescudaio nella gara che sancisce il ritorno dei rossoverdi nel girone grossetano-livornese. Protagonista della vittoria della truppa di Cavaglioni è ancora una volta l’attaccante Civitillo, a segno con il gol partita a metà della ripresa.Nel resto della gara, il Monterotondo riesce a gestire il vantaggio con buona padronanza, limitando al minimo i pericoli dalle parti di Bugelli.

 

SPORTING CECINA – FOLLONICA 3-1

 

SPORTING CECINA: Cionini, Cosimi, Vignale, Matteo, Sandri, Brontolone, Camerini, Bassi, Del Bono (Pizzulli), Ercolin (Campolmi), Calambrino. A disposizione Giuliano, Gheorgente, Avanzati, Ruuffini, Carminitana. All. Frolli.

FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Bucchioni, Bientinesi, Garofalo, Tocchi, Cantini (Caratelli), Batistoni, Monterisi (Bruni), Duranti, Gori (Ghizzoni). A disposizione: Tinervia, Zinali, Kutunov. All. Ballerini.

ARBITRO: Masilunas di Pisa.

RETI: 38’ (rig.) Ercoli, 5’ st Sandri, 34’ st Calambrino, 41’ st Bruni.

Pesante battuta d’arresto in terra livornese per il Follonica (3-1), superato da uno Sporting cecina decisamente meritevole del successo. I padroni di casa sbloccano il parziale su calcio di rigore, con Ercoli, per poi dilagare nella ripresa con il colpo di testa di Sandri e il tris calato da Calambrino. Nel finale, i biancoazzurri mettono a referto almeno il gol della bandiera con il subentrato Bruni.

 

 

 

 

2 Comments
  1. Qui Paganico 6 anni ago
    Reply

    Badesse – Paganico….secondo me la descrizione della partita l’ha mandata uno della squadra di casa? ahahahah che tristezza….primo gol loro 50 cm al di fuori della linea…e dicono che l’arbitro è attento….gol fortunoso del paganico….quando era da dieci minuti che la squadra ospite attacava…ora non si dice di essere del tutto imparziale…ma cosi è na barzelletta….se lo rileggo mi ci viene da ride!!! Ciao Dea bendata costi che hai scritto sta roba.

  2. Amiatensis 6 anni ago
    Reply

    Il “tifoso biancazzurro D.O.C.G.” autore della corrispondenza di Badesse- Paganico, invece di prendersela tanto aspramente con la Dea Bendata, dovrebbe invece ringraziarla con fare commosso e grato, dal momento che la stessa, oggi pomeriggio, lo ha omaggiato di UN GOL DEL TUTTO INESISTENTE, per via di un pallone visto da tutti rimbalzare un buon mezzo metro fuori dalla linea di porta e invece dall’arbitro catalogato come gol, salvo andare poi nel pallone, una volta resosi conto del misfatto.
    Ma siccome siamo solo alla prima di Campionato, di certo siamo ancora in tempo a ricordarci come la VERIDICITA’ DELLE CRONACHE stia alla base della sopravvivenza stessa di questo sito e di questo forum: se cominciamo, già da ora, ad inviare corrispondenze indiscutibilmente di parte, si innescherà un’immancabile faida interna tra gli autori dei resoconti, che inevitabilmente porterà il tutto ad una rovinosa perdita di credibilità e quindi di attendibilità e di interesse per tutti.
    E non mi pare che questo potrebbe giovare, in alcun modo, a nessuno.
    Guardiamo di ricordarcelo tutti….

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news