Roselle batte il Seravezza e conquista la finale di Coppa

Roselle – Seravezza 2-1

Roselle: Cipolloni, Del Nero, Rosati, Mesinovic, Franchi, Gorelli, Cosimi, Raito (Saloni), Vento, Ferrari (Nieto), Faenzi (Porro). A disposizione: Di Roberto, Serdino, Ciolli, Bartalucci  All. facente funzione: Giallini

Seravezza: Torre, Ramacciotti, Bresciani (Galeotti), Granaiola, Sabatini, Fiale, Borgia, Bartoletti, Arzelà, Corsinelli (D’Antongiovanni), Mancini (Pegollo). A disposizione: Gerini, Sacchelli, Barbetti, Da Prato All. Vangioni.

Arbitro: Sig. Donati di Livorno Assistenti: Sig. Cinotti e Sig.na Corsini di Livorno.
Marcatori: 33° Gorelli, 40° Ferrari, 68° D’Antongiovanni

Roselle (Gr). Vittoria meritata del Roselle sul Seravezza nella semifinale di Coppa Italia di Eccellenza. Un risultato che stà alquanto stretto ai termali che oltre ad aver realizzato due goal ne ha messo a segno altri due validissimi e che il direttore di gara ha stranamente non convalidato. Inizia il Roselle con Cosimi al tiro dal limite parato a dovere dal portiere. Al 18° risponde il Seravezza con Bresciani, sempre al tiro dal limite ma la palla termina fuori alla destra di Cipolloni. Al 23° ancora gli ospiti pericolosi con Arzelà che con una bella girata a centro area si faceva parare il tiro dall’attento Cipolloni ben piazzato. Al 30° fallo dubbio in area di rigore su Faenzi e sul quale l’arbitro sorvola. Ma al 33° il Roselle andava in vantaggio con una precisa staffilata dai 20 metri dell’ottimo Gorelli che inmfilava il palo interno alla destra dell’incolpevole portiere ospite. Al 35° primo dei due goal negati a Vento su appoggio dalla destra ma l’arbitro non convalida. Una decisione alquanto sibillina in quanto il cross al centro era stato eseguito in prossimità della linea di porta. Al 40° il Roselle raddoppiava con il giovane Ferrari (classe 99) che mette dentro un pregevole assist di Faenzi dalla destra. Al 45° palla goal per bomber Vento che, solo davanti al portiere si faceva ribattere in angolo un tiro ravvicinato. Nella ripresa la musica non cambia ed era di nuovo Ferrari del Roselle al 60° al tiro di poco fuori misura. Al 68° il Seravezza accorcia le distanze con il subentrato D’Antongiovanni che di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo sorprende la difesa locale. Al 77° gli ospiti fanno venire i brividi con un’angolato calcio di punizione dell’ottimo Granaiola che Cipolloni sventa con una splendida parata mettendo la palla in calcio d’angolo. Al 42° secondo goal non convalidato sempre a Vento per un sospetto fuorigioco segnalato con molta approssimazione all’assistente. Il Roselle archivia con questa vittoria la difficile gara di semifinale con il Seravezza che ha dimostrato di essere una squadra molto forte e ben assemblata e che merita la primaria posizione in classifica da squadra di rango. Il Roselle ha dato vita ad una partira “di cuore” e di spessore facendo capire a qualche scettico che se e quando vuole può dimostrare di essere una grande squadra.

4 Comments
  1. Domanda 3 anni ago
    Reply

    Premessa: ho grandissima stima per il Roselle.
    Contenuto: mi spiegate un 99 come Ferrari perché gioca ancora nel Roselle?
    Qui siamo di fronte ad un talento importante che non deve andare sprecato.

    • Matte 3 anni ago
      Reply

      Roselle !!!!

  2. citta' di manciano 3 anni ago
    Reply

    complimenti al roselle x questo risultato!!!!!!
    avanti cosi’ e guai a fermarsi……………..

  3. Nino 3 anni ago
    Reply

    La vincitrice del trofeo parteciperà di diritto al campionato di serie D. ??Ricordo che qualche anno fa era così!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news