Connect with us

Calciomercato Grosseto

Simone Ceri su Galligani: “I giocatori passano. Conta solo la maglia”

Il vicepresidente unionista risponde alle dichiarazioni di Galligani e punzecchia l’ex-ds Minguzzi, ora alla Carrarese

Simone Ceri

Grosseto Dopo l’intervista rilasciataci ieri da Elia Galligani, passato alla Carrarese, è arrivata la replica scritta da parte del vicepresidente biancorosso, Simone Ceri, il quale non ha mancato di bacchettare Vincenzo Minguzzi, ex-ds unionista, autore dell’operazione che ha portato Flipper in maglia giallazzurra.

<<Ciao Yuri, ho letto l’intervista di Galligani e desidero fare alcune precisazioni. Quando giovedì Elia mi ha chiamato verso l’ora di pranzo, la mia speranza era che mi dicesse che restava. Purtroppo, però, non è stato così. Del resto, il suo procuratore mi ha detto spesso di non voler portare Elia da Minguzzi, poi, però, deve aver cambiato idea! Nella telefonata nella quale Galligani mi ha raccontato delle cifre offertegli, ho detto che a certe somme non avremmo potuto arrivarci, né per budget né per rispetto degli equilibri degli ingaggi che offriamo ai suoi compagni. Gli ho dato, però, la possibilita di inserire qualche premio e un contratto piu lungo, con l’impegno scritto di lasciarlo partire, gratis se necessario, in caso di chiamata da categoria superiore o da piazze ambiziose (ad esempio: Padova, Bari, Palermo o Modena). Infine, ho consigliato, nel valutare la scelta, di tener presente che lui non è un calciatore, ma è Elia Galligani, uno capace di spaccare la partita, ma anche di alienarsi dal gruppo, dal match stesso e da tutto il resto, come capitato anche a Grosseto. Nel primo caso, la gestione è semplice, mentre nel secondo dovrà avere la fortuna di trovare un altro disposto a farsi tagliare i capelli prima che venga messo in disparte! Per finire, una considerazione su Minguzzi. A Grosseto ha portato molti giocatori come fossero i messia. Noto, però, che non se li sta portando dietro anche quest’anno, anzi, ha finito per cercare quelli che a Grosseto ha trovato e che ha anche provato a cacciare, Galligani compreso! Sempre lui ha sbandierato quasi con disprezzo il nostro budget che definiva scarso per l’Eccellenza, salvo poi farne un cavallo di battaglia per trovare nuova sistemazione. Il Grosseto ha trattenuto la sua ossatura solida ed economica solo per volere del mister e della proprietà, non certo per la volonta o la stima che l’ex ds aveva di loro, questo sia ben chiaro. Ad Elia auguro fortuna e serie superiori, perché è un ragazzo in gamba, pur con limiti caratteriali per me bellissimi! Era il nostro Edmundo, ma nel calcio passano presidenti, giocatori e allenatori, mentre resta sempre la maglia. E solo a quella si deve guardare. Conta solo quella!

Avanti Grosseto!>>.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Ha condotto per tre anni le trasmissioni web Il lunedì del Grifone e D lunedì c'è il Grifone. È il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv e su Eleven Sports, nonché del Follonica Gavorrano e dell'Us Grosseto Primavera 3. Ha collaborato anche con Sportitalia.

Advertisement
4 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

io non entro nel merito delle scelte societarie, ma da tifoso del Grosseto mi auguravo che Galligani restasse in biancorosso, perché ha contribuito in maniera determinante (insieme a tutti gli altri) alla salvezza del Grifone.
Sono d’accordo sul concetto che CONTA SOLO LA MAGLIA, su questo anche per me non ci sono dubbi, sono andati via da Grosseto Pinilla e Cordova, quindi può andar via anche Galligani.
L’importante è che per sostituirlo arrivi un giocatore di categoria, un giocatore vero, uno che possa garantire il suo rendimento, non il solito giovane in prestito da quella o da quell’altra Primavera.

Concordo pienamente, l’anno scorso è andata bene e tanto di cappello, non si discute, ma se va via un top player (In senso relativo ovviamente) va da sé che lo devi sostituire con chi non lo farà rimpiangere, altrimenti corri il rischio di non essere competitivo.

Noi abbiamo fatto tutto quello che potevamo per trattenerlo. Quando l anno scorso ci abbiamo puntato era difficile pensare a 11 gol e 8 assist…alla sua prima stagione da professionista. Non potendo spendere cifre tipiche degli attaccanti di categoria, senno’ ce lo tenevamo, bisognera’ cercare di scommettere su un altro, che abbia fame e voglia di arrivare. Ben sapendo che le scommesse si vincono e si perdono. I “top player” non ce li possiamo permettere e anche li non è detto che ai costi corrispondano i rendimenti. Stateci vicino…questo Grosseto ha bisogno del sostegno incondizionato di tutti!

Sacrifio, sudore e rispetto per la maglia.
Questi sono i nostri top player e anche quest’anno i nostri ragazzi faranno cose da pazzi.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

4
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x