Grosseto-Olbia, interviste. Orlandi: “Meglio loro, ma episodi determinanti”

Nevio Orlandi, allenatore del Grosseto

MIGNANI (allenatore Olbia): <<É stata una partita vera e bella due squadre fra squadre attrezzare per la categoria, devo fare i complimenti ai miei ragazzi che hanno interpretato bene in undici e ancora meglio in dieci, abbiamo tirato fuori tutto quello che avevamo, però non è stato facile il Grosseto merita i complimenti per quanto fatto fino oggi poi le partite sono fatte di episodi, la squadra da quando sono qua io ha dato prova di serietà e messo in pratica i miei consigli e ci hanno messo anche tanto di loro, la partita è stata decisa da episodi ripeto ma non penso che l’Olbia abbai portato via più di quanto meritato. Il Grosseto un po’ mi preoccupava alla vigilia, i ragazzi hanno sopperito col cuore e la prepareremo con serenità e cercheremo di allenarci col sorriso perché questo è un gioco>>.

ORLANDI (allenatore Grosseto): <<Aldilà della prestazioni delle due squadre, gli episodi sono stati determinanti, anche nel primo gol si era detto che non dovevamo lasciare certe ripartenze e sul rigore del pareggio dove le cose potevano andare differentemente. Il gol l’abbiamo sfiorato con Lavopa. Spiace per la tifo, sotto il piano dell’impegno non è mancato. Gli errori non bisogna commetterli è fuori di dubbio, nel finale è subentrato tanto l’aspetto psicologico dello scoramento poi l’avversario si è chiuso. Non mi sento tradito dai giocatori il risultato è dipeso da degli episodi contro un avversario che non ne avrebbe avuto bisogno. L’Olbia non ha corso più di noi, ma ha corso meglio, probabilmente in certe situazioni non è stata fatta la giusta copertura. Non guardo al futuro vedo solo che avevamo un obiettivo da raggiungere sul campo e non l’abbiamo raggiunto, non sappiamo se ci saranno possibilità per i ripescaggi, attendiamo la società>>.

DI GENNARO (attaccante Grosseto): <<Non abbiamo giocato da Grosseto, loro meritato la vittoria perché giocato bene, c’è stato l’errore su calcio d’angolo e questo ci ha tagliato le gambe, non eravamo il Grosseto vero, faccio complimenti all’Olbia perché ha fatto vedere cose importante. Volevamo vincere per portare soddisfazione alla società e ai tifosi e siamo dispiaciuti,, poi c’è stata la sosta di quasi tre settimane con una partita sola da saltare e invece sono state di più, non abbiamo mai mollato anche quando le cose non stavano andando bene. Mi spiace veramente perché è stata una bella annata, voglio fare un ringraziamento speciale alla società e spero che riesca a trovare a Lega Pro in qualche modo con i ripescaggi, i tifosi che venivano agli allenamenti e quelli che hanno speso i soldi per accompagnarci nelle trasferte>>.

ZOTTI (centrocampista Grosseto): <<Alibi non però quella del rigore era una chiara occasione da gol e con l’espulsione sarebbe stata una occasione in più. Loro hanno tenuto un po’ di più il pallino di gioco però l’episodio è andato a sfavore nostro come nell’episodio di Di Gennaro. Ci hanno sorpresi sul primo gol che hanno fatto, è una sconfitta pesante non riesco ancora a digerirla, ci tenevamo a passare questo turno e vincere questo playoff. Purtroppo è andata così, qualcosina in più potevamo farla sicuramente, cercare di più l’uno contro uno e qualche seconda palla>>.

OLIVIERI (centrocampista Grosseto): <<Dobbiamo fare i complimenti all’Olbia, sono venuti qui a giocare la partita e sono stati più attenti poi possiamo parlare di quella espulsione però non serve a niente. Non non eravamo come qualche settimana. Anche quando stavamo undici contro dieci si vedeva che eravamo confusi, poi siamo stati fortunati che l’abbiamo ripresa e non era neanche facile, era classica giornata che non ti riusciva, poi tornati negli spogliatoi abbiamo pensato sono a non scoprirci e invece l’Olbia non ha buttato mai via un pallone, loro hanno giocato meglio di noi>>.

12 Comments
  1. Grossetano stanco 4 anni ago
    Reply

    Mr lei non ha capito niente sulla partita non aspetti la società. Vada via e porti con se di Gennaro

  2. Dario 4 anni ago
    Reply

    Che dire…bè è amdata cosi…molta delusione perche le aspettative erano molte, ma questo è il calcio….e quando non riesci a vincere nemmeno una partita contro le avversarie dirette..allora vuol dire che probabilmente non era l’anno buono, e qualcuno meritava di piu.
    Comunque sia speriamo che la società rimanga al suo posto, programmi la nuova stagione con la massima attenzione e punti veramente alla vittoria del campionato con uomini veri, a cui non tremino le gambe nelle partite importanti e sputino sudore in tutte le partite.
    Noi ci saremo sempre…il supporto non mancherá..non molleremo mai..

  3. Buttero70 4 anni ago
    Reply

    Nettamente più squadra di noi, allenatore compreso….complimenti, va avanti chi ci ha messo più gambe e cuore.

    • Buttero70 4 anni ago
      Reply

      E poi, è sempre il solito discorso….una squadra che prende sempre 1-2 goal a partita anche in casa non può andare lontano…..

  4. Fabrix 4 anni ago
    Reply

    Abbiamo perso tutti gli scontri diretti. Difesa mai valida in tutto il campionato. Come nel girone di andata siamo andati bene nel finale perchè avevamo tutte le ultime in classifica. Visto il Gavorrano? Ora giocheranno loro allo Zecchini, perchè sono la migliore squadra della provincia.

  5. Kikko 4 anni ago
    Reply

    Di Gennaro: “non eravamo il Grosseto vero”, “volevamo vincere per portare soddisfazione alla società e ai tifosi”.. Ma che razza di sportivo sei? Ma dov’è lo spirito agonistico essenziale per combattere, per emergere, per vincere.. Mi sa che, insieme al mister (che non ha realmente capito nulla del da farsi), vi preoccupate troppo del contorno e troppo poco dell’essenza dello sport! Vi adagiate proprio su “l’importante è partecipare” anziché pensare che VINCERE è fondamentale!

  6. ser 4 anni ago
    Reply

    Il campo con i suoi risultati ha sempre suggerito che la nostra squadra non era da promozione nè diretta nè indiretta. Mi auguro che il Presidente rimanga ma che abbia, da questa esperienza, imparato che deve costruire una ” Società ” fondata non solo sul denaro ma su persone competenti e che sappiano intervenire con fermezza quando ce n’è bisogno e a mio parere questa carenza è uno dei motivi del risultato finale

  7. argentario 4 anni ago
    Reply

    anche il cieco di Sorrento avrebbe capito che senza Giacomarro s’è smesso di giocare a pallone, e che togliere Palumbo è lo stesso del marito che pe fa dispetto alla moglie se lo taglia…contento Pincione, contenti tutti..bel il mi’ Vetrini che con metà del budget va in C

  8. Sempre grosseto 4 anni ago
    Reply

    Bifini con il Mr siete stati buoni solo per l aperitivo

  9. Gian 4 anni ago
    Reply

    il mister ha fatto tutta la settimana gli allenamenti a porte chiuse per poi mettere in campo una formazione che ha fatto di tutto meno che giocare al calcio. complimenti bella prova. e ora…..?

  10. Grossetana 4 anni ago
    Reply

    Mentre di Gennaro faceva il procuratore ai suoi compagni…. La società dove era .? A preparare gli aperitivi? Iapaolo fai una cosa saggia per una volta carica tutti su un pullman con te e andatevene

  11. Sportivo 4 anni ago
    Reply

    Ser hai ragione ma questo non è capace di prendere uno serio, fino adesso il più sano che ci ha portato ha preso 4 anni…….e tutto un dire….

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW