Il Gavorrano si ferma dal dischetto. Allo Zecchini passa l’Alessandria (0-1)

Una fase di Gavorrano-Piacenza

Grosseto – Tanto rammarico per il Gavorrano che perde in casa contro l’Alessandria dopo aver fallito ben due calci di rigore, uno per tempo. A sigillare il risultato per gli ospiti è il diagonale di Bellazzini al quarto d’ora della ripresa (0-1).

Si gioca su ritmi piuttosto lenti, complice anche il primo vero caldo della stagione. La prima grande occasione la costruisce comunque il Gavorrano, che al 14′ sfrutta uno schema su calcio di punizione per liberare Moscati al tiro. La conclusione è deviata in angolo da un attento Pop, che repinge coi piedi. Gli ospiti, piuttosto rimaneggiati, cercano di costruire tra le linee, ma è ancora la formazione di Favarin a creare maggiore scompiglio in area di rigore. Al 30′ Brega si stacca dalla marcatura e viene atterrato fallosamente da Lovric. Per l’arbitro è calcio di rigore. Dopo l’errore dal dischetto contro la Carrarese, il capitano dei minerari lascia l’incombenza della battuta a Damonte, che però calcia fuori. Si resta sullo 0-0. Prima dell’intervallo l’Alessandria ci prova in un paio di occasioni, prima con Fischnaller che manda alto di testa, poi con la botta di Ranieri che esalta Falcone in tuffo plastico. Al rientro dagli spogliatoi cresce la pressione degli ospiti. Al 55′ una dormita della difesa del Gavorrano lascia Sofiane libero di battere a rete ma il pallone colpisce il palo. Passano due minuti e stavolta è un rimpallo sfortunato a favorire l’inserimento di Bellazzini che scatta sul filo del fuorigioco e incrocia per il vantaggio dei piemontesi. I rossoblù si buttano in avanti ma la manovra è ancora troppo affidata all’estro di Brega, che al 65′ si lancia un pallone innocuo calciando addosso a Barlocco. L’arbitro ravvisa un tocco di mano e indica ancora una volta il dischetto in favore dei minerari. Stavolta è Vitiello a prendersi la responsabilità di calciare, ma Pop è insuperabile e indovina l’angolo negando il pareggio. Non è giornata per il Gavorrano, che spreca una grandissima occasione per guadagnare terreno sul Cuneo (sconfitto a Siena), e per poter avvicinare momentaneamente il Pro Piacenza, impegnato stasera nel derby contro il Piacenza.

FT: Gavorrano-Alessandria 0-1
Marcatori: 60′ Bellazzini

GAVORRANO (3-5-2): Falcone; Ropolo, Mori, Marchetti; Favale (40′ s.t. Malotti), Remedi, Vitiello (26′ s.t. Conti), Damonte, Gemignani; Brega [C] (40′ s.t. Merini), Moscati (26′ s.t. Barbuti). A disposizione: Pagnini, Luciani, Bruni, Borghini, Maistro, Papini, Reymond, Pennino. All. Favarin.

ALESSANDRIA (4-2-3-1): Pop; Barlocco, Blanchard, Lovric (27′ s.t. Piccolo), Sciacca; Ranieri, Gatto (27′ s.t. Nicco); Fischnaller [C], Chinellato (44′ s.t. Sestu), Sofiane (27′ s.t. Celjak), Bellazzini (35′ s.t. Usel). A disposizione: Ragni, Marconi, Giosa, Gjura, Gonzalez, La Fauci. All. Marcolini.

Arbitro: Sig. Paride De Angeli di Abbiategrasso
Ass: Sigg. Massimo Salvalaglio di Legnano e Marco Carrelli di Campobasso

Ammoniti: Bellazzini (A), Lovric (A), Vitiello (G), Conti (G)

Recupero
: 5′ s.t.
Note
: Al 32′ p.t. Damonte sbaglia un calcio di rigore (fuori), al 24′ s.t. Vitiello si fa parare un calcio di rigore.

Spettatori: 235 (incasso totale 1604,87 €)

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW