Connect with us

Hockey

Troppo Cgc per la Blue Gactor: al Palabarsacchi finisce 13-3

Il giovane quintetto castiglionese di Biancucci salva comunque l’onore

Niente da fare per la Blue Factor Castiglione al cospetto di una corazzata come il Cgc Viareggio di Massimo Mariotti, nel turno infrasettimanale di serie A2: al palaBarsacchi finisce 13-3. Troppo forti i bianconeri versiliesi, che annoverano tra le proprie fila anche l’azzurro Samuele Muglia, un ex, il giovane prospetto argentino Ojeda, e giocatori con alle spalle esperienze di A1. Per i giovani e acerbi talentini biancocelesti un test che servirà per il proseguo della stagione. I maremmani si sfaldano quasi subito, all’impatto con un hockey di intensità e qualità al quale non sono abituati. È apparso chiaro che il crollo è stato più psicologico che tecnico, e che i ragazzi di Biancucci possono fare molto meglio del disastroso avvio mostrato al palaBarsacchi che si è concluso con un 9-1 che si commenta da solo. E ancora di più lo si è visto nel secondo tempo, quando la partita pur con un Cgc che ha continuato a spingere sull’acceleratore, è stata completamente diversa con i castiglionesi che sono rimasti a galla molto bene rispondendo finalmente colpo su colpo agli avversari. Anzi, ad un certo punto conducevano il parziale per 2-1 grazie alla doppietta messa a segno nel giro di un minuto da Lorenzo Biancucci (di Mattia Maldini il gol biancoceleste della prima frazione), poi alla fine il secondo tempo andava in archivio con un ben più onorevole 4-2, per un risultato finale, comunque pesante, di 13-3. «Peccato per il primo tempo dove siamo stati travolti, anche mentalmente, da un un’hockey a cui non siamo abituati – ha detto coach Biancucci – Me lo aspettavo e avevo avvisato i ragazzi, ma sono ancora tanto giovani e devono passare da queste scottature per crescere. Di positivo mi prendo il fatto di averli affrontati a viso aperto, senza chiuderci mai, e anzi andando anche a prenderli alti. Nel secondo tempo lo abbiamo fatto molto bene e siamo riusciti anche a pungere, e sì che loro, giustamente, non hanno fatto sconti fino al cinquantesimo». Da segnalare l’esordio assoluto in A2 negli ultimi minuti del castiglionese doc Alessandro Donnini tra i pali e del quindicenne Filippo Montauti, che hanno offerto prestazioni molto positive.

Il tabellino.

CGC VIAREGGIO: Carmazzi, Torre; Rosi, Gemignani, Ojeda, Muglia, Lombardi, Puccinelli, Deinite, Brumoro.  All. Massimo Mariotti.
BLUE FACTOR CASTIGLIONE: Irace, Donnini; A.Montauti, Maldini, L.Biancucci, Cabiddu, Brunelli, F.Montauti, Biasetti, Perfetti. All. Raffaele Biancucci.
ARBITRO: Matteo Righetti di Sarzana (Sp).

RETI: 1t (9-1) 3’37, 19’54 e 20’17 Muglia (V), 9’12, 9’44, 11’18 e 23’40 Ojeda (V), 16’03 e 19’02 Gemignani (V), 16’14 Maldini (C); st 5’36 Piccinelli (V), 5’50 e 5’55 Biancucci (C), 9’33 Muglia (V), 18’42 pp Deinite (V), 21’38 Ojeda (V).

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x