Grosseto rivoluzione totale: ecco la difesa a quattro

Pasquale Padalino

GROSSETO – Non deve essere piaciuta proprio a Pasquale Padalino la prestazione dei suoi nuovi giocatori con il Savona, nonostante la netta vittoria il tecnico in settimana ha lavorato ad un radicale riassetto della formazione, certo per ovviare i molti problemi di infortunio ma alla base c’è la scelta di cambiare radicalmente sistema di gioco. Squadra che vince dunque si cambia, o in perfetto stile Grosseto calcio si rivoluziona. Difesa a quattro, rombo a centrocampo e due punte: per gli interpreti c’è tempo per scegliere mentre l’assetto a sorpresa è stato il punto fermo dell’amichevole disputata giovedì allo Zecchini di fronte alla squadra Berretti.

Scelte un po’ forzate dietro, intanto rientra Mangiapelo fra i pali così come Morero che dovrebbe far coppia con Burzigotti (l’alternativa provata all’argentino è Monaco), con gli unici due giocatori in grado di ricoprire il ruolo di terzino ai lati: Mariotti a destra e Boron a sinistra. Fuori restano infatti Varricchio (differenziato) e Formiconi (tallonite). Sicura defezioni a centrocampo quella di Masia (diversi mesi di assenza) e Massimo (braccio); probabile stop di Finazzi (risentimento muscolare), difficile pure il recupero Onescu. In mediana ancora Lugo a sinistra con Verna e uno fra Albertini e Gambino, in attesa che giunga il transfer di Okosun. Gambino inoltre è in ballottaggio con Torromino per il ruolo di fantasista, in attacco Pichlmann con Giovio oppure Torromino qualora quest’ultimo non venga arretrato a fare il trequartista.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news