Deludente 0 a 0 del Grosseto a Viareggio. Play-off (quasi) irraggiungibili

Una foto del match Viareggio-Grosseto

Viareggio. Il Grosseto torna da Viareggio con un pareggio beffardo, uno di quei risultati difficili da digerire. D’altronde, i padroni di casa, piuttosto rimaneggiati, hanno dato il massimo e tanto è bastato per irretire un Grifone che ha sentito sulle sue spalle tutto il peso dell’unico risultato utile, la vittoria, quella vittoria che avrebbe consentito ai biancorossi di rilanciarsi prepotentemente in chiave play-off, grazie al turno di riposo del Pisa e alle concomitanti sconfitte della Salernitana a Prato e del Pontedera a Perugia. A complicare l’impresa, poi, è arrivata l’espulsione di Burzigotti per doppia ammonizione, fra l’altro quando mancava poco più di un quarto d’ora al termine del match. A dire il vero, i biancorossi, anche in dieci, hanno provato a passare, ma, complessivamente, il pareggio è un risultato giusto. C’è poco da fare, se non riesci a vincere neppure a Viareggio, contro un avversario senza alcun obiettivo stagionale, allora è proprio una stagione che sarà ricordata per le tantissime opportunità mai sfruttate. Peccato davvero.

Le Zebre bloccano il Grifone Mister Lucarelli fa buon viso ai numerosi assenti per squalifica e, in pratica, deve reinventare la linea difensiva del suo Viareggio, schierato con un audace 4-3-3. Il Grosseto, invece, scende in campo col 4-4-2, orfano di Pagano e di capitan Formiconi. I biancorossi hanno un solo obiettivo da centrare: la vittoria. Infatti, solo vincendo il Grifone potrà rincorrere i play-off, che continuano ad essere abbastanza vicini. La partita, però, non offre grande emozioni, anche se si apre col tiro di Ricci che termina fuori. Dopo qualche minuto di studio reciproco, poi, i maremmani tentano di alzare il ritmo, ma le Zebre non si fanno superare e rimangono compatte, anzi, mettono paura a Lanni con Lamorte. La reazione grossetana non si fa attendere ed arriva con Legittimo, che verso il 35’ impegna Furlan. Davvero troppo poco, però, per riuscire a cambiare le sorti dell’incontro.

Addio play-off I risultati che stanno arrivano dagli altri campi sono clamorosi e interessano direttamente il Grosseto, che, conscio di quanto sta accadendo altrove, rientra dagli spogliatoi con l’idea di pressare il Viareggio. È così che nei primi minuti del secondo tempo i biancorossi si fanno vedere in avanti prima col bel tiro di Onescu e poi con quello di Ricci. Al 61’, però, Acori decide di effettuare il primo cambio, sostituendo Ferretti con Esposito. Comunque sia, il match non si sblocca e, anzi al 74’ si complica proprio per il Grifone, che rimane in dieci a causa dell’espulsione rimediata da Burzigotti per doppia ammonizione. Insomma, ora serve un miracolo ai ragazzi di Acori, perché l’agognata vittoria sembra davvero lontana. L’allenatore grossetano manda nella mischia anche Perini al posto di Ricci, ma il risultato non si schioda dallo 0 a 0. Obodo, poi, spreca una buona occasione a 5’ dalla fine con la stanchezza che comincia davvero ad affiorare. Nonostante ciò, il Grosseto si getta disperatamente in avanti, ma anche il tiro di Marotta è facile preda di Furlan. Finisce così a reti bianche il derby allo Stadio dei Pini di Viareggio, col Grifone che vede sfumare quasi matematicamente la possibilità di entrare nei play-off.

5 Comments
  1. Dario 6 anni ago
    Reply

    Bhe..che dire….tutto riassunto nelle ultime righe della prima parte.
    Se non si riesce a vincere contro un Viareggio che non ha piu nulla da chiedere al campionato , non ci meritiamo i playoff.
    Troppe punti persi per strada contro le squadre sotto di noi.
    Peccato anche perchè era un campionato dove a mio avviso, per arrivare un po piu su, bastava solo un minimo di organizzazione, vedi Pontedera e l’Aquila.

  2. Grifo1912 6 anni ago
    Reply

    Meritiamo in pieno questa esclusione. Nata ad agosto con un futuro incertissimo e proseguita con i cambi di allenatore come sempre destabilizzanti. Io resto convinto che con Cuoghi rifornito di Ferretti e Marotta avremmo centrato l’obbiettivo. Spero che un giorno Camilli, se restera al timone, capisca finalmente che i campionati si programmano e si concludono con quel programma, se il programma è serio e meditato.

  3. portavecchia 6 anni ago
    Reply

    Appena tornato da Viareggio.Abbiamo cantato tutta la partita ma la delusione e’ tanta.Una squadra senza idee nemmeno parente di quella vista domenica con il Lecce.Forse non meritiamo i play off x quello espresso durante tutto il campionato.Ma Pisa e Salernitana se entrano e’ solo e soltanto colpa nostra.Il Lecce a Pisa vince x poter sperare e deve vincere a Viareggio l’ ultima.Oggi le zebre nonostante il gemellaggio tra le tifoserie molto belli i cori reciproci non hanno regalato nulla.Saro’ un inguaribile ottimista ma fino a che la matematica non mi condanna io ci credo e spero chi ci credano anche i giocatori. Un consiglio al mister: se vuoi vincere leva un difensore e metti un esterno a spingere.Paradossalmente abbiamo giocato meglio in 10…..

  4. GRIFFIN 6 anni ago
    Reply

    deludente partita, come deludenti sono state le ultime 3 stagioni del Grosseto, come deludente e’ l’atteggiamento societario. Inutile cercare “ambizioni” quando hai buttato alle ortiche partite come la paganese in casa, il gubbio, il Pontedera, il barletta (tutte in casa) e quella di ieri. se poi ci mettiamo in mezzo i furti di perugia e quello di domenica scorsa, senza dimenticare anche quello di Benevento (ma guarda un po ancora contro una squadra del sud, o come mai!) viene chiaro e lampante come i punti e le occasioni perse alla fine PESANO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! a questo punto i fari sono tutti puntati sulle decisioni societarie che, in caso di rilancio da parte della dirigenza attuale, potrebbe essere considerato come una manna dal cielo; in caso contrario………addio sogni di gloria

  5. Diego79 6 anni ago
    Reply

    Io la voglio vedere in un altra maniera forse il grosseto non ha la forza di benevento o Catanzaro di vincere facile contro avversari senza obiettivi ma per fortuna ieri viareggio e Prato non hanno regalato o venduto nulla contro squadre con obiettivi salernitana e grosseto ma forse non brave e continue abbastanza !!ovvio con una prestazione come col Lecce vincevi sicuro questi sono i limiti !!!ora proviamo a fare 6 punti e non sarà scontato e speriamo che Lecce e soprattutto viareggio giochino col Pisa alla morte così come Perugia e paganese con la salernitana e vedremo che succede!!!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news