Baseball: le impressioni di Salas dopo la no-hit

Il lanciatore Marino Salas del Bologna Athletics ha realizzato una no-hit in garadue contro l’Enegan Grosseto. Al termine dell’incontro lo abbiamo avvicinato con la collaborazione del suo catcher Marco Baccelli che ha svolto il ruolo di traduttore.

<<Noi dominicani giochiamo con intensità. Oggi ho provato molte emozioni nel realizzare questa no-hit, ma vorrei specificare che il mio atteggiamento in campo non voleva essere provocatorio. Questo è il mio modo di giocare e di stare in campo, non voglio essere offensivo o provocatorio. Si tratta soltanto di un modo di esprimermi quando sono in campo, nulla di più. Mi dispiace che magari qualcuno possa essersi sentito offeso dal mio atteggiamento, ma non volevo questo: i miei atteggiamenti sono sempre legati soltanto all’aspetto sportivo. Sono contento dopo aver vinto questa partita e penso che la no-hit sia il frutto di un duro lavoro. Non è stato facile realizzarla perché il Grosseto è una squadra molto forte e mi ha dato del filo da torcere.>>

Inevitabile una domanda anche al ricevitore Baccelli, ex Rimini, su come ha visto il Grosseto.

<<Il Grosseto è una bella squadra. Ho giocato qui da avversario altre volte ed ho sempre pensato cose positive della squadra biancorossa: ha una bella società e giocatori da sempre molto validi. Questa è una delle piazze storiche e nella squadra militano molti ragazzi del posto integrati da ottimi giocatori stranieri. È difficile vincere contro il Grosseto perché è una squadra che gioca sempre fino all’ultimo out dando il massimo sia in attacco che in difesa. Può arrivare sempre in fondo perché lavora duramente ed ha i giocatori per poter essere competitiva fino alle fasi conclusive del campionato.>>

Mentre intervistavamo Baccelli si è avvicinato il biancorosso Angel Marquez che ha salutato Marino Salas. Il giocatore bolognese ha visto la scena ed ha commentato così:

<<Questi sono due grandi lanciatori. Marquez lo conosciamo da tanti anni ed è un giocatore molto valido. Non perdeva in casa una partita da tanto tempo: oggi ha perso subendo soltanto due valide e questo vuol dire che il duello con Salas è stato di altissimo livello. Una partita da campioni, da professionisti veri che potrebbero giocare tranquillamente in IBL. Questa è stata una serata da incorniciare, uno spot per il baseball. Mi sono divertito moltissimo nel mio ruolo di catcher: è stata una partita bellissima, da playoff, con episodi carichi di tensione ed emozioni. Nei playoff non è come nella prima fase: ogni squadra gioca fino alla fine con grande intensità e Salas e Marquez sono due lanciatori grandiosi che hanno dimostrato il proprio valore come lo dimostrano anche d’inverno nei campionati sudamericani. Sono i migliori pitcher della serie A.>>

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news