Calcio Promozione

Promozione: sfida al vertice per il Roselle, Manciano ospita il San Donato

L’ottava giornata del girone C di Promozione prevede un menu succulento composto dalla sfida di alta classifica a Cecina tra la squadra rossoblu ed il Roselle capolista ed il derby maremmano tra Manciano e Acli San Donato.

Per il club rosellano il momento è d’oro e l’obiettivo è quello di allungare il passo su quella che viene ritenuta da più parti la più accreditata delle antagoniste per il successo finale. Sarà una bella partita quella tra la squadra di De Masi ed i locali che non vogliono perdere ulteriore terreno dopo il pareggio di una settimana fa contro il Gracciano.

La notizia più lieta per i termali è l’ormai quasi certo rientro di Franchi almeno in panchina, mentre Raito e Saloni continuano ad essere indisponibili. Anche nel Cecina si registra un’assenza: non ci sarà Cosimi, appiedato dalla giustizia sportiva.

Tornando al Roselle, in cabina di regia torna dopo un turno di squalifica il piede fatato del professor Consonni ad elargire calcio di qualità. Un rientro di spessore, vista l’importanza del big match, che potrebbe dare l’input decisivo ad una squadra che comunque ha dimostrato di saper rispondere bene anche nei momenti di difficoltà.

Se non fosse in programma la partita tra Cecina e Roselle, gli occhi degli sportivi maremmani questo weekend sarebbero senza dubbio concentrati tutti sul derby tra Manciano e San Donato molto importante in zona-salvezza.

Mister Cinelli non potrà contare sul lungodegente Agnelli e sul portiere Storai, espulso domenica scorsa, ma sono ormai in via di guarigione gli altri giocatori che erano infortunati. Per la squadra biancoverde potersela giocare con la rosa pressoché al completo è fondamentale. Troppe volte in questa stagione i risultati negativi sono giunti proprio a causa di assenze importanti ed ora il San Donato non vuole più commettere passi falsi.

Il dirimpettaio Renaioli sa che superare i vicini di casa consentirebbe alla sua squadra di sentirsi ulteriormente al riparo, ma le possibili defezioni di Berna e Ricci e la fame di punti del San Donato costituiscono fattori di rischio che non possono essere sottovalutati.

Le azioni del San Donato dopo le ultime uscite sono in crescita ed il Manciano appare ben consapevole delle difficoltà che si nascondono dietro all’apparenza di un pronostico favorevole. Allo stadio Niccolai non mancherà lo spettacolo, come in ogni derby che si rispetti.





































Loading…