Basket serie D, la Gea Cooplat travolge il Castelfranco Frogs

GEA COOPLAT GROSSETO-CASTELFRANCO FROGS 64-44

GEA COOPLAT: Zambianchi 10 (5/10 da 2), Bambini 4 (2/3 da 2, 0/1 da 3),  Romboli 8 (1/4 da 2, 2/5 da 3), Morgia 13 (5/11 da 2, 0/2 da 3),  Contri 4 (2/6 da 2, 0/2 da 3), Edoardo Furi 3 (1/3 da 2, 0/4 da 3), Ricciarelli 9 (4/6 da 2), Neri 2 (0/2 da 2), Dolenti 7 (2/6 da 2, 1/3 da 3), Malentacchi, Tattarini 2 (1/1 da 2), Giovacchini 2 (1/2 da 2). All. David Furi.

CASTELFRANCO FROGS: Innocenti Camiciottoli 5, Maddaluni 15, Banchini,  Maltese 5, Edoardo Deiana, Lorenzo Deiana, Prosperi 4, Alderighi 2, Braico, Bulleri 10, Lapi 3. All. Alessandro Sforzi.

ARBITRI: Lorenzo Pampaloni di Terranova Bracciolini e Samuele Pierallini di San Giovanni Valdarno.

PARZIALI: 21-15, 38-28; 52-32

NOTE: tiri liberi 7/12 Grosseto, 6/10 Castelfranco.

La Gea Cooplat Grosseto  torna alla vittoria a spese del Castelfranco Frogs (64-44 il finale) nella seconda partita del girone di ritorno del campionato di serie D, grazie ad uno straordinario primo tempo, nel quale i ragazzi di David Furi hanno fatto vedere ottimi canestri, buone intuizioni e un gioco finalmente efficace. Nella seconda parte del confronto i ragazzi maremmani hanno allungato fino a venti punti e poi hanno mantenuto il vantaggio contro un avversario che ha sbagliato molto e che è stato sempre tenuto a distanza dalla ottima difesa biancorossa. Ben undici i grossetani a segno, con Morgia top scorer  con 13 punti e in doppia doppia, grazie a dieci rimbalzi.

Bene sotto i tabelloni sia Zambianchi che Ricciarelli, veterani di un gruppo che sta ritornando ai suoi livelli migliori. Una prova dunque confortante in vista della difficilissima trasferta sul campo della capolista Valdera.

La Cooplat, dopo una parte iniziale di primo periodo all’insegna dell’equilibrio, prende in mano la gara portandosi anche a più nove e, dopo aver rimediato ad un paio di palle perse che hanno riportato i Frogs a -5, chiude i primi 10′ con un vantaggio di sei punti, grazie agli otto punti di Romboli (due bombe) e nove di Morgia. Nel secondo periodo una bomba di Maddaluni porta Castelfranco addirittura a meno uno, ma con la regia di Edoardo Furi e il 3/3 da sotto di Zambianchi, Grosseto riallunga andando all’intervallo sul 38-28. Il terzo quarto si apre con un parziale di 6-0 per la Gea che vola sul 46-28, per arrivare al 30′, grazie ad un tap-in a fil di sirena di Mattia Ricciarelli, con il massimo vantaggio: 52-32. Non c’è storia nell’ultimo periodo: la Gea Cooplat arriva fino a 26 punti di vantaggio, ma coach Furi ne approfitta per dare spazio a tutta la rosa e Castelfranco, che solo nel secondo quarto ha messo paura, riesce a rosicchiare qualche punto. «Siamo stati bravissimi nei primi due tempi – commenta David Furi – con 38 punti a referto; negli ultimi due periodi abbiamo controllato sbagliando forse un po’ troppo».

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW