Grosseto avanti in coppa, il Foligno crolla nel recupero

GROSSETO FC-FOLIGNO 5-1

GROSSETO (4-3-3): Cancelli; Clemente, Vecchi (18′ st Sinigaglia), Del Duca, Guidotti; Marianeschi, Casini, Draghetti; Demartis (18′ st Lisai), Cristaldi (43′ st Sbardella), Lombardi. A disposizione: Galizia, Gargiulo, Fanciulli, Varfaj, Lopez, Ciko. All. Sanna.

CITTÀ DI FOLIGNO (4-3-3): Piccheri; Bagnetti, Adamo, Diomande, Pilleri; Filippo Fondi, Iaculano (4′ st Giambi), Silvestri (8’st Catanese); Urbanelli, Di Maira (25′ st Barwuah), Gabriele Fondi. A disposizione: Stoppini, Seye, Orecchiuto, Calzola, Mancinelli, Armillei. All. Guazzolini.

ARBITRO: Maranesi di Ciampino.

RETI: 33′ Demartis, 10′ st F. Fondi, 34′ st Del Duca, 45′ st rig. e 49′ st Draghetti, 47′ st Lombardi.

NOTE: spettatori 100 circa, espulso al 45’ st Diomande, ammoniti Del Duca, Demartis, Marianeschi, Piccheri, Barwuah; recupero 0′, 4’ st.

GROSSETO – Supera i sedicesimi di Coppa Italia di Serie D la squadra di Marco Sanna imponendosi per 5-1 sul Foligno. Al Grosseto basta svegliarsi negli ultimi minuti per avere la meglio su un avversario modesto. Spalti deserti e la contestazione dei tifosi fuori dallo stadio nei confronti della dirigenza del Fc che fa da sottofondo all’incontro,  specialmente nella ripresa.

Sono i biancorossi a fare la partita sin dal calcio d’inizio pur al piccolo trotto, gli umbri disposti con uno speculare 4-3-3 paio sempre sul punto di capitolare ma l’azione del vantaggio è un classico da “Mai dire gol” con Lombardi che serve Cristaldi, in sospetta posizione di fuorigioco, l’attaccante argentino incrocia di destro, il portiere devia la conclusione sui piedi di Demartis che in corsa travolge palla e portiere e rotola in fondo alla rete siglando il vantaggio del Grifone.

Non succede praticamente più nulla sino alla fiammata in avvio di ripresa degli ospiti. Al 10’ Vecchi sbaglia il disimpegno regalando palla sulla trequarti agli avversari, sulla sinistra si incunea Gabriele Fondi che serve al limite dell’area Filippo Fondi il quale ha spazio per controllare e scaricare un sinistro potente all’incrocio dei pali. Una saetta che infila l’incrocio dei pali alla destra di Cancelli. Pari inaspettato ma che regge a lungo. Il Grosseto non cambia mai marcia e anche i cambi non sorto effetti, a dieci minuti dalla fine risolve il difensore Del Duca lasciato libero di staccare in area davanti al non irreprensibile portiere Piccheri.

Gol del 2-1 che ha il merito di far scoprire il Foligno che incassa un contropiede di Draghetti al novantesimo che cala il sipario: Diomande affossa l’attaccante biancorosso lanciato a rete, rigore ed espulsione del difensore colored. Draghetti dal dischetto sigla il 3-1 poi dilagano i ragazzi di Sanna contro un avversario che si espone a continue imbarcate; Lombardi in contropiede segna con un diagonale il 4-1 e infine Draghetti si invola sul filo del fuorigioco e batte in rasoterra l’estremo ospite per il 5-1.

Negli ottavi, in programma il 23 di novembre, il Grosseto affronterà l’Albalonga che ha superato in trasferta per 3-1 il San Nicolò Teramo.

6 Comments
  1. Buttero70 3 anni ago
    Reply

    Ma Pincione ha parlato ?

  2. Maremmano di ferro 3 anni ago
    Reply

    Per dire ?

  3. piede 3 anni ago
    Reply

    Ha convocato la stampa venerdì sera, per una cena, dove illustrerà le nuove strategie societarie….

  4. Maremmano di ferro 3 anni ago
    Reply

    Interessante davvero! Minimo Champions in 4 anni ! Corro a fare l’abbonamento, se ne è rimasto qualcuno !!!!!!

    • Sesto 3 anni ago
      Reply

      Fammi una gentilezza: sono fuori Grosseto per lavoro, quindi prendine 4 anche per me (tutta la famiglia è interessata), anzi 5, che lo vuole anche il mi’ zi’ Beppino…poi alla prima occasione ti rido’ quanto dovuto. Grazie.

  5. Maremmano di ferro 3 anni ago
    Reply

    Corro Sesto, tranquillo!!!

Rispondi a Buttero70 Annulla risposta

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news