Montemerano: atteggiamento incomprensibile

GROSSETO. Purtroppo dobbiamo constatare e prendere atto e rendere pubblico ai nostri 8000 utenti domenicali che il Montemerano Calcio non fornisce il tabellino e tantomeno comunica il risultato durante le partite casalinghe e che fornirà tale informazioni solo ad un quotidiano locale.

Apprendiamo con rammarico e rispettiamo, ma non condividiamo la decisione, in quanto il servizio che  forniamo in maniera del tutto gratuita si poggia anche sulla disponibilità sempre grandissima che troviamo in tutte le dirigenze.

Rendiamo pubblico il fatto, perchè ciò potrebbe provocare ritardi di qualche minuto nel mettere il risultato quando il Montemerano giocherà in casa, ma anche in questo caso ci organizzeremo con la squadra che giocherà in trasferta, inserendo un commento del tutto autonomo e neutrale come abbiamo fatto e come faremo sempre.

8 Comments
  1. Grifo1912 6 anni ago
    Reply

    Mi pare giusto. Una squadra come il Montemerano avrà sicuramente sontuosi contratti con media e network di ben altro livello. D’altra parte anche sky deve sopravvivere.

    • guido 6 anni ago
      Reply

      Il comportamento della Polisportiva Montemerano vuole essere una forma di protesta nei riguardi della vostra testata giornalistica. Abbiamo più volte constatato che nei riguerdi della nostra società vi è da parte vostra una serie di pregiudizi. Ci avete dato per retrocessi già ad agosto. Non avete mai contattato nessuno della società durante il precampionato per avere informazioni su quale formazione sarebbe stata allestita e quali fossere gli obiettivi stagionali. Avete altresì enfatizzato la nostra sconfitta in Coppa Toscana, senza specificare che era matutata dopo un match giocato per 80 minuti in 10 contro 11 a 30° gradi il 1° settembre alle 15:30. Pertanto, credo che la società chieda dalla vostra redazione un minimo di rispetto e considerazione, visto l’impegno che viene profuso per avere una squadra in 2^ Categoria che rappresenta un paese di 500 abitanti. Capisco che il vostro pubblico sia concentrato nel capoluogo e nei paesi limitrofi, ma essere considerati sempre la cenerentola del girone non fa certo piacere.
      Inoltre, vorrei ricordare alla redazione che era stata richiesta la pubblicazione della pubblicità della nostra sagra gastronomica (che ci consente di sopravvivere), ma non è mai stata da voi inserita nei banner pubblicitari, mentre quella di altre società del girone vi è stata anche per 15 giorni. Pertanto, credo che le responsabilità della mancata collaborazione non siano da addebitare solo alla Polisportiva Montemerano, ma siano anche vostre.

      Saluti

      Guido

    • La bocca della verità 6 anni ago
      Reply

      Avrà i suoi giusti motivi. Personalemente condivido l’atteggiamento della società e non sono d’accordo con il vostro articolo.
      Quando si riportano notizie o commenti non certo in linea con il calcio, inteso come sport, ma attacchi e/o falsità, tutto può essere condivisibile nell’atteggiamento di ognuno di noi e in questo caso anche in quello di una società.
      Dunque, esprimo tutta la mia solidarietà al Momtemerano Calcio.

  2. Carlo Vellutini 6 anni ago
    Reply

    Mi preme intervenire sulla vicenda in quanto direttore della testata che ha saputo della cosa solamente stamattina, anche perché posso assicurare che per me – e dunque deduco per Fabio Lombardi- non ci sia mai stato un “caso Montemerano”. Partiamo da una premessa: con tutto il rispetto per il Montemerano, come per qualsiasi altra società, non vedo quale pregiudizi ci debbano essere verso questa realtà. La pubblicità della sagra è stata richiesta dal nostro settore commerciale come per qualsiasi altra realtà ed è, appunto, commerciale. Chi ne è stato interessato ha pagato la sua quota ed è stato pubblicato il suo evento. Faccio notare una cosa: sono tante le società che non hanno fatto pubblicità da noi e nessuna si sente “vittima”. Ora capisco che per ciascun dirigente, la propria squadra, possa essere considerata alla pari del Real Madrid, della Juve, del Milan o del Barcellona. Ed è giusto che sia così perché è qualcosa che uno si costruisce e che vive quotidianamente con grandi sacrifici. Però per una testata giornalistica si tratta di una società di Seconda categoria alla pari di tante altre della nostra provincia, ed alla pari di decine che militano in Prima ed in Terza (cui peraltro nessuno come noi dà spazio). Scusate l’ignoranza, ma se mi chiedessero quale è l’organigramma o chi è il presidente del Montemerano io non saprei che dire, così come di tante altre realtà. Magari Fabio Lombardi che segue con passione la Seconda lo sa ed è giusto così. Però andate tranquilli che scorro i risultati del Montemerano al pari di quelli delle altre squadre. Ora se voi volete collaborare con noi, come fa ogni altra società – che forse può sentirsi maltrattata come voi, visto che nel calcio il vittimismo impera- bene, sinceramente se non vorrete farlo ce ne faremo una ragione, salvo però che non vi lamentiate per non aver avuto il giusto spazio. E mi sembra che dalla vostra reazione la cosa non sia insensibile. Per chiudere io non voglio dare consigli a nessuno e non spetta a me. Ma da addetto ai lavori del calcio, visto che lo faccio a tempo pieno, seppur da giornalista, da ormai tanti anni, credo che se già il silenzio stampa mi fa abbastanza sorridere in serie A, B o Lega Pro, dove comunque sono professionisti – attuato come se chissà quali segreti debbano essere portati avanti- a maggior ragione me ne fa di più a questi livelli. Senza dimenticare che le società hanno l’obbligo – ma forse qualcuno a Montemerano non lo sa- di collaborare con le testate in base ad un accordo tra LND (di cui voi fate parte) e Ussi. Andate tranquilli che noi non segnaleremo il fatto alla LND che poi multerebbe il Montemerano (come avviene per le società a tutti i livelli) e di certo – apprezzando lo sforzo che fatto- non faremmo mai questo passo. Ma soprattutto perché lo stesso sorriso con cui apprendo del silenzio stampa della società lo dovrei rivolgere alla mia testata. Non condividendo il vostro atteggiamento, non mi permetterei di tenerne uno simile che vi potrebbe anche portare ad un danno economico! Detto questo, se proprio lo vuole sapere, Guido – che deduco essere un dirigente- le dico che a me personalmente Montemerano è un luogo anche mi è vicino, visto che il padre di mia nonna è nato lì…ed è lo stesso che mi rende legato al Grosseto calcio visto che vi ha giocato la prima gara ufficiale nel 1912. Dunque che il Montemerano faccia le sue scelte, noi ci adegueremo…anche perché se il tabellino ed il risultato non lo abbiamo da voi lo potremmo avere da altri, colleghi o società che siano. Ma anche in questo caso se la vostra scelta è l’invisibilità, credo che sia giusto garantirvela! Ma non date la colpa a noi per questo! Con stima ed augurandovi un grande in bocca al lupo per la stagione, saluto la dirigenza, con la speranza, magari, di conoscerne presto i protagonisti. Il rancore, d’altra parte, non fa parte di me, ma posso assicurare, fino a che ne sarò il Direttore, neppure di questa testata. Carlo Vellutini

  3. Fabio Lombardi 6 anni ago
    Reply

    Faccio un pò di chiarezza della situazione come è giusto che sia. Il sig. Guido mi ha contattato giustamente questa estate chiedendomi della visibilità dandomi notizie sulla campagna acquisti che abbiamo immediatamente pubblicato e rimanendo d’accordo che durante tutta la stagione sarebbe stato disponibile come fanno altri dirigenti di altre società per i risultati.
    Il problema è nato dalla partita di Marsiliana-Montemerano di Coppa in cui mi è stato riferito come risultato 5 a 2 e non 6 a 2, ma ho pensato davvero alla buona fede.
    Da ieri dopo che ho chiamato 10 volte non ho avuto nessuna risposta e poi viene fuori questa situazione che non voglio nemmeno parlarne più di tanto.
    Per quanto riguarda il banner della sagra ho risposto tranquillamente al messaggio dicendo che aveva un costo pubblicitario, al che non ho avuto più risposta.
    Questa è la mia limpidità come lo è quella che caratterizza GrossetoSport.

  4. guido 6 anni ago
    Reply

    Egregio Direttore,
    innanzitutto la volevo ringraziare per aver ricordato il dovere delle società dilettantistiche dell’obbligo di comunicare i risultati alle testate giornalistiche, cosa che credo dalla prossima partita casalinga anche la Polisportiva Montemerano farà; ma mi permetta anche di farle notare che solo grazie alla mancata comunicazione del risultato e alla polemica che ne è seguita vi siete accorti dell’esistenza di questa società. Non è questione di vittimismo. Sono ormai troppo vecchio per non capire che in un campionato tutte le società non partono alla pari e non sono trattate dai mezzi di informazione , compresa la vostra testata, allo stesso modo. Nessuno ha scelto l’invisibilità, anzi. Come ha intuito dalla mia prima mail, ci lamentiamo per la poca considerazione ed il poco spazio che ci viene riservato, visto che Grossetosport è il sito di riferimento di tutte le società dilettantistiche della provincia. Come ben sa dietro ogni società sportiva, sia grande che piccola, vi sono tante persone che lavorano gratuitamente e con passione per valorizzare la propria comunità e questo non è giusto che venga ignorato dai media. Non è mia intenzione fare polemiche sterili ne con Lei ne con il signor Lombardi che segue questa categoria, ma solo con un gesto drastico come quello di ieri siete riusciti a parlare di noi .
    cordiali saluti
    Guido

  5. Carlo Vellutini 6 anni ago
    Reply

    Caro Guido, mi fa piacere il chiarimento. Rinnovo il più grande in bocca al lupo al Montemerano, così come a tutte le società grossetane. Come ho sempre sostenuto dalla società più importante all’ultima in classifica in Terza categoria meritano il massimo rispetto ed un ringraziamento per quanto fanno, non tanto per il calcio, ma anche a livello sociale per la vita dei paesi della nostra provincia. Un saluto, Carlo

  6. Lettore 6 anni ago
    Reply

    Spero si risolva in meglio la questione, aggiungo anche che ho letto oggi su 2 giornali differenti i tabellini di ieri con le formazioni in entrambi i casi sbagliate e addirittura su un quotidiano c’ è il risultato finale errato (2 a 3 invece che 1 a 2). mettetevi d’ accordo

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news