Connect with us

Triathlon

Battesimo Ironman per Aldo Cittadino e grande gara del grossetano

Published

on

Un gran battesimo per Aldo Cittadino ed il suo primo Ironman. Gara mistica che si svolge su 3.8km di nuoto, 182km di bicicletta, 42.2kmk di corsa. Francoforte da anni è meta per gli sportivi più preparati in quanto, seppur possa sembrare un semplice circuito, risulta molto faticoso. Aldo è uno sportivo che ha sulle spalle molteplici gare di triathlon e molti Ironman70.3. La sua preparazione sportiva negli ultimi mesi è salita notevolmente, andando a consumare le suole delle scarpe per ben 758km e usurando i copertoni della sua bicicletta per 1400km! Numeri da capogiro se sommiamo i 40km del nuoto! Insomma, Aldo è pronto! Accanto a se la sua fedelissima compagna Maria Chiara che con una pazienza infinita lo ha accompagnato e seguito per tutto il percorso di allenamento e per questa indimenticabile gara.
I servizi di una gara Ironman sono sempre impeccabili, professionisti in tutto, accoglienza, spostamenti, sicurezza, ma in questo caso hanno peccato per la poca organizzazione sugli spostamenti degli atleti in quanto le postazioni di ‘parcheggio’ bicicletta, zona cambio T1, erano molto distanti dalla partenza del nuoto e tutti gli atleti hanno dovuto usufruire delle navette, scomode, messe a disposizione dall’organizzazione. Una scomodità per chi come Aldo ha i suoi riti da seguire in per gara e per chi non vuol far file inutili con grande stress. La mattina della gara la temperatura dell’acqua del lago segna un’oscillazione tra i 19° e i 21°, pertanto tutti gli atleti partono con la muta. La tensione di Aldo si legge in faccia, non per l’enorme sforzo che il suo fisico dovrà sostenere, ma per la preoccupazione che tutto vada semplicemente bene per se stesso. Nulla al caso, tutto deve essere calcolato, integratori, borracce, alimentazione, tutto deve essere assunto meticolosamente seguendo una particolare scaletta che Aldo ha testato durante i molteplici allenamenti. Ad appesantire la bicicletta purtroppo è presente anche un minuscolo giacchetto per la pioggia, in quanto il tempo qui a Francoforte cambia di frequente e senza avvisare ritrovarsi in quota alta sotto la pioggia senza un minimo di protezione vorrebbe dire buttar via mesi e mesi di allenamenti e sacrifici. Ore 03.30 la sveglia suona, colazione, preparazione e con l’adrenalina a mille alle ore 06.00 si parte! Via con la frazione del nuoto, 3.8km da gestire, Aldo riesce a partire in buona posizione e con un buon passo riesce a chiudere i 3.8km in 1h e 39 minuti. Poco confortevole è posizionata la zona cambio, in leggera salita di circa 100 metri e sulla sabbia, Aldo comunque riesce a gestire un ottimo cambio tecnico dove deve spogliarsi della muta, cuffie, occhialini ed indossare l’abbigliamento tecnico per la frazione bici. La frazione della bicicletta non lo preoccupa, si gode il panorama tedesco e scorre veloce su un manto stradale perfetto. Il livello tecnico della frazione bici è molto elevato, il percorso non è pianeggiante, ha molti dislivelli improvvisi e una differenza di altitudine di 1600mt. Sono da completare due giri di 90km di cui tutti contro vento! Grande fatica inaspettata quindi per Aldo. Ma al secondo giro, riesce a recuperare minuti preziosi e si riesce a mantenere un’andatura di cadenza lineare. Durante tutto il tragitto si rifocilla nella vecchia maniera, niente barrette, ma validi panini, due al salmone e uno al prosciutto cotto e philadelphia! Chiude la frazione di bici per i 180km in 6h e 57minuti con una media di quasi 30km/h. Le gambe sono segnate dalla notevole fatica della frazione bici, ma Aldo sapientemente riesce a recuperare le forze per l’ultima prova, una maratona, 42.2km di corsa. Parte con un’andatura modesta, per cercare di recuperare le energie. Energie che arrivano dai tantissimi tifosi lungo strada dove alla visione della bandiera italiana, stampata sul body della triathlon Grosseto, incitavano a gran voce il nostro atleta! Si ricarica con acqua e succo di arancia per ogni ristoro cercando di recuperare i liquidi persi e le energie bruciate. I giri erano tanti, ma ad ogni giro c’era la sua amata Maria Chiara che lo incitava e lo supportava! Gli ultimi 10km per ogni atleta sono il traguardo finale, l’ultimo sforzo da dare a se stessi. Aldo fa gli ultimi passi sul tappeto rosso, sono 50metri dove un fiume di persone ti applaudono e di regalano sorrisi. Aldo chiude con una grande commozione questo traguardo Ironman in 14 ore e 33 minuti. Tutta la squadra del Triathlon Grosseto ed il presidente Riccardo Casini gli fanno i complimenti.

Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected! Contenuto protetto!
0
Would love your thoughts, please comment.x