Connect with us

Varie

Perché il calcio è lo sport più praticato al mondo? Al Fossombroni di Grosseto lo spiega l’allenatore Maurizio Seno.

I ragazzi dello sportivo dell’ISIS Fossombroni di Grosseto hanno incontrato, lunedì mattina, via streaming, Maurizio Seno: maestro dello sport, già docente del settore tecnico della Figc di Coverciano, e allenatore professionista. Tra le sue esperienze si annoverano quelle di responsabile tecnico del settore giovanile del Milan e di collaboratore tecnico di società blasonate come Chievo, Udinese, Genoa, Cagliari, e Milan.

«Il primo messaggio che ho voluto far passare ai ragazzi – spiega il tecnico Seno – è che l’essere umano è un’entità estremamente complessa. Una complessità intesa come massima espressione del nostro cervello: una macchina che anticipa, valuta possibilità, e spesso, predice il futuro. Una delle macchine più evolute al mondo che molte volte non viene usata perché siamo schiavi del conformismo e cediamo all’opinione delle masse. Dobbiamo lottare contro l’omologazione perché dobbiamo riappropriarci del nostro sentire critico. Trasferiamo questa complessità nel calcio, che è il gioco più complesso al mondo perché l’incertezza e le probabilità ne sono la massima espressione, dovute allo spazio, al numero dei contendenti e alle interazioni tra loro che diventano infinite e sconosciute a priori. Ha poche regole ma semplici che danno l’opportunità al soggetto di esprimersi nella massima libertà rispetto ad altri sport. Oltre all’abilità di riuscire a fare delle cose solo con i piedi che rendono ancora più avvincente la natura di un gioco dove l’essere umano può far funzionare costantemente e appieno la propria “macchina”».

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x