Connect with us

Altri Sport

Baseball: il punto sulla IBL

Published

on

Si è conclusa la stagione regolare di una avvicente Italian Baseball League che ha visto lottare Cinque squadre per accedere alle semifinali: Bologna e Rimini hanno mostrato una marcia in più rispetto alle rivali e sembrano favorite per la conquista dello scudetto, ma Nettuno e soprattutto San Marino non vogliono recitare il ruolo di damigelle d’onore e tireranno fuori le unghie nei playoff.

A rimanere escluso dai giochi è il Parma che ha cullato per tutto il girone di ritorno il sogno di conquistarsi un posto in semifinale, ma la sconfitta in garadue nel derby contro il Reggio Emilia ha vanificato nel breve volgere di una serata gli sforzi di Biscontri e compagni. Per loro, rimane la certezza di aver lavorato bene in ottica futura con un bel gruppo di giovani sul quale la società ducale farà bene ad investire anche in futuro.

Proprio i reggiani sono stati una bella sorpresa in questa IBL: al debutto nel massimo campionato hanno saputo conquistarsi la stima degli addetti ai lavori ottenendo lo stesso numero di vittorie e di sconfitte (18-18) confermando quanto di buono avevano fatto vedere in passato nella serie A federale.

Buono anche il rendimento dei Black Panthers Ronchi dei Legionari (12-24 il record di partite vinte-perse) anch’essi alla prima stagione di IBL: per il baseball del Friuli-Venezia Giulia il ritorno dopo oltre Quindici anni nel baseball che conta si può definire positivo.

Novara ha mostrato segni di miglioramento rispetto al passato, ottenendo Nove vittorie, e la mano del manager Mike Romano si è fatta sentire trasmettendo una certa dose di sicurezza ad un team tutt’altro che da disprezzare.

Il Godo era chiamato ad una stagione forse diversa rispetto a quella che poi è riuscito a disputare: Nove vittorie sono forse meno di quanto si aspettavano gli appassionati tifosi dei cavalieri goti, ma alcune prestazioni altalenanti ed un pizzico di sfortuna hanno impedito alla squadra romagnola di ottenere qualcosa in più.

A chiudere il lotto delle Dieci squadre è il Bbc Mastiff Enegan Toshiba Grosseto: il Nove di Biagioli era partito decisamente bene con Tre vittorie che avevano galvanizzato l’ambiente in avvio di stagione, poi una lunga serie di sconfitte dovute all’inesperienza di molti giocatori esordienti in IBL ha reso difficile il cammino dei mastini ed è arrivato l’ultimo posto.

Ad analizzare le varie sconfitte ottenute dalla squadra biancorossa si può comunque notare che a deludere non sono stati i vari “rookies” e nemmeno gli italiani più esperti: a mancare è stato senza dubbio l’apporto dei giocatori che sono stati poi tagliati dalla dirigenza dell’Enegan Toshiba. Dai vari Garcia, Encarnacion e Sforza la dirigenza si attendeva quel qualcosa in più che, a conti fatti, non è arrivato.

Non tutto è da buttare nella stagione dei grossetani, ci teniamo a ribadirlo ancora una volta: la combattività mostrata dalla squadra fino all’ultimo out della stagione, quando le motivazioni di classifica se n’erano andate da tempo, è un punto a favore di questi ragazzi che hanno onorato l’impegno della IBL giocando sempre al massimo delle proprie possibilità.

I maremmani hanno disputato una stagione migliore rispetto a quanto dicano le statistiche e molte sconfitte sono arrivate per alcune ingenuità difensive dovute alla poca dimestichezza con la categoria di sicuro ben diversa rispetto a quelle in cui erano abituati a giocare questi giocatori fino alla scorsa stagione.

L’esperienza di Funzione si è fatta sentire, Marquez ha fatto vedere cose molto buone alla prima stagione di IBL: se non ci fossero stati gli infortuni e l’inesperienza a mettere il bastone tra le ruote dei mastini, probabilmente qualche vittoria in più sarebbe arrivata per la squadra toscana che adesso tornerà in campo per la Coppa Italia nel prossimo weekend.

Advertisement
2 Comments
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

quando davvero si nega la realtà siamo al paradosso del giornalismo o dello scribacchiare per meglio dire. non si può mandare il poggibonsi in champions e questo è quello che è successo con l’arezzo. negarlo è da irresponsabili . la cosa tragica veramente e che è stato associato il nome di Grosseto a tale sciagura.

Vi prego basta con questa squadra, basta con questa squadra, basta con questa squadra!!!!, e’ un incubo sportivo!!! parliamo d’altro vi prego. C’ho un furgoncino si caricano tutti dentro e si riportano ad Arezzo.Resoconto terribile di un’ annata angosciante, sarebbe molto piu’ interessante sapere eventuali sviluppi futuri, anche se sembra ormai che a nessuno interessi piu’ nulla o sbaglio?. Un ultimo dubbio, non e’ che proprio dai giocatori tagliati sarebbe invece potuto venire un aiutino per vincere qualche partita in piu’ e che invece sono stati tagliati per risparmiare qualche soldino, in fin dei conti tali giocatori,pur non essendo dei fenomeni, avevano comunque un curriculum sportivo sicuramente superiore a tanti loro compagni di squadra.

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: