Seravezza, continuano le accuse nei confronti di Ceri

Roselle-Seravezza 2 a 1 - semifinale di Coppa Italia di Eccellenza. L'esultanza del presidente Ceri

Grosseto Abbiamo ricevuto il comunicato ufficiale del Seravezza in merito a quello che il club lucchese ha definito il “caso Roselle” o il “caso Ceri”, ricordando al sodalizio in questione, però, che non siamo un banale sito, ma una testata giornalistica regolarmente registrata al Tribunale di Grosseto. Premesso ciò, vi proponiamo integralmente il comunicato del Seravezza e subito sotto la lettera di accuse scritta e inviata all’Ac Roselle. Contiamo, poi, di pubblicare stasera o domani l’intervista concessaci questa mattina dal presidente dei termali, Simone Ceri, che ci ha voluto fornire la sua versione dei fatti.

15.11.16 Il caso Roselle
 
O forse sarebbe meglio dire il ‘caso Ceri’, ovvero Presidente dell’Associazione Calcio Roselle, e questo perché crediamo che la località di Roselle, compresa nella Città di Grosseto, e la sua gente poco abbia a che vedere con questo singolare Signore perfino preso ad esempio dal sito ‘Grossetosport’ che giorni fa ne esaltava le qualità di primo tifoso della sua squadra. L’incontro di semifinale di Coppa Italia si è concluso, come tutti sanno, con la vittoria, meritata, del Roselle per due a uno e niente in campo avrebbe potuto dare adito, e comunque ugualmente condannabili, a tali manifestazioni di ‘tifo’ mostrate non da un comune tifoso ma addirittura dal primo responsabile di una società di calcio.Nella lettera che la nostra Società ha inviato agli organi di stampa e non solo, ci si è limitati alle due offese più gravi che non toccano soltanto noi ma addirittura la nostra Città e, peggio ancora per i fatti riportati all’incancellabile memoria, il confinante Comune di Stazzema. Ma la ‘pesantezza’ delle esternazioni colpisce anche la nostra Segretaria che nel presentarsi a fine partita per le formalità d’uso veniva beneficiata con un ‘ciucciami la …..’ che si sappia anche questo per (quasi) completare la conoscenza del vocabolario in uso.All’indomani dei fatti avvenuti il 9 scorso, la nostra Società ci ha pensato su non una ma due e più volte prima di manifestare il proprio risentimento in merito, ed in conclusione il Direttivo ha deciso di denunciare l’avvenuto non tanto per quanto direttamente subito ma soprattutto per l’incresciosa offesa subita da Sant’Anna di Stazzema e da Seravezza tutta aldilà della rivalità agonistica che in questo caso non ha alcuna rilevanza.Detto questo il Signor Ceri dovrebbe poi precisare le dichiarazioni rilasciate alla stampa ed apparse stamani:
 
 <<… io mi chiedo se loro sono soddisfatti del modo con cui si sono posti perché sappiamo benissimo qual è stato il loro approccio comportamentale>>.
 

E allora ce lo dica lei come ci siamo posti visto che il nostro approccio comportamentale non è stato diverso di un centimetro dal nostro solito modo di presentarci sui campi esterni da sempre. Abbiamo forse pagato pullman di malintenzionati per distruggere Roselle? Abbiamo forse richiamato alla memoria stragi naziste avvenute nel grossetano dispiacendoci di trovare dei superstiti? Abbiamo forse animalescamente profferito frasi sconce a vostro personale femminile? Abbiamo forse passato la giornata ad offendere pesantemente vostri giocatori ed addetti? Ce lo dica, in tal caso saremmo i primi ad allontanare nostri addetti colpevoli di irripetibili nefandezze, lei ha la possibilità di decidere su stesso.

<<… queste sono cose di calcio e chi le vuole strumentalizzare compie un grosso esercizio di ipocrisia, un atteggiamento che non è di casa a Roselle>>.

E con questo vorrebbe forse dirci che gli atteggiamenti di casa a Roselle sono quelli da lei esternati? Siamo i primi a non crederci, lei sta semplicemente cercando di trovare inconsistenti appoggi alla sua più che traballante tesi. Queste sono cose di calcio? E cosa c’entra il calcio con tutto questo? Ce lo insegni, magari siamo proprio noi ipocriti a non aver capito.

LA LETTERA DI ACCUSE
Le accuse del Roselle a Ceri - prima parte

le accuse del Seravezza a Ceri - parte prima
Le accuse del Seravezza a Simone Ceri
13 Comments
  1. Perplesso 3 anni ago
    Reply

    Il Roselle è un esempio incredibilmente funzionante di amministrazione sportiva, ma lettere come questa lasciano sbigottiti. Considerando la pacatezza e l’educazione, quasi il rammarico della lettera dei dirigenti del Seravezza, credo che delle scuse siano necessarie, per chiudere questo spiacevolissimo episodio. Il presidente Ceri è una persona passionale, che si sarà fatta coinvolgere dall’entusiasmo della gara, ma queste dichiarazioni, non nuove per il personaggio, fanno rabbrividire. Signor Ceri si scusi, per non far perdere stima di tutto quello che ha costruito e per il rispetto della dignità di certe tragedie umane.

    Un simpatizzante di lei come presidente e simpatizzante del Roselle Calcio.

    • Ettore 3 anni ago
      Reply

      Finalmente una persona decente.
      La lettera fa male come un pugno nello stomaco. E non é più questione di decenza. Si può pure capire di aver detto cose fuori dal mondo in preda alla concitazione del momento (sempre cosa grave ma l intelligenza non é per tutti). Ma trovo inammissibile non chiedere scusa senza se e senza ma. Persino se alcune frase sono state travisate (cioè ammesso che …).
      Soprattutto in quel caso …

      • Yuri Galgani 3 anni ago
        Reply

        Credo che prima di lasciarsi andare a dei giudizi di qualunque tipo sia più giusto attendere la versione dei fatti del diretto interessato, Simone Ceri, il quale, per quel che ne so io, nega in tutti i modi di aver proferito frasi relative ai martiri di S. Anna di Stazzema. Stamattina avremmo dovuto pubblicare l’intervista rilasciataci dal presidente del Roselle, ma il comunicato di ieri sera del Seravezza ha indotto Ceri a chiederci di parlare ancora con lui per ulteriori chiarimenti e aggiunte. Speriamo di potervi fornire la versione di Ceri quanto prima.

        • ser 3 anni ago
          Reply

          Yuri, hai ragione : prima di dare giudizi ” di qualunque tipo ” è giusto ascoltare entrambi le parti senza lasciarsi andare a simpatie o antipatie, anche se penso che la verità non la sapremo mai e che verosimilmente sta nel mezzo

          • Yuri Galgani 3 anni ago

            Ser,
            ero presente alla partita di Coppa Italia di mercoledì scorso.
            Accanto a me, alla rete, c’erano i dirigenti del Seravezza (o presunti da me tali), i quali – te lo garantisco – hanno potuto gioire, imprecare ed esultare nella massima libertà.
            Con alcuni di loro ho scambiato anche battute tecniche, senza qualificarmi in nessun modo.
            Se ci sono stati degli screzi verbali, questi sono avvenuti dopo il triplice fischio e lontano da tutti, perché durante la partita la situazione è stata quella che ti ho appena descritto.
            Non sono degne di nota neppure le urla di alcuni ultras presenti dietro la porta che guarda verso il Tino di Moscona.
            Cose che si sentono in tutti i campi, almeno quelle che io e tanti altri abbiamo udito distintamente nel corso del match.
            Ripeto: meglio aspettare la versione dei fatti di Ceri.
            Ho il massimo rispetto per tutti e sarei il primo a condannare il presidente del Roselle se avesse proferito cose tanto offensive su Stazzema come quelle a lui imputate.
            Tuttavia, lui nega di averle pronunciate ed è giusto ascoltare anche la sua posizione.
            Parlando di calcio, invece, posso dire che le due squadre viste a Roselle sono probabilmente tra le migliori (se non le migliori) del girone A di Eccellenza regionale.
            Il Seravezza è una gran squadra, molto ben organizzata e nata per fare il salto di categoria.

  2. Merlo 3 anni ago
    Reply

    Parliamo di calcio!

  3. ????? 3 anni ago
    Reply

    Speriamo che l’11 dicembre vengano offesi di nuovo. Ridicoli. Piangini

  4. Mi pare di sogna.. 3 anni ago
    Reply

    Da che mondo ad oggi non ho mai e dico mai assistito a mezza partita dove qualcuno sugli spalti ed amche in campo, dicesse o facesse qualche gesto o parola sopra alle righe, credo che questo ogni domenica accada, ed è sempre dico sempre stato cosi, nn credo che pero ogni domenica scoppino risse o cose simili sugli spalti, semplicemente perche questo sta. Nel gioco…
    Conosco Simone e alcune frasi so che nn le ha dette, ma nn mi interessa scolpevolizzare lui, la cosa che piu mi lascia senza parole é come si è comportato il serravezza, come sta continuando a farlo… l’idea che ho é che i signori ci siano rimasti un po male del risultato, e questo me lo fa pensare anche che questi fatti sono stati tirati fuori dopo l’ultimo pareggio avuto… la paura sembra fare 90.. io credo che dovreste pensare al calcio e alla vostra squadra, perche il fatto che nn rimaniate molto simpatici in Toscana qualche dubbio lo lascia…
    e non siate troppo permalosi gia da ora… Siamo solo all’inizio stagione.. dai….

  5. grifo65 3 anni ago
    Reply

    Cari dirigenti del Seravezza, pensate al calcio! pensate a non dare lezioni agli altri, senza salire sul piedistallo dei buoni, giusti e unti dal signore! pensate a dare il buon esempio e ad essere superiori, come volete far credere non tirando fuori queste cose che a mio avviso Simone non ha detto di sicuro! trovate altri mezzi per farvi pubblicità gratuita! ognuno ha le sue idee anche da un punto di vista politico e ideologico e per questo va rispettato!!!! Comunque sia per me avete toppato alla grande!!!

  6. Bosi Gian Marco 3 anni ago
    Reply

    Primo: Prendersela a male allo stadio è un errore tanto quanto offendere. (secondo me)
    Secondo: Se l’avessero detto subito sarebbe stato diverso e soprattutto giusto.
    Dirlo con una lettera dopo un consiglio è troppo tardi. LE COSE VANNO DETTE IN CAMPO E FUORI DAL CAMPO NEI 90 MINUTI. Perché, come ha ben detto Ceri S., dividere ad un tavolo i soldi dell’incasso sapendo di essere stati offesi….

  7. sportivo 3 anni ago
    Reply

    sempre con te simone….la sconfitta nono la digeriscono avanti cosi sono aL TUO FIANCO

  8. Massi 3 anni ago
    Reply

    La tempistica e i modi usati dal Seravezza mi lasciano alquanto perplesso.

  9. sportivo 3 anni ago
    Reply

    Sono dirigente da 20 anni di una piccola società di calcio della Provincia di Grosseto e per caso ho visto la partita vicino alla casetta elettrica. Non ho il piacere di conoscere Simone Ceri, ma dopo questa polemica posso dire che l’ho visto come un semplice tifoso che nel momento della partita incita senza sosta la propria squadra.

Rispondi a Perplesso Annulla risposta

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news