Next generation: la Samp sceglie il Saurorispescia come centro tecnico

GROSSETO. Si apre una nuova fase per il settore giovanile del Saurorispescia. Con Next generation la scuola calcio grossetana diventa un centro tecnico di riferimento per la Sampdoria e si unisce a Pisa ovest e Scandicci. E’ cominciata ieri, con il primo allenamento sul campo, l’avventura per i piccoli calciatori della società di via Adda. Ufficializzato l’accordo tra le due società sportive adesso si concretizza la parte pratica che proietta il settore giovanile locale in una dimensione nazionale.

«La Sampdoria vuole fare un centro tecnico federale a Grosseto – dichiara Antonio Papa direttore della scuola calcio del Saurorispescia – noi speriamo di continuare così, e per farlo al meglio oggi mettiamo a disposizione un campo in erba. L’anno prossimo si spera di averne uno in sintetico e poi puntiamo a far crescere i ragazzi in un ambiente sano». Un’esigenza che nasce dalla voglia di far crescere i giovani in un ambiente sano e sempre più professionale con il duplice scopo di formare l’atleta sotto tutti i punti di vista. In tal senso il direttivo del Saurorispescia persegue l’ambito obiettivo di una struttura sportiva rinnovata e la costruzione di un campo in sintetico per un investimento di 540mila euro. «Noi abbiamo una convenzione per 20 anni nell’impianto che è di proprietà del comune – spiega Papa – siamo in 7 all’interno del direttivo, e vorremmo far fruttare al meglio i nostri impianti così da non essere costretti a spendere altrove per trovare un’alternativa alle piogge che ci costringono ad allenarci fuori. L’investimento di 540mila euro ci permette di realizzare un sogno» conclude.

Con Next generation, la Sampdoria, punta a promuovere la cultura sportiva attraverso delle società dilettantistiche che diventano centri tecnici. «La Sampdoria – spiega il responsabile del progetto Stefano Ghisleni – ha scelto il Saurorispescia come centro tecnico per le persone e le competenze trovate. Ci sono obiettivi importanti e quindi noi vorremmo fare scouting e cercare d’impartire ai giovani la cultura professionistica. Ci saranno 10 incontri nell’arco della stagione e cercheremo di formare gli allenatori di tutta la scuola calcio quando i tecnici della maremma che andranno a seguirlo all’interno delle strutture formative della Samp. Il progetto ha molte realtà in Italia mentre in Toscana c’è Pisa ovest e Scandicci con le quali si prevede una collaborazione anche tra loro».

L’impegno quindi interesserà anche i tecnici che seguiranno il programma d’aggiornamento tecnico e proveranno a raggiungere gli obiettivi richiesti dalla società professionistica. Intanto, tra le novità della scuola calcio, due donne s’inseriscono nello staff tecnico e alleneranno i piccoli amici: Carol Pacube proveniente dalla pallavolo e Alexandra Mostoghiu dal mondo della pedagogia.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW