Il punto dopo la 17′ giornata in Prima Categoria: distanze immutate alla vigilia del match che può valere la stagione

Pasquale Colato

ALBINIA E PIENZA, SETTIMANA DECISIVA? SALGONO MASSA VALPIANA, SCARLINO E FONTE BELVERDE, IN CODA SITUAZIONE DELICATA PER MANCIANO E CALDANA In vetta si continua a correre come forsennati nel girone F di Prima Categoria: tra le prime sei cade solo l’Amiata, ma probabilmente solo perché si è trovata davanti la schiacciasassi Albinia che prosegue il proprio percorso da sogno sbancando nettamente il campo di una delle soprese più positive della stagione, per di più non contando ancora dall’inizio sull’apporto della propria bocca da fuoco principale, ovvero Federico Angelini, il che dimostra la profondità e la qualità della rosa messa a disposizione, e fin qui perfettamente fatta ruotare, da mister Tommasi. Un andamento da record, con soli quattro punti fin qui lasciati per strada in diciassette gare, in una stagione che già domenica potrebbe prendere una svolta decisiva: al “Combi” ci sarà infatti la partitissima tra i rossoblù e il Pienza, praticamente l’unico motivo per cui la lotta al vertice non può già dirsi virtualmente chiusa. I ragazzi di Benanchi superano a piè pari l’esame Ponte d’Arbia e scenderanno in Maremma con la voglia di stupire ancora. Ma entreremo nel corso della settimana nell’analisi di questo match, intanto c’è da riscontrare l’ottimo momento del Massa Valpiana, che consolida la propria terza piazza con il blitz esterno al Vignagrande di Pitigliano, mentre lo Scarlino scaccia via timori e perplessità con la manita al Caldana che porta Colato al vertice della classifica marcatori. Le prime cinque posizioni sembravano ormai blindate, ma l’ascesa della Fonte Belverde (clamoroso il 3 a 0 rifilato all’Argentario, arrivato però con il fiato corto dopo le tre gare in una settimana affrontate con molte defezioni) può in realtà sparigliare le carte. Nella parte mediobassa della classifica, Rossi e Bonsi danno slancio ai successi di Virtus Chianciano e Torrenieri, che festeggia così nel migliore dei modi il ritorno sulla panchina biancorossa di mister Magneschi, ma c’è da sottolineare anche il prezioso punto ottenuto dal Sorano a San Miniato, con Bernacchi e compagni che acciuffano il pari nel recupero e in doppia inferiorità numerica. Domenica negativa, come già anticipato, per Argentario, Manciano e Caldana, con sconfitta anche larghe nelle proporzioni: c’è ora da rimbocarsi le maniche per mettere sul campo una pronta reazione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

300X250 FIXED (VALIDO SOLO PER IL MOBILE - DA INSERIRE PRIMA DELLA CHIUSURA DEL TAG BODY)