Connect with us

Grosseto Calcio

Gs intervista Molinari: “Io il Cobra, Filippo la Farfalla”. Cuore e tatuaggi fra Grosseto e Amburgo

Published

on

Schoon Molinari, attaccante classe 1999, in gol quattro volte in campionato con la maglia del Grosseto, ha risposto dopo la puntata del Lunedì del Grifone alle domande di GS.

Una curiosità per iniziare: ci racconti qualcosa del tuo nome di battesimo?

<<Il nome l’ha scelto mio padre ed è stato un po’ modificato per l’italiano, pronunciato alla tedesca significa bello>>.

Tuo padre è molto presente nella tua carriera di calciatore, spesso interagisce nelle nostre trasmissioni anche se non può vederti giocare dal vivo nella tua Grosseto…

<<Lavora ad Amburgo, io andrò a trovarlo per Natale in Germania. Non può seguirmi sul campo alla domenica, ma grazie al servizio di GrossetoSport riesce a vedermi e a seguire le partite>>.

Veniamo al campo, con le domande dirette: preferisci giocare prima punta o in appoggio ad un centravanti?

<<Mi piace proteggere palla e giocare in profondità. Come preferenza personale preferisco fare la prima punta>>.

Contro il Cecina è arrivato il quarto gol in campionato stavolta non sei salito sulla recinzione, memore dell’espulsione col Piombino hai messo il freno all’esultanza?

<<Domenica scorsa ho fatto un’esultanza così pacata perché la gara col Cecina non era in discussione, ma i tifosi vorrebbero sempre che andassi sotto la curva a festeggiare, magari sperando che non mi ammoniscano e senza arrampicarmi sulla recinzione>>.

Il vizio del gol comunque c’è, ti abbiamo assegnato un soprannome, “il Cobra”, che pare riscuotere successo da parte del pubblico e anche il tuo gradimento, vero?

<<Mi piace il soprannome “Cobra”, hanno iniziato ad usarlo anche i miei compagni. Ve ne suggerisco uno per Boccardi, dovete soprannominarlo la Farfalla>>.

Per il tuo compagno Filippo Boccardi ha un significato particolare?

<<Boccardi ha due farfalle tatuate sulle spalle, ma no, il soprannome gli va dato perché sul campo si muove con grazia>>.

A proposito con “Pippo” Boccardi condividi la passione per i tatuaggi.

<<Io sono un appassionato di tatuaggi, il primo l’ho fatto a diciotto anni e l’ultimo è sul braccio destro e lo sto terminando in questi giorni. Il soggetto geometrico e realistico è in fase avanzata e lo stanno realizzando Enrico Casini e il suo collega Igor>>.

Con Boccardi siete inseparabili, fuori dal campo sembrate amici di lunga data…

<<Pippo lo conoscevo già fuori dal campo e poi ci siamo trovati a Gavorrano. C’è un legame particolare in campo, spesso segniamo in coppia come è successo nella finale di coppa l’anno scorso. Diciamo che è più una forma di scaramanzia, però è bello pensare che sia così, domenica dopo il mio gol ha marcato anche Boccardi>>.

Non abbiamo parlato della tua carriera, sappiamo tutti che sei stato richiesto da diverse squadre e sei rimasto a Grosseto alla corte della famiglia Ceri…

<<Ho cominciato a giocare presto, verso i 4-5 anni, dapprima Sauro, Invicta e poi nel Grosseto con gli Esordienti; da lì sono approdato al settore giovanile del Siena, però per problemi legati allo studio sono andato a Gavorrano e alla Nuova con mister Leone; tornato a Siena e ora a Grosseto. Ho ricevuto diverse offerte, ma io sono rimasto nella mia città, nella squadra in cui volevo giocare>>.

Ti sei posto dei traguardi da centrare quest’anno?

<<Questa stagione puntiamo ovviamente come squadra a vincere il campionato, io non avevo obiettivi personali, ma visto come stanno andando le cose spero davvero di arrivare in doppia cifra come gol segnati>>.

Cosa ci dici dell’ultimo periodo di appannamento?

<<Sono convinto che siamo la squadra più forte del campionato. Purtroppo siamo reduci dall’eliminazione di coppa e dalla sconfitta di Fucecchio, ma nella gara di ritorno andrà in maniera diversa>>.

Giornalista Pubblicista dal 2010. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi