I risultati della penultima giornata: impresa Castiglionese, Ribolla, chiude seconda

Nella foto Corrado Tosini, tecnico della Neania. Buono l'esordio con la Nuova Grosseto

ALBERESE – SAN QUIRICO 1-0

ALBERESE: Allegro, W. Pastorello, Camarri, Massieri, Ciavattini, F. Pastorello, Paoletti, Cucini, Pedroni, Coralli (37’ st Cavallaro), Savelli (45’ st Fioretti). A disposizione: Rabai, Pegoraro, Cavallaro, Ricci, Fioretti, Brizzi, Chiaretti. All. Romagnoli.
SAN QUIRICO: Borghi, El Ghiat (33’ st Tollapi), De Luca, Bianciardi, Martellini, M. De Bernardi, Bensi (17’ st Dionisi), Fortunati, Bindi (8’ st Migliorini), Vento, Magini. A disposizione: Pricope, Popa, Mangiavacchi, Bernetti, Tollapi, Dionisi, Migliorini. All. Pecci.
ARBITRO: Calonaci di Empoli.
RETE: 28’ st Savelli.
NOTE: espulsi Massieri al 39’ st per doppia ammonizione, Martellini al 43’ st per gioco falloso e Fortunati al 49’ st per doppia ammonizione.

L’Alberese si aggiudica di misura (1-0 il finale) lo spareggio per i playoff con il San Quirico: la squadra del Parco si giocherà nella trasferta di Ponte d’Arbia le chanche di incontrare il Valdarbia nelle semifinali per gli spareggi promozione.
Partita molto aperta e combattuta quella del “Francioli”, con le due squadre che hanno offerto una prestazione discreta e in linea con i valori espressi fino a questo punto della stagione. Parte subito forte l’Alberese con Pedoni, il suo sinistro però è centrale e viene controllato da Borghi. Rispondono subito i giallorossi, che, al 4’, creano un’occasione pericolosa: Bindi fugge sulla destra, crossa al centro, Allegro viene superato, ma la difesa si salva con affanno. Poco dopo è Fortunati a rendersi pericoloso, ma la sua conclusione è alta sulla traversa. A cavallo della mezz’ora, è Cucini a esaltare su punizione le capacità di Borghi: al 27’ il centrocampista, dai 25 metri, chiama al colpo di reni l’estremo difensore, mentre al 37’, da posizione più defilata, Borghi, in tuffo, si rifugia in corner. Tra le due giocate, una bella galoppata di Camarri, chiusa però da un tiro sballato.
Nella ripresa, l’Alberese alza progressivamente il baricentro, ma il San Quirico prova a far male con qualche veloce ripartenza. La partita però si sblocca al 28’ con una gran giocata sull’asse Pedroni-Savelli: Pedroni da dentro l’area, effettua un retropassaggio per l’accorrente Savelli che, da posizione defilata, indovina l’angolo dove Borghi non può arrivare: è il gol partita. Nel finale, la partita si incattivisce: tre espulsioni, più l’allontanamento dell’allenatore ospite chiudono un incontro vibrante e incerto fino al fischio finale.

ARGENTARIO – CALDANA 0 – 0

ARGENTARIO: Milani, S. Della Monaca, V. Moriani, Atzori, De Pirro, Schiano, Pennisi (37’ st Picchianti), Cedroni (30’ st Lombardelli), Sclano (35’ st A. Della Monaca), Perrone, J. Alocci. A disposizione: Costantini, Amato, A. Della Monaca, Picchianti, Terramoccia, Lombardelli, Biscolli. All. Procaccini.
CALDANA: S. Albonetti, Benini, Giorgetti, Vecci, Casaccia (30’ st Gryka), Zurlo, A. Albonetti (18’ st Mazzielli), Rotelli, Paradisi (25’ st Gualtieri), Paumgharden, Felici. A disposizione: Berti, Gryka, Creatini, Voddo, Gualtieri, Di Fiore, Mazzielli. All. Ruggeri.
ARBITRO: Failla di Firenze.

Argentario e Caldana non si fanno male (0-0) e i padroni di casa brindano alla salvezza, mentre gli ospiti ci si avvicinano molto, visti anche i risultati sugli altri campi. Nella prima frazione l’Argentario appare molto vivace e, subito in apertura, Jacopo Alocci va vicino al vantaggio in due occasioni, mentre Schiano, di testa, spedisce alto da buona posizione. Il Caldana risponde con una sortita di Zurlo su calcio d’angolo, ma il suo colpo di testa termina alto. Nella ripresa, poco da segnalare, se non il buon ingresso in campo di Lombardelli.

FONTEBLANDA – MAGLIANESE 4-1

FONTEBLANDA: Angiolini, Censini, Cerboneschi, N. Lubrano (12’ st Picchianti), S. Lubrano (32’ st Amaddii), Melchionda, Boni, Angelini, A. Falciani (34’ Stella), Bifini, Giani. A disposizione: L. Falciani, Cagnacci, Picchianti, Santini, Stella, Amaddii, Ricchiuti. All. Russo.

MAGLIANESE: Cucca, Brasini, Bini, Ciavattini, Angori, Rotelli, Berardi, Puccini, Petroselli, Gamberoni, Sabatini. A disposizione: Cavallo, A. Venturini, Darini, Valentino. All. Boni.

ARBITRO: Macovila di Pisa.

RETI: 10’ e 13’ Melchionda, 33’ Giani, 2’ st Berardi, 5’ st Angelini, 34’ st (rig.) Sabatini.

NOTE: espulso Bini al 40’ st per doppia ammonizione.

Il Fonteblanda dà una mazzata forse definitiva alle residue speranze di salvezza della Maglianese: 4 a 2 il risultato finale. I giallorossi però partono subito a mille, creando nei primi dieci minuti tre nitide palle gol con Berardi, Gamberoni e Sabatini; al primo affondo, però, i padroni di casa si portano in vantaggio con Melchionda, che sfrutta al meglio l’assistenza di Giani. Il numero 6 raddoppia subito dopo, scattando sul filo del fuorigioco e battendo Cucca in uscita. La Maglianese accusa pesantemente l’uno-due e offre il fianco al 3 a 0 griffato Giani, su passaggio di Angelini. L’intervallo serve alla Maglianese per ricaricare le pile e cercare di rientrare in partita: Berardi, al 2’, sigla il 3 a 1 con una botta da fuori area che si insacca sotto la traversa. Ma le speranze si spengono subito, visto che il Fonteblanda segna il 4 a 1 con Angelini, che, da dentro l’area, fa partire una botta centrale che fulmina Cucca. Partita chiusa, ma, prima del finale, c’è spazio per il rigore di Sabatini che fissa il risultato sul definitivo 4 a 2.

PAGANICO – SORANO 2-0

PAGANICO: Marchi, Nelli, M. Cavaliere, Noferi, Paolini, Biagini (26’ st F. Cavaliere), Vacchiano, Savini, Pieri, Magnani, Longino (40’ st Ragazzini). A disposizione: Rossi, F. Cavaliere, Angeli, Marzocchi, Ghini, Machetti, Ragazzini. All. Agresti.
SORANO: Tramontana, Coli (35’ Alborino), Dominici (15’ st Dominici), Sonnini, Onori, Bufalini, Di Carlo, Santinami, Sequino, Buosi (23’ st Falchi), Bibi. A disposizione: Cappelletti, Alborino, Bacci, Brizi, Falchi, Ercolani, Gaggi. All. Gaggi.
ARBITRO: Bartoli di Pisa.
RETI: 14’ st Magnnai, 23’ st Savini.
NOTE: espulso Vacchiano al 43’ st per doppia ammonizione.

Primo tempo avaro di occasioni, con le sdquadre che producono poco in quello che appare un classico incontro di fine stagione. Al 5’ Magnani, da fuori, sfiora la traversa, mentre alla mezz’ora al Vacchiano si divora il vantaggio a pochi pasi dalla porta. Sul finire di frazione, contropiede di Buosi che però non concretizza. Nella ripresa, il Paganico fa sua la partita: al 14’ angolo di Savini e Magnani anticipa tutti sul primo palo depositando in gol. Cinque minuti più tardi, gran numero di Savini sulla fascia, cross al centro e Magnani, al volo, chiama Tramontana alla deviazione in angolo. Lo stesso Savini, scatenato, chiude la gara al 23’, pennellando una perfetta parabola su punizione: è il 2 a 0 finale.

PIENZA – PIEVESCOLA 0-1

PIENZA: Minocci, Mangiavacchi, Bonari, Butini, Pasquetti, Bindi G., Fioravanti, Bindi E., Bai, Leporini, Murgia A disposizione: Rosignoli, Accetturo, Petreni, Poggialini. Allenatore: Cresti
PIEVESCOLA: Andreola, De Luca, Festo, D’Auria, Canocchi, Pratesi, Bagni, Ioukan, Carletti, Bocdulla, Schiano. A disposizione: Di Libero, Grassini, Ndow, Papa. Allenatore: Tintisona
ARBITRO: Tonin di Piombino
RETE: 88′ D’Auria

RIBOLLA – BADESSE CALCIO 2-1

RIBOLLA: S. Santini, Marri, De Rose, Goanta, Franchi (22’ Ferrari), Senserini, Bruno, Pratelli, F. Santini (37’ st Magnani), Pedone, Pieri (20’ st Burioni). A disposizione: Ferrari, Meconcelli, Burioni, Magnani, Ceccarelli, Salvatore. All. Scheggi.
BADESSE: Bianciardi, Romeo, Certosini, Bozzi, Landolfi, Chellini (18’ st Di Gregorio), Zacchia, Dan. Barbi, Dav. Barbi, Pecchi, Giotti. A disposizione: Giannerini, Mascambruno, Di Gregorio, Giacopelli, Dezi. All. Fusci.
ARBITRO: Masilunas di Pisa.
RETI: 18’ F. Santini, 16’ st Pedone, 24’ st (rig.) Pecchi.

Il Ribolla si aggiudica la gara con le Badesse (2-1) e strappa matematicamente seconda posizione e finale playoff. Un grandissimo risultato quello dei bianconeri, al cospetto di una capolista che ha cercato fino in fondo, inutilmente, di preservare l’imbattibilità esterna. Primo tempo letteralmente dominato dai minerari, che sfiorano il vantaggio con Pieri e Pedone e colpiscono una traversa con Senserini; il vantaggio arriva al 18’ ed è firmato da Filippo Santini, liberato davanti al portiere da Pedone. I senesi reagiscono subito con Zacchia, ma Samuele Santini risponde presente. A inizio ripresa le Badesse si buttano in avanti alla ricerca del pari, soprattutto con Daniene Barbi e lo stesso Zacchia, ma il Ribolla regge e, in contropiede, raddoppia con Pedone, che salta anche il portiere prima di depositare in rete. Le Badesse accorciano al 24’ grazie a un generoso rigore (lieve trattenuta su Giotti), trasformato dal capocannoniere Pecchi. Ma il risultato non cambia più e il Ribolla può festeggiare questo importante traguardo.

VALDARBIA – CASTIGLIONESE 1-4

VALDARBIA: Neri, Machetti, Minucci, Andriolo, Corti, Bonadonna (80′ Corbelli), Terzuoli (72′ Fontani), Mazzarella, Acerra, Meconcelli, Donatelli (82′ Prugnoli). A disposizione: Pistolesi, Bracalari, Ruggero, Albanese. Allenatore: Magneschi
CASTIGLIONESE: Speroni, Andreini, Baccetti, Batazzi, Magrini F., Guerriero, Magrini L., Toninelli, Caldelli (40′ De Franco), Smajli (68′ Sciretta), Chiti (78′ Giagnoni). Allenatore: Tosini
ARBITRO: Spinella di Firenze
RETI: 3′ Smajli, 6′ e 37′ Caldelli, 66′ Meconcelli, 82′ Di Franco
NOTE – Espulso Corti

VIRTUS CHIANCIANO – PONTE D’ARBIA 0-1

VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Fucelli (69′ Benicchi G), Daviddi (77′ Landi), Barbetti, Benicchi M, Fei, Esposito, Menconi, Cozzi Lepri (62′ Marchetti), Lodi, Bernetti. A disp: Rossi, Cesaretti, Fallerini, Della Lena. FV. Massarelli.
PONTE D’ARBIA: Papei, Tomei, San Pieri, Sorrentino, Seumou, Brizzi, Fei, Fantini, Forzoni (80′ Tornesi), Manetti (52′ Padrin), Gurguska. A disp: Lorenzetti, Sacchi, Pianigiani, Cortonesi. All. Rappuoli.
ARBITRO: Viterbo di Arezzo.
RETI: 36′ Manetti.

FOLLONICA – PERIGNANO CALCIO 2-3

FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Batistoni, Bientinesi, Tocchi, Errico, Duranti, Vecce, Monterisi, Barbosa (40’ st Zinali), Bruni (1’ st Corrado). A disposizione: Zinali, Caratelli, Mangini, Tagliaferri, Corrado. All. Ballerini.
PERIGNANO CALCIO: Salvadori, Giari, Bertelli, Bartorelli, Aliotta (35’ st Romeo), A. Ceccarini (42’ st Salvadori), Bonini, Monti, Farrone, Manzella (31’ st Ciolli), Valcriani. A disposizione: Rosati, Bonomo, Conti, Rombolini, Salvadori, Ciolli, Romeo. All. Natali.
ARBITRO: Baschieri di Lucca.
RETI: 7’ Monti, 11’ Giari, 19’ st Duranti, 22’ st Corrado, 46’ st Bonini.
NOTE: espulso Bartorelli al 47’ st per doppia ammonizione; ammoniti Tocchi, Duranti, Barbosa, Aliotta e Bonini.

Il Follonica fa patire fino a tempo scaduto la capolista (2-3 il finale), ma non riesce a muovere la classifica: la salvezza dei biancoazzurri passerà dal derby dell’ultima giornata con il Monterotondo. Fatale, al Follonica, il pessimo inizio di gara, con il Perignano che si porta sul doppio vantaggio nel giro di dieci minuti: al 7’ è Monti a sbloccare la gara con un gol direttamente da calcio piazzato, mentre quattro minuti più tardi è il difensore Giari, sugli sviluppi di un corner, a raddoppiare. Il Follonica ha il merito di crederci comunque, creando tante occasioni con Monterisi e Corrado e vedendosi annullare due reti con Bientinesi (dubbio fuorigioco) e Barbosa (fallo di mano). A metà ripresa, però, prima Duranti, con un gol in mischia e poi il subentrato Corrado, con un preciso pallonetto, rimettono la gara sui binari dell’equilibrio. La doccia fredda arriva però nel recupero: punizione vincente di Bonini, e il Perignano opera il blitz.

FRATRES PERIGNANO – MONTEROTONDO 1-3

FRATRES PERIGNANO: Betti, Banchellini, Zuchegna, Sarperi, Giovannelli, Meini, Ribechini, Tizi, Verola, Ghimenti, Carmignani. A disposizione: Macchi, Gradassi, Salvadori, Pacciardi, Pitti, Ceccanti. All. Fatticcioni.
MONTEROTONDO: Bugelli, Castellani, Lorenzini, Giacomini, Lonzi, Vezzi, Cascinelli, Khouribech, Perciavalle, Ciaravolo, Neri. A disposizione: Quadelli, Barsacchi, Civitillo, Bencini, Toscanelli, Flori, Hajjaj. All. Cavaglioni.
ARBITRO: Falleni di Livorno.
RETI: 10’ Cascinelli, 26’ Meini, 28’ e 35’ st Khouribech.

Il Monterotondo prosegue il proprio convincente finale di stagione, sbancando Perignano con il punteggio di 1 a 3. Peccato per il tardivo risveglio dei rossoverdi, che, ormai non possono più essere in lotta per i playoff, ma hanno dimostrato, in più momenti della stagione, di meritarli con gare di spessore e di ottimo livello tecnico.
La gara con il Fratres Perignano è stata proprio una di queste, con il Monterotondo che si è presentato convinto e autoritario, come dimostrato dalla rete giunta al 10’ e firmata da Cascinelli. I padroni di casa riescono a rendersi pericolosi solo su calcio piazzato e riescono a riequilibrare momentamente la gara con una punizione dello specialista Meini.
Ma Cavaglioni ha a disposizione un lusso per la categoria come Khouribech, e l’attaccante lo ripaga con la doppietta che decide il match: al 28’ l’ex Albinia firma il 2 a 1 direttamente su punizione, mentre, a dieci dalla fine, chiude i giochi con un veloce contropiede

6 Comments
  1. sopra le parti 6 anni ago
    Reply

    Farsa all’argentario ancora giocano vergognaaaaaaaaaaa

  2. Esterno basso 6 anni ago
    Reply

    Si ancora siamo in campo e manca un quarto d’ora…

  3. pepito 6 anni ago
    Reply

    Troppo pesante l’assenza di rosadini la virtus si mangia troppi gol e il ponte su calcio d’angolo ne approfitta ! Ora per i termali sono guai

  4. Daniele Gaggioli 6 anni ago
    Reply

    Direi che la Castiglionese è una bella squadra!!! Forza ragazzi

  5. Amiatensis 6 anni ago
    Reply

    Facevo tra me un po’ di conti….
    L’inaspettata e sonora sconfitta della Valdarbia in casa contro la Castiglionese, senza dubbio riapre scenari insperati nella corsa ai play-off.
    Trascurando Badesse (69) e Ribolla (59), ormai certissimamente prima e seconda (con tutti i miei complimenti a tutte e due!) stasera abbiamo: Valdarbia 55, Alberese 47, Paganico 45 e San Quirico 44.
    Domenica prossima abbiamo: CALDANA- VALDARBIA, col Caldana ancora non salvo a 31 punti ( inseguito da vicino, a 29, da Chianciano e Ponte d’Arbia), poi c’è l’ALBERESE( 47 ) che deve andare a casa della pericolante PONTE D’ARBIA assetata di punti, il PAGANICO va dall’ormai salvo PIEVESCOLA, mentre il SAN QUIRICO ha in casa l’ormai tranquillo ARGENTARIO.
    Quindi, facendo un po’ di conti, tutto può ancora succedere, come, ad esempio, una semifinale Valdarbia- Alberese o Valdarbia – Paganico.
    O è solo il maiale che sogna la ghianda?
    Comunque sia, buona settimana a tutti!

  6. Amiatensis 6 anni ago
    Reply

    E anche un grande “GRAZIE” ai ragazzi di Alberese e Paganico, che sono stati capaci di portare le proprie squadre a credere nella possibilità dei play-off fino all’ultima giornata!
    Complimenti, davvero!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW