Il punto dopo la 19° giornata di Prima Categoria

Nella foto la formazione dell'Argentario 2015/2016

GROSSETO Domenica avara di soddisfazioni per le squadre maremmane impegnate in Prima Categoria: solo Fonteblanda e Argentario, con due vittorie davvero pesanti, riescono a muovere la classifica. I neroverdi, infatti, si preparano al meglio ai quarti di finale di coppa contro il Saline battendo per 2 a 0 il Castell’Azzara grazie alla doppietta di Falciani: gara in controllo, con l’unico pericolo corso con la traversa colpita da Sistimini. Per i santostefanesi arriva invece il successo in rimonta contro la lanciata Castiglionese: una gara sempre viva e aperta in cui il team di Picchianti ha sfruttato il primo gol in campionato del baby Terramoccia. Delusione e contestazione invece per le altre: la Neania vede stopparsi la propria striscia vincente con il Barberino, perdendo momentaneamente la quinta piazza dopo l’1 a 0 firmato Andreucci, con i giallorossi che lamentano l’annullamento di un gol, ma le proteste più pesanti sono quelle dell’Alberese, battuto a domicilio dalla Chiantigiana al termine di una gara in cui la condotta arbitrale non è proprio andata giù al team del Parco: sotto la lente di ingrandimento, oltre alla gestione dei cartellini, un rigore mancato e l’annullamento del gol di Vento alla mezz’ora della ripresa. Al di là degli episodi e del risultato, comunque, una prestazione convincente con la capolista schiacciata nel proprio centrocampo per tutto il secondo tempo. Infine, battuto per 3 a 1 il Caldana dal Valentino Mazzola: dopo il pari di Di Leo a seguito del gol di Chiantini, l’episodio chiave del match è stato il rigore (con espulsione annessa) concesso ai senesi a fine primo tempo, con la seconda rete di Chiantini che è stata una vera e propria mazzata per i biancocelesti. Nel girone D, secca sconfitta per 3 a 0 del Monterotondo con il Collesalvetti: si interrompe la striscia positiva dei rossoverdi, che comunque sono ancora a debita distanza da situazioni di classifica pericolose.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news