Calcio Promozione

Kacka: “Dobbiamo restare con i piedi per terra”

Nella foto Kacka con la maglia del Roselle

Abbiamo avvicinato il difensore del Roselle Rejhan Kacka per una chiacchierata in cui, oltre ad elogiare la squadra termale in cui milita da questa stagione, ha ripercorso anche alcuni momenti difficili della propria carriera.

Il Roselle sta vivendo un momento magico.

<<Stiamo proseguendo sulla striscia positiva iniziata lo scorso anno e penso che ci stiamo meritando tutto quello che stiamo vivendo. Per noi questo è un momento più che positivo, ma dobbiamo lavorare duro per mantenere questo ruolino di marcia.>>

Dopo aver lasciato il settore giovanile del Grosseto non hai vissuto soltanto gioie.

<<Lasciai il Grosseto due anni fa quando la famiglia Camilli mi propose di andare alla Viterbese. Accettai di trasferirmi perché era una bella opportunità per incominciare a giocare con i grandi dopo aver svolto la trafila delle giovanili. A Viterbo mi sono trovato bene ed abbiamo portato la squadra in serie D. La stagione passata sono stato fino a dicembre alla Sangiovannese in serie D trovando abbastanza spazio e penso che, senza qualche infortunio, avrei potuto anche giocare di più. Lasciata la Sangiovannese sono passato in un altra società della stessa serie, ma la cosa si è rivelata un buco nell’acqua perché c’erano problemi economici ed a Marzo era già svanito tutto. Adesso ho la possibilita di ripartire e rimettermi in gioco: lavoro duramente per me e per la mia squadra.>>

Sei soddisfatto della scelta di accasarti a Roselle?

<<Sono molto soddisfatto. All’ inizio ero incerto perchè non sapevo che ambiente avrei trovato, anche se conoscevo l’organizzazione e la professionalità di questa società. Quando ho iniziato a lavorare con il gruppo mi sono reso conto che qui c’è un clima non comune per squadre di questo livello. Devo dire che mi sto trovando benissimo: non soltanto perché stiamo facendo bene e sto giocando ma anche perché siamo un grande gruppo e tutti siamo coinvolti. Questo aspetto conta molto.>>

Nonostante i tanti infortuni il Roselle è primo in classifica.

<<Fare a meno di Franchi, Saloni e Raito non è una cosa da poco. Sono giocatori davvero molto validi e per noi si tratta di perdite gravi. Penso sopratutto a Raito che starà fermo per molto tempo ed a cui faccio un grossissimo in bocca al lupo. Sono sicuro che tornerà più forte di prima. Stiamo dimostrando il nostro valore nonostante i molti infortuni che ci sono piovuti addosso sin dall’inizio del campionato, ma la cosa importante è stare con i piedi per terra e raggiungere il prima possibile quota quaranta punti. Il campionato è lungo e non dobbiamo mai rilassarci.>>

C’è qualcuno che ti ha impressionato in particolare tra i tuoi compagni?

<<A parte Consonni, che fa storia a sé, voglio citare Matteo Franchi. Non lo conoscevo e l’ho visto giocare nelle prime partite in questa stagione. Secondo me è un grande difensore da cui c’è molto da imparare. Anche Angelini e Vento stanno facendo bene: entrambi stanno dimostrando anche in Promozione quello che valgono.>>

Quanto conta avere Consonni in squadra?

<<Gigi è un grande. Trasmette una grinta pazzesca quando è in campo ed avere uno con le sue qualità ed esperienza in mezzo al campo… lasciamelo dire in maremmano… è tanta roba!>>

Giulio De Paola

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Bravo Rey…ragazzi così sono la fortuna degli allenatori e, naturalmente delle società’ che riescono a coinvolgerli…Ti auguro le migliori fortune!!!














Loading…





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: