Calcio Coppa Passalacqua Primo piano Settore Giovanile

Coppa Bruno Passalacqua, la finalissima: no Martinacci, no party! Roselle campione!

Roselle – Gavorrano: 1-0 (8’st rig Martinacci)

Roselle, 4-3-1-2: Nunziatini, Cicerchia, Polidori, Tuoni, Germinario, Majuri, Laiolo (dal 24’st Ferrari), Martinacci (C) (dal 37’st Cappuccini), Bucci, Bicocchi, Facondini. A disposizione: Comparini, Dubaldo, Cappuccini, Romani, Ferrari, Lanzini, Zarone, Lorini. All. Consonni.

Gavorrano, 4-2-4: Di Iorio, Potini, Benocci, Montani (dal 18’st Venturelli), Tostelli (C), Grotti, Porro (dal 44’st Corradi), Zaccaria, Loffredo, Russo, De Luca (dal 10’st Muzzi). A disposizione: Fancellu, D’Ovidio, Muzzi, Corradi, Troiano, Venturelli, Lanzieri, Iazzetta. All. Luzzetti.

Ammoniti: Majuri; Espulso: Benocci per fallo di reazione su Polidori; Allontanato Consonni dalla panchina per continue proteste Recupero: 1° tempo: 1 minuto  2° tempo: 5 minuti Angoli: 5-2

Finalmente, siamo giunti all’atto conclusivo della 43° edizione della Coppa Bruno Passalacqua, la finalissima: Roselle Vs Gavorrano, Consonni Vs Luzzetti, Bicocchi Vs Loffredo. Atto conclusivo dunque che mette di fronte le migliori formazioni della provincia pronte a darsi battaglia davanti a 500 spettatori andati a formare una splendida cornice di pubblico sul sintetico di via Australia. Prima frazione che vede giocare meglio la formazione termale di mister Consonni ma che a numero di occasioni, ha collezionato le stesse del Gavorrano. Comincia a prendere la mira Bicocchi quando nel giro di due minuti prova a trovare il gol su punizione diretta intorno al quarto d’ora; al 22° Bucci scarica al limite per Tuoni il quale dopo un ottimo controllo di petto prova a calciare in porta al volo di destro ma la sua conclusione esce di poco. 2 minuti dopo arriva la prima occasione per i minerari quando da una punizione scodellata dentro l’area dalla destra Loffredo si stacca bene dalla marcatura ma da due passi calcia debolmente tra le braccia di Nunziatini. Occasioni da una parte e dall’altra con Laiolo che ha provato ad approfittare di un errore di Zaccaria al limite ma il tiro a giro del numero 7 è terminato al lato. La prima vera parata da parte di Di Iorio arriva al 26° quando  Martinacci prova il tiro a giro con il sinistro ma l’estremo difensore si distende e respinge. Al minuto 30 il Roselle trova un’azione corale con capitan Martinacci che serve a rimorchio l’accorrente Laiolo ma l’attaccante termale manda alto da ottima posizione. Pochi minuti dopo, da un angolo per il Gavorrano, parte il contropiede del Roselle dopo un errore di De Luca e Potini, Laiolo si invola verso la porta in un 1Vs1 con Benocci andando a concludere con il sinistro dal limite, palla al lato di poco. Bene il Roselle in questo avvio con il Gavorrano che fatica a macinare gioco con Zaccaria e Montani ben ingabbiati nel mezzo e con De Luca e Porro controllati bene rispettivamente da Cicerchia e Polidori. Il Gavorrano sfiora il vantaggio al 40′ quando Russo va via bene a due avversari e lancia in profondità Loffredo, Majuri lo anticipa bene ma la sfera rotola verso la sinistra dell’area, Polidori scivola e la sfera arriva a Porro che di prima calcia in porta di piatto destro, la palla sbatte sul palo e torna in campo proprio sui piedi di Porro che prova nuovamente a trovare il gol ma Nunziatini sulla linea è superlativo respingendo. All’ultimo minuto di gioco Martinacci sfiora l’eurogol da 40 metri calciando in porta un pallone respinto di testa da Di Iorio ma il suo tentativo ha poca fortuna. Prima parte di gara che si chiude dunque su un prevedibile 0-0 dove le due squadre, dopo una prima parte di gara di studio, hanno provato a colpire creando varie occasioni senza però trovare il vantaggio. Seconda frazione di gioco che si apre con il vantaggio di del Roselle al 6°: palla in profondità per lo scatto di Laiolo, la retroguardia mineraria è mal messa e Laiolo si ritrova da solo in area, Di Iorio esce non esce e Laiolo tenta il pallonetto scavalcando l’estremo difensore rossoblù, Tostelli si immola e salva sulla linea, la sfera arriva a Bucci che con uno spunto prova a saltare Potini il quale intercetta la sfera con la mano e il direttore di gara Giordano indica giustamente il dischetto, dagli 11 metri si presenta il fresco vincitore del premio “Miglior Giocatore” del torneo, Martinacci, che spiazza Di Iorio e porta in vantaggio i suoi. Luzzetti prova a dare la scossa ai suoi cambiando De Luca con Muzzi e Montani con Venturelli provando a svegliare i suoi con nuove energie. Scorre via il tempo senza che il Gavorrano si renda pericoloso dalle parti di Nunziatini anzi, il Roselle va vicino al raddoppio quando al 26° Bicocchi pesca in area Tuoni che di testa gira bene verso la porta ma la sfera si spegne a lato tra la disperazione di Consonni e compagni. Vicino al pareggio Grotti su punizione diretta dal limite ma il suo tiro di sinistro termina di poco alto. Le speranze di rimonta si affievolito quando dopo un contatto tra Benocci e Polidori al 29°, l’esterno minerario pesta letteralmente il giocatore termale guadagnandosi così la doccia anzitempo. Possibilità di raddoppio per il Roselle al 34° quando Bucci resiste bene alla carica di Potini e si invola verso Di Iorio, la sua conclusione però viene respinta bene dallo stesso portiere. Ultima occasione al 48° direttamente da un altro calcio di punizione di Grotti ma Nunziatini vola e la respinge, sulla palla vagante il Gavorrano ottiene un’altra punizione dalla destra con anche Di Iorio in area, ma Nunziatini la chiama e la blocca! Finisce così la finale, Roselle trionfatore sul Gavorrano grazie ad un calcio di rigore di Martinacci ad inizio ripresa, è festa biancazzurra mentre il Gavorrano piange e si leva le ferite. Si chiude così la 43° edizione della coppa bruno Passalacqua. 

mm

Roberto Balestracci

Per GrossetoSport segue la categoria Juniores Provinciali

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *































Il CalcioMercato di Gs