Connect with us

Grosseto Calcio

Grifone, si lavora alacremente su più fronti

Published

on

Grosseto Il presidente Pincione ha fatto ritorno a New York e nell’occasione in cui abbiamo parlato con lui al telefono ci ha confermato che i giocatori saranno regolarmente saldati, ma ha anche evidenziato come la sconfitta con l’Olbia sia stata un danno enorme causato proprio dalla squadra. Il numero uno biancorosso, però, ora è concentrato sulla nuova stagione e con il suo staff sta lavorando alacremente. Innanzitutto, in questo fine settimana, una delegazione composta da Iapaolo, i nuovi mister, Cari e Furlan, l’avvocato Nucifora e il magazziniere Bocchi si recherà a Genga per un sopralluogo in vista del ritiro estivo che si terrà grosso modo dalla seconda metà di luglio. D’altronde, il Grifone giocherà in Coppa Italia Tim già alla fine di luglio, per cui la preparazione dovrà iniziare per tempo. Sul fronte squadra, invece, tra pochi giorni conosceremo alcuni nomi e si vocifera che saranno di livello medio-alto. Tra i membri della rosa attuale, al contrario, mentre all’inizio si pensava di far rimanere 3-4 elementi, adesso sembra che il club voglia operare una rivoluzione completa, soprattutto dopo il comunicato a firma della squadra, dal quale nessun giocatore si è dissociato pubblicamente, ma solo in forma riservata e personale. Tra le chicche di mercato, poi, da segnalare il fortissimo interesse della Viterbese per Libutti, il cui cartellino appartiene al Melfi, club appena retrocesso in Serie D. In ogni caso, è bene evidenziare che tra i motivi per cui il club ha scelto Genga c’è il fatto che è una località vicina a molte altre dove si troveranno formazioni di categoria superiore con cui poter effettuare amichevoli probanti, come quella, ad esempio, ipotizzata col Venezia dell’italo-americano Tacopina, amico di Pincione. Insomma, il club biancorosso si sta muovendo a tutto tondo e presenterà anche domanda di ripescaggio in Lega Pro, ben sapendo di essere in Serie D (che questa volta dovrà essere vinta), ma anche con la consapevolezza che, se verrà mantenuto il “fondo perduto” in un’unica soluzione e non si consentirà di derogare sullo stadio, il Grifone avrà grosse possibilità di tornare tra i pro.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
10 Comments

10 Comments

  1. Fabrizio fabbrini

    30 Mag 2016 at 14:05

    Non voglio passare da Pessimista…ma io credo alla certezza della vittoria. …il Grosseto non ha vinto ne campionato ne play off….Pertanto rigiochera’ in serie D …Se poi sarà ripescato in Lega Pro..sarò il primo a gioire….na non credo alle favole……

  2. Marcello

    30 Mag 2016 at 15:54

    Secondo un giornale locale di sabato gli unici che venivano confermati erano L’anziano e lDi Iorio che poteva essere l’Under. C’è qualcosa di vero?

  3. ser

    30 Mag 2016 at 16:12

    Come ho già detto altrove per come si sono comportati in campo e fuori nessuna riconferma. Aria nuova!

  4. Bailon

    30 Mag 2016 at 17:10

    Capitolo ripescaggio: è vero che sul campo non meritiamo la LegaPro, ma è altrettanto vero che sul campo l’anno scorso non meritavamo la SerieD. Ritornare in LegaPro sarebbe tornare dove eravamo per meriti sprtivi.

    Capitolo giocatori: io qualche giovane ci penserei prima di mandallo via , vedi Gagno , Libutti, Vaccaro, Lavopa, Nappello.

  5. max

    30 Mag 2016 at 17:53

    La prossima volta pensiamoci bene prima di offrire l’aperitivo ai giocatori prima di una partita importanti.
    era forse meglio avere un aria più minacciosa

    • Romagna biancorossa

      30 Mag 2016 at 18:52

      Lo sai che penso la stessa cosa…….unnè colpa di nessuno ci mancherebbe ma sarebbe stato meglio aspettare ormai la fine della stagione per fa gli aperitivi o altro……..può darsi che la squadra si sia seduta ulteriormente e che abbia sottovalutato la situazione…..ormai cmq è roba vecchia…guardiamo a futuro….aventi grifo fino alla fine……

      • Buttero70

        30 Mag 2016 at 19:08

        Se ripenso alla grinta e alla voglia di vincere che hanno messo in campo i giocatori dell’Olbia una volta rimasti in 10 rispetto a nostri mi viene un lupo…..altro che ritardo di stipendi…

  6. sportivo

    30 Mag 2016 at 19:04

    cominciato male finito peggio..ricominciamo con i piedi per terra

  7. abe

    31 Mag 2016 at 07:29

    Certo che… con l’obbiettivo di vincere il campionato (all’epoca avevi ancora una piccola speranza) o comunque di vincere i playoff, non pagare lo stipendio ai giocatori, non è stata una bella mossa.
    Di contro ne è venuta fuori la prestazione con l’Olbia, dove c’è stata la ripicca della squadra, che ha giocato col freno a mano tirato.
    Per l’epilogo di questo campionato, io i giocatori non sò più come insultarli, ma anche Pincione ha gestito male la cosa.
    Speriamo almeno serva di lezione per il futuro, e quanto agli aperitivi… lasciamo perdere va.

    • argentario

      2 Giu 2016 at 14:55

      sono d’accordo con Bailon: con quante ce ne hanno fatto passare in questi anni, tornare in Lega Pro lo troverei assolutamente giusto, non rubiamo niente a nessuno – la lega Pro si chiama così perché chi vi partecipa deve garantire di pagare giocatori professionisti, ed al di là delle diatribe attuali la nostra FC Grosseto non ha problemi; e ci sono davvero dei giovani da tenere, oltre a Lanzano che in C ci sta benissimo. Io sono ancora ottimista

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi