Claudio Cini: “Chiudiamo la stagione poi pensiamo al Passalacqua”

Nella foto il Follonica 2015/2016

FOLLONICA. Metterci la faccia quando le cose non vanno bene, anzi passatemi il termine in maniera disastrosa, non è facile. Ma Claudio Cini tecnico che ha preso in corsa la squadra juniores regionali del Follonica non è facile e la “resa” per motivi disciplinari di alcuni giocatori da parte di Luca Pantani sono la dimostrazione di quanto il gruppo sia alquanto difficile da gestire.

Naturalmente queste sono le nostre considerazioni per far capire a volte che quando hai una società che certamente non per motivi dell’attuale presidente, Valerio Pacini, è praticamente quasi assente e fatica ad avere anche degli accompagnatori non è certamente facile andare avanti.

Ma passiamo rapidamente alla nostra intervista.

Allora Claudio brucia ancora quel pesante 10 a 2 contro il Piombino?

“Una storia incredibile credimi. Mi sono ritrovato con nove giocatori e dopo solo pochi minuti dopo un infortunio al nostro giocatore siamo rimasti addirittura otto. Calcola che prima del match al loro allenatore avevo fatto presente la nostra situazione e mi ero raccomandato di non infierire troppo. Detto e fatto, ne abbiamo prese 10! Loro sono andati sempre a mille dal primo all’ultimo minuto. Ad essere sincero forse un pò di sportività in più, non che volessimo l’elemosina…però sul 5 a 0 si  può gestire in maniera diversa. Comunque la cosa è passata ed è meglio non pensarci più”.

E il futuro cosa prospetta?

“Finiamo prima possibile il campionato dove mancano tre giornate alla conclusione poi avremo la Coppa Passalacqua, dove spero di avere tre rinforzi di valore per essere competitivo, altrimenti sarà duro. Non voglio partire battuto, ma abbiamo bisogno di alzare il nostro tasso tecnico”.

Per il prossimo anno cosa farai?

“Devo ancora decidere. Sono arrivato a Follonica per dare una mano a Luca Pantani, poi sono rimasto io, vedremo cosa succederà anche perchè ci sarà da capire se ci saranno o meno cambiamenti a livello dirigenziali o meno”.

Magari una prima squadra?

“Quello assolutamente no, ho rinunciato alla Nuova Grosseto perchè non volevo guidare i più grandi e non lo farò neanche per il futuro”.

8 Comments
  1. giallo-rosso 4 anni ago
    Reply

    per chiudere la stagione prima una società dovrebbe aprirla.ecco il follonica juniores regionali èuna squadra allo sbando che non può e non deve fare queste figure meschine.

  2. Follonichese 4 anni ago
    Reply

    Regna molto caos negli ultimi anni a Follonica…spero che il sindaco riesca nell’impresa di trovare qualcuno con progetti seri che rilanci il calcio in città perché una situazione del genere è inaccettabile…spero davvero che il contatto con i ceri prosegua in modo proficuo…sarebbe una bella opportunità per entrambe le parti coinvolte…a tal proposito ci sono novità??

  3. Rumors 4 anni ago
    Reply

    Dai rumors che girano, ci sarebbe un’altra realtà molto importante che non sarebbero i Ceri, interessata seriamente al Follonica.

    Quindi pare davvero che il prossimo anno cambierà molto.

    • Follonichese 4 anni ago
      Reply

      Ovvero??

  4. parappapero 4 anni ago
    Reply

    Claudio, conosco le tue qualità, umane e tecniche, non a caso ti gradii sia all’invicta, sia al Grosseto.La qualità migliore è quella che non conosci i genitori, fai giocare chi merita. Che dirti in bocca al lupo e che tutto ti proceda come meriti.

  5. Indovino 4 anni ago
    Reply

    Tranquilli, state per fare l’eccellenza e, salvo sorprese, i giovanissimi e gli juniores regionali.

  6. issam 4 anni ago
    Reply

    concordo con indovino.é una grande opportunita.x entrambe le parti.

  7. gerets 4 anni ago
    Reply

    Ma com’è possibile che il Follonica faccia il prossimo campionato di eccellenza?? Il titolo sportivo non si può spostare solo tra comuni confinanti?

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news