Paganico: il sogno play off è ancora possibile

Nella foto Max Magnani, qui in maglia Paganico: E' il capocannoniere del campionato. (Foto di Fiorenzo Linicchi)

PAGANICO. E’ ancora possibile il sogno play off per il Paganico di mister Paolo Agresti, che alla sua prima stagione in versione tecnico.giocatore, ha smentito tutti gli scettici compiendo un grande campionato.
I bianconeri al momento occupano la quinta posizione, che però non equivale alla semifinale play off, visti gli attuali undici punti di differenza con la seconda forza del girone, il Ribolla.
La squadra domenica avrà un duro impegno contro una delle compagini più in forma del girone, la Castiglionese di Tosini che è alla ricerca degli ultimi punti salvezza.
A 270 minuti dal termine però è ancora tutto possibile per Max Magnani e compagni che negli ultimi due match finali se la vedranno con Sorano in casa per chiudere  il campionato in quel di Pievescola.

La squadra comunque vada ha disputato una buona stagione, mettendo in luce ottime individualità, come lo stesso Vacchiano o il ritrovato Pieri, mentre sulla mediana la cerniera di centrocampo Savini-Modesti si è sempre dimostrata all’altezza della situazione.

Adesso c’è bisogno dell’ultimo sforzo e tutto è ancora possibile.

9 Comments
  1. Amiatensis 5 anni ago
    Reply

    Nelle citazioni non dimenticherei Giovanni Biagini che, pur adattato in un ruolo che non sarebbe il suo, sta disputando lo stesso un altro grande Campionato….

  2. Xy 5 anni ago
    Reply

    Grandissima stagione del paganico,complimenti ai giocatori e soprattutto al Mister!

  3. pepito 5 anni ago
    Reply

    Complimenti al paganico come qualità di gioco migliore squadra del campionato (badesse escluso) ricordo ancora il bellissimo e spettacolare 5-3 contro il chianciano uno spot per il calcio dilettanti partita in equilibrio fino al 90′ spero che. Acciuffino i play off se lo meritano.

  4. Amiatensis 5 anni ago
    Reply

    Anche la partita di andata fu piacevole, corretta, giocata in un gran bell’impianto e davanti ad un pubblico che, nel numero, ricordava più quello dei miei tempi che quello di oggigiorno.
    Non so ( specialmente dopo l’occasione persa malamente domenica con la Valdarbia) se il Paganico riuscirà ad agguantare i play- off, ma intanto voi guardate di salvarvi, così, se come credo non saremo saliti, il prossimo anno ci fornirete di nuovo l’occasione, sulla via del ritorno. per un’altra merenda alla Trattoria de La Foce: affettati fenomenali, davanti ad uno dei paesaggi più belli del mondo…
    Il mio più sincero “in bocca al lupo”.

  5. Paganico 5 anni ago
    Reply

    Se non sbaglio e’ la partita dove quel fenomeni del vostro portiere fece 3 papere!!!

  6. per Amiatensis 5 anni ago
    Reply

    Perchè quale sarebbe il ruolo di Biagini? Ho visto il paganico 3/4 volte e il centrocampista non mi ha mai entusiasmato un gran che….sia da mediano o da trequartista o da ala….anzi….secondo me, chi doveva essere menzionato è il fuoriquota Lorenzo Modesti, che sicuramente sia per l’età che ha sia per le qualità, in questa categoria non c’entra veramente niente. In bocca al lupo per il campiontato. Marco grosseto

    • Amiatensis 5 anni ago
      Reply

      Caro Marco, il ruolo di Giovanni Biagini sarebbe quello di mezz’ala avanzata, meglio se lasciato libero di svariare a ridosso delle punte: l’anno scorso, in questa posizione, fece faville, parecchi assist e anche diverse reti.
      Quest’anno, come hai giustamente notato, per ragioni di equilibrio è stato impiegato più che altro sulla fascia e in posizione molto più arretrata e ha quindi potuto contribuire assai meno al gioco d’attacco.
      Ti garantisco, però, che gli ho visto fare anche quest’anno parecchie ottime partite anche se, dopo tutto quel gran correre, la lucidità in fase conclusiva e la brillantezza nel saltare l’uomo sono state a volte, e per forza di cose, senz’altro non all’altezza delle performances a cui ci aveva abituato l’anno scorso .
      Per quanto riguarda l’altro ( Lorenzo Modesti) ci trovi in una gran brutta serata: ha appena beccato due giornate per offese a fine gara al D.G e quindi dovrà saltare le prossime due partite, che sono davvero decisive per l’accesso ai play-off.
      L’ho appena sentito per telefono ed era disperato, perché sostiene di non avere nessun tipo di colpa e, conoscendolo, non ho alcuna difficoltà a credergli, anche perché domenica sera passando da me ( io non ero potuto andare a vedere la partita) mi diceva, riguardo all’arbitro, che nonostante fosse molto giovane, aveva arbitrato bene e non aveva in alcun modo inciso sul risultato.
      Di sicuro la giacchetta nera avrà, come spesso accade, affibbiato al primo che gli è venuto in mente una qualche offesa che ha sentito volare per aria alla fine di una gara persa al 92° : peccato che abbia “scelto” proprio uno di quelli che invece lo aveva apprezzato!
      I Dirigenti del Paganico ( che ho appena sentito) erano lì, hanno visto e sentito tutto e sanno anche, molto probabilmente, chi è stato: faranno subito ricorso ma…intanto, almeno domenica prossima, a Castiglione, se ne starà fuori.
      Sulle qualità tecniche, gli dirò di leggere quello che hai scritto ( se non l’ha già fatto) ma non mi pronuncio: come di certo avrai ben capito, si tratta di mio figlio….
      Comunque, grazie.

  7. pepito 5 anni ago
    Reply

    X paganico É vero se ti ricordi bene nel finale sul 4-3 punizione bernetti e miracolo del portiere ( uno dei migliori della categoria) dopo 1 minuto punizione lenta e centrale paperona del portiere clamorosa .Però che partita mi sono veramente divertito giocherei tutte le domeniche con voi anche se perdiamo!!!!!!Unsaluto

  8. pepito 5 anni ago
    Reply

    X amiatensis Crepi il lupo ma la vedo male la nostra non è una squadra da lotta siamo troppo bellini . Per salvarsi ci vuole altro grinta , tenacia ,qualche pallone in tribuna e un po di cattiveria agonistica cmq noi siamo. Questi e i tifosi lo sanno prendere o lasciare.Un saluto !!!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news