Coppa Passalacqua, stasera la finale. Bernabini e Fusini: “Vogliamo vincere”

Nella foto Francesco Luzzetti con l'ex assessore allo sport, Paolo Borghi

Novanta minuti, più eventuali extra time, per la gloria. Nuova Grosseto ed Albinia si giocano questa sera la quarantunesima edizione della Coppa Bruno Passalacqua. Il calcio d’inizio è fissato per le 21.15 quando i riflettori del Tavarnesi di Braccagni illumeranno per l’ultima volta il terreno di gioco: la finale pone sul piatto una coppa che è l’epilogo di un torneo duro, combattuto, e che ha visto forse due delle migliori formazioni al via. Dal 4 maggio, gara d’esordio della competizione, ad oggi, la Coppa Passalacqua ha animato, creato entusiasmo, appassionato, reso felice ed in alcuni momenti intristito giocatori, allenatori e società. Il torneo organizzato dal Milan Club di Grosseto di Francesco Luzzetti è giunto al suo ultimo atto. La Nuova Grosseto di Fabio Bernabini è giunta a questa sfida dopo l’amara finale dello scorso anno, quando i grossetani furono sconfitti dal Gavorrano, e dopo una cavalcata importante in questa edizione. Galloni e soci hanno chiuso in testa il proprio girone, regolando San Donato e Ribolla e pareggiando con la Castiglionese. Nei quarti la Nuova Grosseto ha svoltato, eliminando l’Atletico Piombino, che nello stesso campionato Regionale aveva trionfato, e vincendo in semifinale il derby contro il Saurorispescia. Trascinatore del team di Bernabini è senza dubbio Edoardo Galloni, capitano e bomber che, con 6 reti, tallona Coli dell’Albinia che di reti finora ne ha segnate 7. Proprio la formazione rossoblù è forse l’avversaria peggiore da affrontare in questa edizione. I ragazzi di Luciano Fusini sono arrivati a questo appuntamento dopo il passaggio agievole in semifinale contro l’Argentario, ed un percorso tutto sommato tranquillo, sia nel girone di qualificazione che ai quarti. Diciotto gol segnati, miglior attacco della competizione, e Coli finora capocannoniere della coppa. Due formazioni quindi che, sulla carta, potrebbero avere le stesse possibilità di trionfare, anche se il team di Fusini parte con i favori del pronostico. Comunque sarà il campo a parlare.

“L’Albinia è senza dubbio favorita almeno sulla carta- esordisce il tecnico della Nuova Grosseto Fabio Bernabini-, hanno ragazzi che hanno giocato tutto l’anno in Promozione, ed altri che sono stati nel giro della prima squadra. Sono giocatori esperti. Dal canto nostro noi per il secondo anno siamo qui, è il secondo anno che facciamo bene. Abbiamo qualche defezione, ma sono cose che fanno parte di un torneo così lungo: Paglino e Ferraro sono in dubbio, vediamo all’ultimo momento. Ce la giochiamo senza tanti tatticismi, valorizzeremo i nostri punti di forza. Andiamo avanti tranquilli, arrivati in finale è logico che l’obbiettivo è vincere, quando si è in ballo si balla”.

“Mancherà Chiatto – spiega Luciano Fusini, allenatore dell’Albinia -, per noi un’assenza importante. Quelli che scenderanno in campo sono tutti ragazzi bravissimi, che finora si sono impegnati. Ce la giocheremo. La Nuova è una buona squadra, quando arrivi in finale vuol dire che hai qualità. Mi auguro di vincere per i miei ragazzi, sarebbe per loro una grande soddisfazione. Speriamo sia una partita corretta”.

1 Comment
  1. Grifo1912 4 anni ago
    Reply

    Io la partita l’ho vista. L’Albinia mi è parsa migliore nei fondamentali, nella velocita di esecuzione e nella posizione in campo dei singoli. Ma la Nuova ha avuto molta sfortuna nella seconda parte del secondo tempo quando traversa e interventi miracolosi del portiere hanno salvato l’Albinia dai supplementari. Comunque secondo me ha vinto la squadra piu forte in tutti i reparti.
    Unica nota negativa il fondo del campo che non ha permesso una sola volta al pallone di rotolare come si dovrebbe.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW