Presentazione e pronostici della 29° giornata in Prima Categoria: ci saranno i primi verdetti?

Una fase di Sant'Andrea-Manciano

GROSSETO Dopo la sosta di due settimane, torna il campionato di Prima Categoria, con gli ultimi 180 minuti (forse..) del girone F che promettono emozioni e scintille a tutte le latitudini di classifica. Un periodo di stop che forse è servito alle squadre per preparare al meglio gli ultimi impegni, ma che potrebbe in qualche modo aver interrotto il ritmo: sarà il 29’ turno a rispondere a questi quesiti, con tante partite-chiave. La coppia di regine Sant’Andrea e Argentario puntano al successo pieno per poi giocarsi la stagione in una domenica finale mozzafiato: il team di Tommasi trova sulla propria strada la già salva Amiata, e quindi il compito sulla carta sembrerebbe agevole, qualche difficoltà in più per l’Argentario che va nella tana di un Pianella invischiato nella lotta per non retrocedere. L’entusiasmo e il ruolino di marcia dei santostefanesi, unito alla carica dei tanti supporters al seguito, spinge però il pronostico a favore di Schiano e compagni. Nella congestionata (cinque squadre in due punti) parte alta della classifica, il Quercegrossa vuole rimanere in scia nella però non semplice gara con il Fonteblanda, mentre il San Quirico, dopo lo scivolone prima della sosta proprio contro la compagine dell’ex Marchi, si affida al Mangiavacchi per mettere nel mirino la Fonte Belverde con il doppio compito di chiudere definitivamente il lotto delle prime cinque e tenersi una chance per riacciuffare eventualmente anche la leadership finale. Stesso discorso per il Gracciano, che però si trova sulla propria strada un Manciano che, dopo la sfortunata parentesi di Firenze, cerca punti pesanti per chiudere la pratica salvezza. Situazione caotica in testa ma anche nelle retrovie, dove praticamente, Alberese e Bettolle lottano per evitare la retrocessione diretta, mentre dal Manciano al Fonteblanda si guarda ad evitare i playout. L’Alberese di Cardarelli deve necessariamente cogliere i tre punti con il tranquillo Torrita per continuare a sperare, magari ricevendo buone notizie da Bettolle dove gioca lo Scarlino, anch’esso volenteroso di brindare alla salvezza, una situazione stravolta nell’ultimo mese dall’exploit della Virtus Chianciano, che con cinque successi consecutivi è passata dall’ultimo posto a una eventuale salvezza che passa da un risultato positivo col Torrenieri. La penultima domenica di campionato, con fischio d’inizio fissato alle ore 16 riuscirà probabilmente ad emettere alcuni verdetti definitivi di una delle stagioni più  incerte degli ultimi anni. Situazione invece fluida per il Massa Valpiana nel girone D: il team di Cavaglioni è ormai certo del settimo posto e saluterà i tifosi al Poggio con l’impegno contro il Saline, formazione pisana che ha ancora qualche remota chance di lottare per il titolo.

Il programma: Alberese-Torrita (arbitro Picinotti di Arezzo), Bettolle-Scarlino (Marinai di Firenze), Fonteblanda-Quercegrossa (Pistolesi di Piombino), Gracciano-Manciano (Bertelli di Firenze), Pianella-Argentario (Mazzoni di Prato), Sant’Andrea-Amiata (Ferretti di Livorno), San Quirico-Fonte Belverde (Artini del Valdarno), Virtus Chianciano-Torrenieri (Sbardellati di Arezzo). Girone D: Massa Valpiana-Saline (Buttà di Siena).

GIRONE F

 

ALBERESE – TORRITA  1X

 

BETTOLLE – SCARLINO  X2

 

FONTEBLANDA – QUERCEGROSSA  1/2

 

GRACCIANO – MANCIANO  1/2

 

PIANELLA – ARGENTARIO  X2

 

SANT’ANDREA – AMIATA  1

 

SAN QUIRICO – FONTE BELVERDE  1X

 

VIRTUS CHIANCIANO – TORRENIERI  1X

 

GIRONE D

 

MASSA VALPIANA – SALINE  X2

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW