Albinia, the end

Nella foto lo storico capitano dell'Albinia Sgherri

Il Chiusi passa con il minimo sforzo ad Albinia e condanna la squadra rossoblu alla retrocessione. Questa è la sintesi del match disputato al Combi in questa prima Domenica di Primavera, un riassunto amarissimo e sconfortante che dipinge in tutta la sua fosca amarezza la nera realtà dei fatti in casa rossoblu.

Poco da raccontare su una partita avara di spunti interessanti. Dopo un primo tempo in cui si sono registrate sporadiche occasioni da parte di entrambe le squadre, in apertura di ripresa da un calcio d’angolo è nato il goal dei senesi che è costato all’Undici di Andretta la crudele sconfitta e la retrocessione.

Ad affossare in maniera definitiva gli albiniesi anche i risultati degli altri match: la Rignanese ha superato 1-0 il Foiano ed il Sangimignano ha battuto con un rotondo 2-0 la Bucinese.

Con le rivali a 36 punti in graduatoria, i calcoli sono presto fatti e sono nefasti per la società di Vaselli che ha ben 14 punti di svantaggio rispetto alla ormai teorica quota-playout.

A questo punto per la squadra maremmana non rimane che disputare le ultime Due partite rimaste, contro San Giovanni Valdarno e Baldaccio Bruni, prima di porre una pietra tombale su questa sciagurata stagione e gettare le basi per pianificare al meglio il proprio futuro. Sipario.

Albinia-Chiusi 0-1

Albinia: Marzocchi, Lorenzini, Terenzi, Sgherri, Signorini, Guglione (51′ Casamonti), Raito (73′ Guerrera), Saloni (71′ Anichini), Nieto, Consonni, Coli.
A disp.: Palmieri, Breschi, Gleb, Rosati. All.: Andretta
Chiusi: Delfino, Piccirillo, Socea, Carioti, Panizzi, Fanfano, Muccifori, Ercolanoni, Graziani, Acatullo (87′ Balloni), Dongarrà (58′ Filosi)
A disp.: Pasquini, Feri, Garosi, Tistarelli, Tiberini. All.: Sarti
Arbitro: Baschieri (Lucca)
Assistenti: Di Ciao e Corcione (Pisa)
Marcatori: 48′ Piccirillo
Ammoniti: Anichini, Sgherri, Consonni (A)
8 Comments
  1. Anonimo 5 anni ago
    Reply

    Spendete di meno e correte di più

  2. Bart 5 anni ago
    Reply

    Grande Vaselli……so’ contento per te……si vede che quei soldi che hai preteso per il cartellino di un ragazzo che grazie a te avrebbe smesso di giocare non ti so’ bastati ….. ha ragione l’ anonimo…. prova a spendere meglio invece di raccattare gli spiccioli a chi non li ha !!!!!!!!!!!!!!

    • capodomo 5 anni ago
      Reply

      Vaselliiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!! Vinciiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!

  3. Osservatore 5 anni ago
    Reply

    Se è vero come si dice che vaselli molla, chi sa dare delle anticipazioni sulla prox stagione (presiente allenatore organico)… Personalmente farei una squadra con ragazzi del posto motivati e due tre elementi di esperienza per farli crescere…

  4. Anonimo 5 anni ago
    Reply

    Ripeto spendete di meno e correte di più. Il ridicolo viene sempre fuori. Promozione avanti tutta ahah

  5. Anomimo 5 anni ago
    Reply

    Avere giocatori di QUALITA e tenerli ci in panchina ci vuole un bel coraggio

  6. Anomimo 5 anni ago
    Reply

    Un cinelli non li avrebbe snobbati e poi si mettono in campo giocatori che sono nelle migliori condizioni

  7. exitfrom 5 anni ago
    Reply

    Non critichiamo tanto il lavoro del Vaselli, di questi tempi è dura per tutti, partiamo dalla categoria Allievi 97 non ci sono molti che possono fare le regionali e quando ti trovi a giocare con i 98 e 99 contro tutti 97 non è facile per nessuno e quando chiedi ai ragazzi delle zone limitrofe di venire a giocare ti senti dire di no per l’impegno fisico che economico dei genitori. Le altre società scelgono tra 40 ragazzi per una rosa di 18 giocatori pari livello l’Albinia và a giocare con un massimo 12-13 ragazzi compresi i 99. I juniores erano partiti bene poi si sono persi per strada alcuni ragazzi che il Mister ci contava mal sostituiti con il mercato di Gennaio ma d’altronde a questi livelli nel mercato invernale è difficile fare affari anzi devi prendere ragazzi scontenti o poco professionali di conseguenza si vedono i risultati. La prima squadra invece è stata molto danneggiata da errori arbitrali perchè i ragazzi sono stati tutti seri allenandosi bene per tutta la settimana ma la domenica arrivava immancabilmente la mala sorte e vi garantisco che la differenza tra le altre squadre non era poi così forte, anzi. Comunque ormai è andata speriamo che la nuova dirigenza non faccia l’errore di trattenere ragazzi che vogliono andare in altre società attaccandosi ai merdosi soldi tralasciando la parte umana del calcio che è bellissima. Per farsi chiamare Presidente bisogna esserlo veramente.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news