Vigilia di Gavorrano-Grosseto. Sanna: “Non ci faremo condizionare dalla vittoria in Coppa Italia”

il tecnico Marco Sanna

Grosseto Vigilia del primo storico derby maremmano in campionato tra Gavorrano e Grosseto (ma i tifosi biancorossi non lo considerano tale, ndr). Vediamo quanto ha dichiarato mister Sanna in conferenza stampa.

<<Ogni incontro è una storia a sé. Lo sappiamo tutti. A Savona siamo andati benissimo, mentre domenica siamo stati capaci di perdere con un solo tiro subito a fronte delle nostre quattro occasioni da gol che non abbiamo concretizzato. Ecco, dobbiamo essere più cinici in fase realizzativa, più cattivi sotto porta. Abbiamo lavorato molto in settimana anche sotto questo aspetto. Dobbiamo trovare anche continuità di risultati. Detto ciò, sono certo che la vittoria in Coppa Italia a Gavorrano non ci condizionerà, perché domani si tratterà di campionato e per il fatto che siamo consci di affrontare la prima in classifica, una squadra che sa stare benissimo in campo, un’avversaria davvero tosta. Nonostante ciò, punteremo a fare risultato, perché è nelle nostre corde. Inoltre, vogliamo riscattare la sconfitta di domenica contro il Finale. Ho a disposizione ragazzi seri, che si impegnano sempre e che non molleranno mai, almeno fino a quando ci sarò io. Certo, riguardando la partita di domenica, ho notato che c’è stato un abbassamento di un po’ tutti i livelli, ma, nonostante il risultato negativo, la nostra prestazione non è stata da buttare. Il problema vero è che non abbiamo concretizzato le numerose occasioni avute, sintomo di un atteggiamento sbagliato e da correggere. Tuttavia, la squadra è unita e affatto preoccupata dalle voci esterne. Ai tifosi grossetani dico di stare tranquilli, perché nessuno dei miei ragazzi rema contro e tutti si impegneranno fino alla morte, sudando e lottando per i colori che indossano>>.

5 Comments
  1. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    Il Grifone e’ una rapace mediterraneo dal carattere ferreo e leonino provvisto di becco ricurvo e artigli per afferrare la preda praticamente in estinzione di cui qualche esemplare e’ rimasto sulla costa slava e sulla costa sarda. Uno di questi e’ volato fino a noi sorvolando il mar Tirreno e si chiama Marco Sanna.

  2. sportivo 3 anni ago
    Reply

    se nessuno rema contro allora mr….siete proprio scarsi

  3. Maremmano di ferro 3 anni ago
    Reply

    Bellissimo l’intervento di Attilio Regolo…. Purtroppo il Grifone é un animale chimerico che sopravvive esclusivamente tra gli albi araldici per pochi gentilizi… E di sardo non ci vedo nulla… Ancora parole, parole, parole… Rimpiango il mitico Alberto Lupo che ci faceva sognare nella calda primavera del ’72. A domani sera, caro Attilio!!!!!

    • attilio regolo 3 anni ago
      Reply

      Beh, veramente onorato, di essere accostato ad Alberto Lupo mentre cercava di sedurre “a parole” la mitica Mina. “Spes ultima dea” (la speranza e’ l’ultima a morire) dicevano i nostri lontani antenati latini con riferimento al mito greco della Dea Speranza che resta tra gli uomini, a consolarli, anche quando tutti gli altri dei abbandonano la terra per l’Olimpo. A domani sera caro “Maremmano di Ferro”.

  4. Sesto 3 anni ago
    Reply

    Con tutto il rispetto per chi la pensa diversamente, a me di questo derby-burletta non me ne può fregare di meno: che vinca 3-0 il Gavorrano (cosa assai verosimile) o che vinca 3-0 questo “non-Grosseto”, il mio modo di vedere le cose non si sposterà di un millimetro. A me interessa solo capire se e quando potrà rinascere il VERO GRIFONE, ossia la gloriosa UNIONE SPORTIVA GROSSETO.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news