Connect with us

Calcio

Coppa Passalacqua: il Manciano cala il poker contro il Braccagni

Manciano – Braccagni 4-0 (3-0)

MANCIANO: Balocchi, Amorosi (30′ st Borzi), Mecheroni, Magrini (36′ st Manuca), Foscoli, Pepe, Manetti (20′ st Sgherri), Di Virginio, Vasile (38′ st Rossi), Celestini, Angelini (13′ st Caprini). A disposizione: Nesti, Stauciuc, D’Angiolella. Allenatore: Michele Maggio.

BRACCAGNI: Cusi, Zenobi (41′ st Calvellini), Callai (46′ st Marconato), Di Manno (38′ st Lombardi), Chiaromonte, Balestri (28′ st Attilio), Franceschi, Nastro, Campanale, Cencioni, Perini (25′ st El Maizi). A disposizione: Gatti, Salamone. Allenatore: Luciano Frati.

ARBITRO: Rocchiccioli (assistenti Paoli e Lumetta) sezione Aia di Piombino.

RETI: 24′ Celestini, 27′ Di Virgilio, 39′ Vasile, 21′ st Sgherri.

NOTE: espulso Celestini al 44′ st. Ammonito Balestri. Calci d’angolo 3-4. Recupero: 0′ + 4′.

GROSSETO. Non bastano al Braccagni volontà e tenacia per colmare la differenza tecnica con il Manciano. I ragazzi di Maggio, alla fine, si impongono per 4-0 dando concretezza ad una superiorità mai in discussione. Il primo tiro è di Perini al 3′, fuori. Il Manciano prende possesso del centrocampo e si allunga in avanti. Cusi al 6′ risolve una pericolosa mischia nata nell’area piccola e al 10′ deve volare per respingere un calcio piazzato. La pressione del Manciano aumenta esaltando le doti di Cusi impressionante al 16′ nel fermare una conclusione dalla distanza minima di Vasile e al 17′ nel deviare il tiro di Angelini. I segnali sono inequivocabili e sfociano nel vantaggio dei biancorossi. Celestini da fuori area piazza una traiettoria ad effetto, che supera Cusi, 1-0. Trascorrono 3′ e il raddoppio è realtà: punizione di Vasile, sul secondo palo spunta la testa di Di Virgilio e la palla è in fondo al sacco. I verdi di mister Frati cercano di tamponare il gioco del Manciano senza trovare le giuste contromosse. Al 39′ Vasile colloca all’angolino un  diagonale secco, che non lascia scampo a Cusi, 3-0 e riposo.

Nella ripresa i ragazzi in verdi gettano sul terreno tutta l’energia che conservano per cercare il gol consolatorio. Al minuto 21, cioè 60 secondi dopo essere entrato in partita, Sgherri raccoglie un lungo lancio trasformandolo nel quarto gol del Manciano. Il Braccagni non demorde. Attilio al 39′ conclude l’azione con una rovesciata che meritava ben altro ma esce oltre la traversa. Celestini al 44′ offende il direttore di gara rimediando il rosso diretto. L’ultimo sforzo del Braccagni è un tiro a botta sicura deviato casualmente in area. Anche un pizzico di sfortuna nega la rete della bandiera










Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
0
Would love your thoughts, please comment.x