Connect with us

Grosseto Calcio

Us Grosseto, il punto dopo l’8ª giornata

Il match Viterbese-Us Grosseto, valevole per l’8ª giornata del girone B di Serie C, è stato vinto dai biancorossi grazie al bellissimo gol dalla distanza realizzato da Fratini. Dunque, primo successo grossetano in campionato e seconda vittoria al Rocchi dopo quella ormai lontana del 1977.

COSA FUNZIONA
Ieri abbiamo rivisto il gruppo, quel gruppo granitico che ha sempre contraddistinto le squadre di Magrini. A Viterbo non abbiamo certo assistito a un grande spettacolo, ma vanno compresi il momento e la posta in palio. Ultima (Viterbese) contro penultima (Grosseto), due squadre (le uniche del girone) ancora senza vittorie. Alla fine hanno prevalso i biancorossi e per i laziali, nonostante il cambio in panchina, adesso è notte fonda. Una vittoria importante giunta dopo una condotta di gara attenta, con i giocatori sempre pronti a sacrificarsi e ad aiutarsi vicendevolmente. Ci sono state alcune occasioni per parte e, con molta probabilità, il direttore di gara non ha concesso un evidente fallo da rigore al Grifone, ma ormai non conta. Pesano parecchio, invece, i tre punti conquistati dagli unionisti che adesso sono quintultimi, a quota 7. Mostruoso, poi, Barosi, sempre attento e autore di tre interventi decisivi, con una parata prodigiosa poco dopo il vantaggio maremmano. Molto bene anche la fase difensiva e a proposito di difesa quella biancorossa adesso è la quinta migliore del girone B. Positivo pure gli ingressi in campo di Ghisolfi (che ha consentito alla squadra di non abbassarsi troppo) e Artioli (lucido e dinamico a centrocampo), due elementi che torneranno sempre più utili a Magrini. Precisi, attenti e implacabili i centrali Ciolli e Siniega, bene Semeraro, ma partita decisamente positiva di quasi tutti. Menzione a parte, poi, per Fratini, a volte criticato per la sua mancanza di dinamicità, ma elemento dai piedi buoni e dotato di una capacità di lettura del gioco non comune. Ieri, schierato titolare al posto di Vrdoljak, ha preso in mano il centrocampo biancorosso e nel secondo tempo, in una fase di stanca della partita, si è inventato il gol col quale il Grifone è tornato ad espugnare il Rocchi dopo ben 34 anni. Tra l’altro, è stata appena la seconda rete biancorossa in 7 confronti di campionato giocati nella Tuscia.
COSA NON FUNZIONA
La fase realizzativa continua a stentare come dimostrato dalla miseria dei 4 gol insaccati dal Grosseto in 8 partite di campionato. Non a caso, i biancorossi sono quelli che hanno segnato il minor numero di gol nel girone, preceduti (e non può essere un caso) da squadre dei bassifondi della classifica, ovvero da Teramo, Fermana e Pistoiese con 6, Viterbese con 7 e Lucchese con 9. Il Grifone, però, a differenza delle predette avversarie, vanta una difesa solida. Per pura curiosità, evidenziamo che nei piani alti del girone B c’è l’anomalia Cesena, visto che la formazione romagnola, seconda in classifica, ha realizzato appena 8 reti, ma ne ha subite solo 3 (migliore difesa del girone insieme alla Reggiana e al Siena). A noi, però, interessa il Grosseto ed è indubbio che ai maremmani manchino i gol dei propri attaccanti, visto che il solo Scaffidi è riuscito ad andare a rete, mentre le altre realizzazioni sono state di Cretella, Vrdoljak e Fratini, tutti centrocampisti. In alcuni momenti del match, poi, è sembrata mancare un po’ di qualità a centrocampo, ma le sostituzioni effettuate hanno rimesso a posto le cose.
COSA ASPETTARSI
Partiamo dal presupposto che il Grosseto nelle prime 8 giornate di campionato ha affrontato 3 delle prime 5 in classifica (Cesena, Ancona Matelica e Gubbio) e sabato prossimo al predetto trio aggiungerà la battistrada Reggiana. Ovviamente, ciò non vuole essere una giustificazione alle difficoltà incontrate fin qui dai maremmani, ma è un dato oggettivo da tenere in considerazione. Comunque sia, contro gli emiliani c’è da attendersi un Grifone prima maniera, ovvero quello che ha sempre riempito d’orgoglio il petto dei sostenitori biancorossi. Una squadra capace di battagliare con tutti fino al triplice fischio finale. Per questo, speriamo che la vittoria di ieri a Viterbo possa essere stata una sorta di spartiacque. Un successo dal quale ripartire con slancio e con ritrovate sicurezze, perché vincere aiuta a vincere e fa crescere tutti quanti. La Reggiana verrà in Maremma per espugnare lo Zecchini, ma crediamo che di fronte a sé non troverà il brutto Grosseto visto contro Fermana e Cesena, ma quello baldanzoso osservato con Modena, Ancona Matelica e Gubbio. Quando, poi, si sbloccheranno anche gli attaccanti, le difficoltà incontrate finora forse diventeranno solo un ricordo. Comunque, Reggiana a parte, il match successivo sarà un altro scontro salvezza e verrà giocato ancora in casa, ma col Teramo. Arrivarci, se possibile, dopo aver fermato la capolista, potrebbe aiutare parecchio.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Ha condotto per tre anni le trasmissioni web Il lunedì del Grifone e D lunedì c'è il Grifone. È il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv e su Eleven Sports, nonché del Follonica Gavorrano e dell'Us Grosseto Primavera 3. Ha collaborato anche con Sportitalia.

Advertisement
2 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Come ho già avuto modo di dire, la vittoria di Viterbo (contro una squadra modestissima e sicura candidata alla retrocessione) è importante e preziosa, ma lascia sostanzialmente immutate le perplessità e le preoccupazioni riguardo allo scenario che si prospetta quando siamo quasi a metà girone d’andata: il Grifone attuale ha una difesa discreta, un centrocampo accettabile, ma un attacco assolutamente sterile ed è chiaro che, segnando in media un goal ogni due partite, non si va da nessuna parte. Il prossimo turno è proibitivo e solo un miracolo consentirà di uscirne indenni; a questo punto diventa essenziale vincere contro le dirette concorrenti per la salvezza, come si suol dire sono punti che valgono il doppio. Per il resto rimango fondamentalmente scettico e pessimista: l’organico, temo, questo è e questo resta: se ci fosse stata la possibilità e la volontà di irrobustirlo, da mo’ sarebbe stato fatto, né credo molto a svolte clamorose grazie al mercato invernale, che peraltro è ancora lontanissimo.

Sono d’accordo con Yuri su COSA FUNZIONA: lo spirito battagliero di ieri deve essere quello che ci accompagnera’ per le prossime 30 giornate, ieri ho rivisto quell’atteggiamento aggressivo dello scorso campionato, che ci permise di raggiungere la salvezza.
La fase difensiva ad oggi (dico ad oggi per scaramanzia🤞🤞🤞) deve essere l’altro caposaldo su cui ripartire.
COSA NON FUNZIANA: chiaramente il reparto offensivo che deve sbloccarsi.
Ieri aggiungerei anche l’arbitraggio, veramente ostile, nel dubbio ci ha fischiato tutto contro ed ha usato due pesi e due misure con i cartellini gialli, graziando i Viterbesi a più riprese, per concludere il colossale rigore non fischiato a nostro favore ad inizio ripresa.
Veramente scandaloso!!!!!!!
COSA C’È DA ASPETTARSI: che questa vittoria serva per il morale ed aumenti l’autostima della squadra, perché in gruppo così giovane ne aveva proprio bisogno, poi mi auguro che questa Vittoria sia da stimolo alla società per CAMBIARE IDEA ed INGAGGIARE un paio di elementi d’esperienza (speriamo cominciando da Boccardi) per allungare la rosa, perché anche ieri abbiamo cominciato con CINQUE under in campo e per chi non ci ha fatto caso, abbiamo terminato con OTTO under in campo.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x