Connect with us

Calcio

Un buon Grosseto, trafitto in contropiede dal Renate

Published

on

Grosseto Renate

RENATEUS GROSSETO 2-1
RENATE (3-4-1-2): Gemello; Anghileri, Silva, Possenti; Guglielmotti (84′ Lakti), Rada, Ranieri (64′ Galuppini), Santovito (71′ Burgio); Kabashi; Giovinco (71′ Sorrentino), Maistrello (84′ Vicente). A disposizione: Bagheria, Merletti, Marafini, Magli, Marano. All. Aimo Diana.
GROSSETO (4-3-1-2): Barosi; Raimo, Gorelli, Kalaj (62′ Polidori), Campeol; Sersanti (83′ Merola), Vrdoljak (70′ Kraja), Cretella; Sicurella; Boccardi (83′ Moscati), Galligani (83′ Stijepovic). A disposizione: Comparini, Chiorra, Giannò, Simeoni, Consonni, Scaffidi All. Lamberto Magrini (squalificato, sostituito da David Stefani).
Arbitro: Mario Saia di Palermo.
Assistenti e quarto ufficiale: Giuseppe Maiorino di Nocera Inferiore e Federico Fratello di Latina; Giuseppe Emanuele Repace di Perugia.
Reti: 43′ rig. Kabashi, 51′ Galligani, 77′ Rada.
Ammonizioni: 35′ Sersanti, 37′ Sicurella, 55’Kalaj, 59′ Maistrello, 68′ Guglielmotti, 70′ Raimo, 92′ Lakti.
Calci d’angolo: 8-2 (6-0 primo tempo)
Recupero: 1′ pt. e 4′ st.

Un buon Grosseto esce sconfitto immeritatamente per 2 a 1 dal match contro il Renate al termine di un incontro ben interpretato dai ragazzi di Lamberto Magrini che sono stati piegati dalla rete arrivata in contropiede al minuto 77 da Radda.

Schema tattico – Il Grosseto scende in campo con il collaudato 4-3-1-2 con Sicurella alle spalle del duo di attacco Galligani-Boccardi. In difesa è Kalaj a sostituire lo squalificato Ciolli. Centrocampo tutto di qualità con Vrdolijak supportato da Sersanti e Cretella.

Primo tempo – Sono i padroni di casa di Aimo Diana a partire forte e a chiudere il Grifone nella propria metà campo. Al 15′ errore grave in disimpegno di Gorelli che serve palla orizzontalmente a Giovinco che la recupera proprio al limite dell’area maremmana, il numero dieci calcia male ed è lo stesso Gorelli a respingere la conclusione rimediando al precedente passaggio errato.

Al 19′ è ancora Renate con l’attacco dalla destra di Kabashi che mette in area, colpo di testa di Giovinco che manda a lato sul palo più lontano. Quattro minuti più tardi break Grosseto con Galligani che fugge sulla destra, entra in area e calcia di prima intenzione, rasoterra bloccato sul primo palo da Gemello.
Al 42′  purtroppo Vrdoljak sgambetta Gugliermotti. Fallo evidente, imprudente l’intervento del centrocampista del Grifone e calcio di rigore per il Renate.
Kabaski si presenta dal dischetto e batte Barosi per il gol dell’1 a 0.
Al 45′ Grifone che è pericoloso con Sersanti che calcia defilato in area, palla che schizza sbattendo sulla parte superiore della traversa e finisce sul fondo.

Secondo tempo – Parte convinto il Grosseto che al 6′ giunge al pareggio su una ripartenza ben orchestrata da Gorelli che serve Galligani che con un diagonale perfetto batte Gemello:
La gara è aperta e le due squadre adesso giocano a viso aperto.
Al 15′ Galligani dalla destra mette un assist rasoterra per Sicurella, tiro di prima intezione, ma il giocatore del Grosseto calcia alto da buona posizione.
Tre minuti più tardi, schema simile all’azione precedente, stavolta è Cretella a mettere in area per Gorelli, che calcia a lato chiudendo troppo l’angolo di tiro.
Al 20′ due occasioni in serie per il Renate con super Barosi che para con la punta delle dita su Maistrello e poi su tiro deviato in mischia del neo entrato Galuppini.

Al 32′ Grosseto infilato in contropiede, dalla sinistra Maistrelllo serve Rada che devia da distanza ravvicinata in fondo al sacco. Azione che parte sul un fallo non accordato su Boccardi al limite dell’area dei lombardi.
Il Grifone non ci sta e spinge sull’acceleratore alla ricerca di un pari che sarebbe giusto per quanto visto in campo, ma il Renate resiste e porta a casa un prezioso successo.

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
1 Comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Anziché un “buon” Grosseto a bocca asciutta, preferirei di gran lunga un “cattivo” Grosseto che però incamera qualche punto. Siamo d’accordo che questa sconfitta era ampiamente prevedibile e prevista, tuttavia sarebbe bello (e utile) che ci fosse di nuovo qualche piacevole sorpresa tipo quelle che in trasferta hanno caratterizzato la fase autunnale del campionato; la sensazione invece è che quel ciclo virtuoso ormai sia solo un ricordo. Alla luce di ciò, sarà opportuno, per non dire indispensabile, vincere a qualunque costo contro le squadre alla portata (a partire dal prossimo turno infrasettimanale), onde evitare di dissipare il margine di sicurezza rispetto alla zona playout, margine che ad oggi è abbastanza rassicurante, ma che si può assottigliare rapidamente se non si riesce a limitare il quantitativo di sconfitte, che ora inizia ad essere alquanto gravoso.




 

 

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: