Connect with us

Calcio

Prima Categoria girone H: i capitani dei vari club pronti a chiedere di ripartire?

Grosseto Un’indiscrezione del giornalista Pietro Fanti di Calcio Senese ha fatto sobbalzare sulle sedie molti dirigenti e allenatori del calcio maremmano. Fanti ha riportato come, in questi giorni, dopo la levata di scudi di alcuni capitani di società che militano in Eccellenza che hanno inviato alla Figc Toscana e al presidente Mangini una lettera chiedendo di tornare a giocare sulla falsariga dei tornei di Serie D, sia imminente quella dei capitani dei sodalizi del campionato di Prima Categoria girone H.

Infatti, in seguito alla succitata missiva, la Federazione ha ritenuto di convocare una riunione lunedì scorso per verificare un’eventuale ripartenza. Alla fine pare che alcune decisioni siano state prese, anche se la spada di Damocle sulla possibile ripartenza in Eccellenza sembra essere rappresentata dai costi dei tamponi rapidi, necessari per ritornare in campo in sicurezza e che, conti alla mano, sarebbero di circa 2500 € a sodalizio per chiudere il torneo.

Intendendo per questo il giocare solo le gare d’andata. 2500 € che, non essendo oggi nelle disponibilità delle società, la Federazione auspica possano andare a carico dello Stato o di qualche ente esterno agli stessi club. Questa opportunità (considerando che la voglia di giocare tra i calciatori è tanta), pare aver stuzzicato anche alcuni capitani delle compagini militanti in Prima Categoria, in particolare quelli del girone H, dove sono inserite anche società maremmane come Manciano, Pitigliano e Amiata.

Presto interpelleremo i dirigenti di tali club per sapere quale sarebbe la loro posizione di fronte alla predetta eventualità; anche se ad oggi, per quello che sappiamo, pare difficile pensare che la richiesta di riprendere i campionati sia partita da qualcuno di loro. Da qualcuno dei loro capitani. Le compagini maremmane, tutte, tranne qualcuna che si conta sulle dita di una mano, hanno manifestato da sempre la propensione a mettere fine a questa annata, che per alcuni non avrebbe nemmeno dovuto iniziare.

Oltretutto, sullo sfondo ci sarebbe da seguire un protocollo molto rigido e questo non sarebbe nulla se di mezzo non ci fossero i costi per far ripartire il tutto, nonostante la “chimera” dell’eventuale pagamento dei tamponi da parte dello Stato o da chicchessia. Insomma, la proposta o provocazione, a seconda dei casi, è stata lanciata.

Vedremo chi la raccoglierà, facendola propria, tra le società di Prima Categoria, anche se la sensazione è che, più che per una ripartenza nelle prossime settimane (incerta e con tanti problemi economici sul piatto della bilancia da risolvere), le compagine maremmani siano per la maggior parte indirizzate a ripartire nella prossima stagione. Chiaramente, in sicurezza, con il pubblico al campo e con la possibilità di mettere in atto tutte quelle azioni necessarie per reperire fondi che possano ridare slancio e far ripartire il movimento dilettantistico. Perché, inutile girarci attorno, senza lilleri non si lallera e ad oggi soldi non c’è ne sono.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x