Connect with us

Grosseto Calcio

Us Grosseto, il punto dopo la 4ª giornata di Serie C girone A

Published

on

Si è chiusa nel migliore dei modi anche la trasferta a Crema col Grifone che ha espugnato il Voltini grazie ai gol in rimonta di Galligani e Boccardi. Un successo, quello unionista, il terzo consecutivo in trasferta, che ha regalato il secondo posto in classifica ai ragazzi di Magrini, pur se in coabitazione con Renate e Novara, a una sola lunghezza dal Lecco.
COSA FUNZIONA
In questo momento è difficile trovare difetti a livello di squadra, perché il meccanismo rodato messo su da mister Magrini fin dall’Eccellenza continua a funzionare. La difesa e la fase difensiva vanno alla grande, il centrocampo sta crescendo e le sei reti messe a segno dai biancorossi nelle prime quattro giornate di campionato portano la firma degli attaccanti. Infatti, tre ne ha realizzate Boccardi (assolutamente decisive), due Galligani e una Moscati. C’è chi prima del campionato pensava che la C potesse essere un campionato troppo difficile per diversi biancorossi, ma il campo, per fortuna, ha spazzato via qualsiasi dubbio. Chiaramente, nonostante la classifica sorrida ai biancorossi, l’obiettivo da raggiungere resta la salvezza.
COSA NON FUNZIONA
Volendo trovare dei difetti, possiamo evidenziare che ancora non sono arrivate le reti dei centrocampisti e dei difensori, fatto inconsueto perché con Magrini la via del gol di solito è ben distribuita. Chiaramente, è solo un fatto temporaneo e col passare delle giornate crediamo che vedremo segnare anche i predetti reparti. L’altra nota negativa continua ad essere la mancanza di un vero specialista sulle punizioni. Infatti, il Grosseto ne ha già calciate diverse in attacco, da posizioni favorevoli, ma senza eccessiva pericolosità.
COSA ASPETTARSI
La riprova che attendevamo per misurare la crescita del Grosseto arriverà sabato allo Zecchini, con una formazione quotata come la Pro Vercelli, attualmente a quota sette punti, frutto di due vittorie, un pareggio e una sconfitta. Una rosa, quella vercellese, con una media-età di 22.8 anni e con un attaccante, Rolando, autore di tre delle cinque reti messe a segno dai piemontesi. Mercoledì 21 ottobre, poi, il Grifone salirà ad Alessandria per affrontare un’altra delle formazioni più accreditate per il successo finale. Nei grigi ci sono due elementi legati, più o meno direttamente, al Grosseto: Cosenza e Arrighini. Il primo è stato un giocatore unionista nell’ultimo campionato di B disputato dall’Us Grosseto (2012-13), mentre il secondo ha schiantato i biancorossi con la maglia del Pontedera nella prima giornata del campionato di Prima Divisione. Una serata magica, quella del 1° settembre 2013, nella quale il Pontedera ha battuto 5 a 2 il blasonato Grosseto, appena retrocesso dalla B, grazie alla tripletta di Arrighini, autore anche di due assist per i compagni. Insomma, dati e ricordi a parte, due partite ravvicinate che sapranno dirci molto sul ruolo e sul valore dei biancorossi in questo campionato.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Ha condotto per tre anni le trasmissioni web Il lunedì del Grifone e D lunedì c'è il Grifone. È il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv e su Eleven Sports, nonché del Follonica Gavorrano e dell'Us Grosseto Primavera 3. Ha collaborato anche con Sportitalia.

Advertisement
5 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Forza ragazzi!

In primis deve dire che la società pur nelle sue difficoltà si è mossa in modo oculato. I Ceri hanno dato vita ad una cosa estremamente positiva che li ha sempre contraddistinti.
Il fatto di aver preso punti con le probabili dirette antagoniste per la salvezza è importante perché sono punti che valgono doppio. E chiaro che bisogna navigare a vista. Però siamo lì e penso che solo chi ne capisce di calcio poteva supporre di essere in alta quota a questo punto. Una cosa è certa:il Grosseto darà filo da torcere a tutti. Analizzando all inizio del campionato le rose delle altre squadre ero pervaso da un certo ottimismo. Poi la mia convinzione deriva dal fatto che abbiamo una panchina lunga con molti giocatori allo stesso livello sia titolari che panchinari
di turno. In ultimo ricordatevi sempre che un giocatore quando sa
giocare a calcio si esprime sempre meglio nelle categorie superiori(vedi per esempio Boccardi).
Un salutone a tutti.

Cosenza è in Calabria, ma Calabria non è in Alessandria 😀

Che questa in primissima fase della stagione il Grifone stia andando ben oltre ogni più rosea aspettativa è fuori discussione. Personalmente, pur essendo ovviamente soddisfattissimo, ho due “piccole” perplessità: la prima è legata alla scarsa esperienza e maturità tecnico-agonistica di gran parte della rosa; la seconda consiste nel dubbio che casualmente sia capitato di affrontare in queste prime giornate squadre di modesta caratura e che, incontrando compagini ben più attrezzate, la musica possa cambiare. Diciamo che tra un mesetto (Covid19 permettendo) capiremo se effettivamente il Grosseto può candidarsi al ruolo di “sorpresa” e “matricola terribile”.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

5
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: