Connect with us

Calcio

Grosseto e Pisa seguono Valenti del Poggibonsi

Published

on

Secondo quanto riportato dagli amici e colleghi di Sienasport.it, il Grosseto e il Pisa starebbero seguendo Niccolò Valenti, attaccante classe 1991,  in forza al Poggibonsi. A quanto si legge, il Pisa lo avrebbe già fatto visionare in occasione di Poggibonsi-Massese, mentre il club biancorosso al momento avrebbe solo preso informazioni sul ragazzo.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
14 Comments
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

14 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Se alla fine del girone di andata il Grosseto fosse a 3/4 punti dalla prima della classe il Comandante dovrebbe tentare un ulteriore sforzo economico,vendendo o scaricando 4/5 elementi dell’attuale rosa e provando a prenderne altrettanti ma scelti in maniera oculata in ragione delle attuali deficienze dimostrate..In caso contrario anche questa annata va considerata transitoria e con l’attuale rosa credo che sia possibile salvarsi in maniera tranquilla.
Resta comunque il fatto che occorre organizzarsi in tempo ed individuare per tempo gli obiettivi che si vogliono perseguire,per evitare,in futuro,false illusioni che non fanno altro che allontanare la tifoseria unionista.

da qui a dicembre non abbiamo partite difficilissime in casa, mentre fuori andiamo ad Ascoli e Prato… se arriviamo a gennaio con una decina di punti di svantaggio dalle prime, spende soldi x il mercato sarebbero risorse sprecate, ormai anche questo campionato sarebbe andato, tanto primo non c’arriveresti più e ai play-off ti farebbero fuori dall’alto, quindi il nostro futuro si decide tutto in questo mesetto pre natalizio, se recuperiamo punti sulle prime, il Comandante si gasa, ci crede e giustamente spende, sennò farebbe meglio a pensare all’anno prossimo o alla vendita della società… e poi, come insegnano in serie a, fare un buon mercato vuol dire anche esse bravi a vendere, non solo a comprare, tutti i bidoni che raccattiamo ogni anno chi ce li prende a gennaio ?!?!

Io farei così: via un portiere, tanto Pini il secondo lo può fare, via Mariotti e Monaco, Longo, Varricchio, Massimo via, Masia purtroppo è rotto, Abbracciante via, Giovio se ci si riesce e Asante! Sono 9 giocatori, se ne prendi 4 con i contro cazzi risali in classifica, se la società invece intende fare un campionato tranquillo va bene anche così. Io, presidente, per prendere 4 giocatori boni mi affiderei a Imborgia, che magari di contorno te ne prende altri 3 però è una garanzia.

Situazione ingarbugliata molto ingarbugliata
Squadra con 16 punti zona play out
rosa foltissima difficile da gestire
Organico buono ma assemblato senza costrutto
esuberi e carenze giovani che dovevano essere validi si sono rivelati mediocri costi elevati non in linea con il campionato mediocre scelta del primo allenatore Silva sbagliata
se questi dati sono indiscutibilmente veri ci viene da pensare che alla squadra di ragazzi del vivaio più i vecchi e sei otto innesti validi come si era detto a inizio stagione avremmo fatto gli stessi punti valorizzando i nostri e spendendo molto ma molto meno come hanno fatto tuttocuouo gubbio ecc ecc

Caro Yuri, ora come ora serve pianificare il prossimo campionato! A gennaio acquistare i giocatori che servono e finire bene il campionato. Poi se con fortuna riusciamo ad entrare nei play-off ce la giochiamo, ma se dovesse andare male avremmo la squadra fatta per il prossimo campionato.
Io con il Siena vorrei vincerlo!!!

Corrono, corrono, e poi ricorrono….e un buon allenatore…..

Chiamasi PROGRAMMAZIONE. Cosa che a Grosseto non è mai esistita con Camilli che cambia 5 allenatori all’anno e 15 giocatori ogni sei mesi! Ci vuole il giusto mix tra giovani e anziani esperti! Questo ragazzo merita e non è vero che chi gioca in D non può giocare e far bene in categorie superiori!

È’ proprio quello che ci serve!! Ma via forza stiamo scherzando?? Al Monza Lega Pro girone A, i giocatori hanno messo in mora la società, da Gennaio sono tutti svincolati ci sono giocatori come Gasbarroni, Virdis, d’Alessandro che farebbero la fortuna di qualsiasi squadra, ma un ci devo pensare io ma quel signore che ricopre la carica di DS!

ma 6 matto? se prendi gente dal passato glorioso come Gasbarroni non va bene xchè saranno sicuramente rotti e strapagati, se invece li prendi giovani e sconosciuti dalle giovanili di serie A non va bene xchè saranno scarsi, non hanno mai dimostrato niente e se erano boni se li tenevano le grandi squadre… ok, ma allora che si deve fa ?!?! come fa il Carpi quest’anno ad esse primo in serie B con 2000 tifosi allo stadio e quasi tutti i calciatori che a mala pena avevano qualche presenza in lega pro? i misteri del calcio…..

Forse alla base c’è una società presente che ha fatto un programma di percorso ?

riporto notizie sponda Poggibonsi e il giocatore è appetito dal Siena (Serie D) mentre un collaboratore di Vitale (Pisa) era a vedere l’ultima partita del Poggibonsi.

Giocatorone prendiamolo subito !!!

 

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

14
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: