Connect with us

Calcio

Il Grifone è sfortunato, ma non punge e l’Ascoli, cinico, vince (0 a 1)

Published

on

  0   1  
          3-5-2   4-3-2-1          
e a g sostituzioni GROSSETO   ASCOLI sostituzioni g a e
          Lanni 1 Russo          
  51′       (cap.) Formiconi 2 Di Gennaro       53′  
          Legittimo 3 Giacomini          
          Obodo 4 Randall       6′  
          Burzigotti 5 Bianchi          
          Terigi 6 Schiavino          
          Dicuonzo 7 Falzerano          
      60′ esce Bombagi 8 Pestrin (cap.)          
      65′ esce Giovio 9 Malatesta esce 52′   51′  
      67′ esce Esposito 10 Tripoli          
  24′       Onescu 11 Vegnaduzzo esce 81′      
          Stefano Cuoghi All. Pergolizzi          
          Pini 12 Pazzagli          
          Colombi 13 Iotti          
      60′ entra Mancini 14 Scicchitano          
      67′ entra Montalto 15 Gandelli          
          Gotti 16 Capece entra 52′      
          Biraschi 17 Carpani          
      65′ entra Scappini 18 Storani entra 81′   90’+2′  
                         
          Arbitro: Manuele Verdenelli di Foligno          
1° assistente: Giuseppe Opromolla di Salerno
2° assistente: Damiano Margani di Latina
     
Reti: 34′ Vegnaduzzo (Asc)
Corner: 13-0 (p.t. 6-0)
Ammoniti: 6′ Randall (Asc), 24′ Onescu, 51′ Malatesta (Asc) e Formiconi, 53′ Di Gennaro (Asc), 90’+2′ Storani (Asc)
Espulsi:
Recupero: 3′ nel secondo tempo

Note: Spettatori 980 (paganti 551, abbonati 429). Incasso totale € 10.038,59 (quota paganti € 6.217,30;  quota abbonati € 3.821,29). Pomeriggio caldo. Sole a tratti. Terreno allentato dopo le abbondanti piogge di ieri e di stanotte. Osservato 1’ di silenzio per le vittime della sciagura di Lampedusa.

Grosseto. Una vera e propria beffa o, se preferite, la classica partita stregata, tutta a senso unico e, di fatto, con il Grosseto 90’ sempre in avanti. Eppure a vincere è stato l’Ascoli che col tocco sporco, ma vincente, di Vegnaduzzo ha fatto sua l’intera posta in palio. Un dato su tutti: 13 corner a 0 per il Grifone. Un serie infinita di tiri fuori dallo specchio, alcune parate attente di Russo e, soprattutto, il rigore sbagliato al 7’ da Esposito che ha pesato, evidentemente, sull’andamento dell’incontro. Tuttavia, la squadra biancorossa ha mostrato lacune sia in fase di costruzione (con troppe palle portate avanti  in orizzontale) che realizzative, perché davanti nessuno degli attaccanti unionisti è riuscito ad essere efficace. Una punta in grado di fare la differenza resta una priorità nel prossimo mercato, così come il recupero di capitan Delvecchio, uno la cui esperienza in mezzo al campo è necessaria come il pane.

Esposito sbaglia, Vegnaduzzo no La partita della svolta. Questo deve essere Grosseto-Ascoli, match odierno. Una svolta, chiaramente, in senso positivo. Gli schieramenti iniziali sono 5-3-2 per il Grifone e 4-3-2-1 per il Picchio, allenato da Pergolizzi. Mancano diverse pedine importanti in entrambi i fronti, ma i più penalizzati dalle assenze sono sicuramente i marchigiani. In ogni caso, i maremmani partono forte e già al 3’ si fanno vedere con la conclusione di Onescu. Al 6’, poi, Esposito si procura un rigore. Passa un minuto e lo stesso attaccante grossetano si incarica della battuta della massima punizione, ma calcia male consentendo a Russo di deviare la palla in corner. A questo punto, gli ospiti si galvanizzano, pur non rendendosi mai pericolosi, mentre gli unionisti diventano confusionari e riescono a collezionare soltanto una miriade di corner. In campo, in ogni caso, c’è solo il Grosseto, ma, come spesso accade, la beffa è dietro l’angolo. Infatti, al 34’, su un cross dalla destra, Vegnaduzzo riesce a toccare la palla di prima intenzione, un tocco che anticipa l’intervento difensivo e beffa Lanni. Vantaggio davvero immeritato, ma non c’è niente da fare, l’Ascoli è avanti. Logicamente, l’ultima frazione del primo tempo vede il Grifone generosamente in avanti (ma in maniera sterile) e gli ascolani tutti dietro la linea della palla, a fare densità per difendere l’inaspettato gol di vantaggio.

Picchio, tutti dietro Nella ripresa il tema tattico non cambia, perché il Grosseto continua ad attaccare generosamente, ma le sue punte non pungono e più passano i minuti e sempre più alta è la fiducia che gli ascolani acquisiscono. La riprova che la partita si è terribilmente complicata per i grossetani, soprattutto a livello mentale, è riscontrabile nel fatto che già al 67’ Cuoghi ha esaurito i cambi a disposizione. Fuori, nell’ordine, Bombagi, Giovio ed Esposito e dentro Mancini, Scappini e Montalto. L’Ascoli, invece, che ha sostituito solo Malatesta con Capece, gioca sereno e di rimessa. Aldilà di tutto, il Grifone è anche sfortunato, come al 49’, quando il colpo di testa di Burzigotti, destinato ad entrare, viene fermato sulla linea dalla deviazione involontaria di Giovio.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

 

3′ Tiro da fuori area effettuato da Onescu. Pallone sul fondo di poco.

6′ RIGORE! Rigore procurato da Esposito, atterrato in area da Randall, poi ammonito.

7′ PARATO! Esposito si incarica della battuta del penalty, ma calcia male e Russo devia la sfera in corner.

30′ Dopo mezz’ora di gioco, meglio il Grifone del Picchio. Tuttavia, biancorossi ancora frastornati per il rigore parato da Russo.

33′ Azioni insistita di Obodo in area di rigore ospito. Il nigeriano, poi, tira, ma manda la sfera alta sulla traversa da buona pozione

34′ GOL! Vegnaduzzo raccoglie un cross dalla destra, tocca la palla di prima intenzione e beffa difensore biancorosso e Lanni. Vantaggio decisamente fortuito e immeritato.

37′ Conclusione di Dicuonzo dalla lunga distanza. Tiro insidioso, ma parata sicura in presa bassa da parte di Russo

45′ Il primo tempo si conclude, senza recupero, con gli ospiti a sorpresa e immeritatamente in vantaggi

 

SECONDO TEMPO

 

47′ Discesa e tiro di Esposito. Russo para in due tempi

49′ Grosseto davvero sfortunato. Stacco imperioso di Burzigotti sugli sviluppi del settimo corner unionista, colpo di testa e palla destinata in rete. Giovio, però, involotnariamente, ferma la sfera proprio sulla linea di porta

54′ Punizione a girare calciata da Bombagi da pozione centrale, al limite dell’area ascolani. Pallone sul fondo

75′ Dopo mezz’ora del secondo tempo, la sensazione è quella di un Grosseto generoso, ma sterile in attacco. L’Ascoli, invece, pensa solo a difendersi, seppur con ordine e a ripartire solo occasionalmente.

78′ Sventola dalla lunghissima distanza da parte di Burzigotti. Russo, ben piazzato, blocca la palla al petto

80′ Bordata di Obodo su punizione dal limite dell’area, ma il pallone passa alto a lato del secondo palo

82′ Girata di testa di Montalto, spalle alla porta. Sfera fuori

84′ Conclusione inguardabile di Mancini, da posizione favorevole in area ospite. Fischi meritatissimi

86′ Bel tiro di Montalto da fuori area e parata attenta e sicura di Russo

90′ Altro tiro di Obodo da fuori area. Niente di fatto

90′ Concessi 3′ di recupero.

 

 

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Ha condotto per tre anni le trasmissioni web Il lunedì del Grifone e D lunedì c'è il Grifone. È il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv e su Eleven Sports, nonché del Follonica Gavorrano e dell'Us Grosseto Primavera 3. Ha collaborato anche con Sportitalia.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x