Grosseto: altra settimana nera per il settore giovanile

Nella foto Fabrizio Sonnini (a destra) con Roberto Picardi (a sinistra)

GROSSETO. Un altro fine settimana infausto e senza gloria per il settore giovanile dell’Us Grosseto che in due incontri conquista la miseria di un punticino, con la fortuna che la formazione Berretti ha riposato in campionato.

Pareggio per i più piccoli in quel di Lucca contro i rossoneri, mentre sconfitta per gli allievi nazionali battuti 3 a 2 dall’Empoli. Buona la prova dei ragazzi della coppia Stefani-Biliotti che però non hanno raccolto punti.

Quali sono i problemi maggiori del settore giovanile? Al punto numero uno certamente la mancanza di programmazione, dovuta in parte alle vicissitudine societarie che si sono verificate in estate.
Ma la mia domanda è la seguente: dove sono andati a finire i giocatori della passata stagione che comunque hanno raccolto buoni risultati? Se sono gli stessi allora perchè nella precedente stagione i punti raccolti erano ben diversi dalla miseria di quelli attuali.

Si pensa forse che dando tabellini con cronache “ufficiali” si possono far oscurare i magri risultati? Sinceramente non credo proprio anzi si mette ancora più in evidenza una situazione deficitaria e si cerca di nascondere quelle lacune che sono visibili a tutti.

20 Comments
  1. Le ragioni 5 anni ago
    Reply

    Le ragioni sono tante , troppe e certamente vanno analizzate. Il problema è da chi! i responsabili del settore giovanile, in questi 10 anni sono stati tutti genitori, con tanta buona volontà ma ad eccezione di pochi, con scarsa conoscenza della programmazione e del modo di lavorare con i giovani. Ma comunque certamente il problema è la società, ovvero il presidente che ha sempre detto di non credere nel settore giovanile. Allora c’è poco da fare andiamo avanti in questo modo ma sicuramente non è quello giusto per avere dei risultati.

  2. Mattia buoni 5 anni ago
    Reply

    Mamma mia Sonnini come sei messo! Ahaha

  3. Flok 5 anni ago
    Reply

    Scusa ma già sapevi che la Berretti perdeva?

  4. Il Bicchiere 5 anni ago
    Reply

    Mamma mia che articolo da iettatore…….. “sabato infausto” perchè ha perso una squadra. I giovanissimi hanno pareggiato fuori casa e quelli di Biliotti hanno fatto una bella prova. Quindi hanno solo perso gli allievi nazionali.
    La prima squadra è seconda in classifica.
    Dio mio che disfattismo………

    • Fabio Lombardi 5 anni ago
      Reply

      Lei parla articolo da iettatore, se vuole le fornisco i dati della prima parte di stagione del settore giovanile:

      a) Berretti 5 partite 0 punti 1 gol fatto 9 subiti
      b) All. Nazionali 3 punti 6 partite 6 gol fatti 13 subiti
      c) Giov.Nazionali 2 punti 6 partite 4 gol fatti 13 subiti

      Totale 5 punti in 17 incontri con una sola vittoria, due pareggi, 14 sconfitte. Non vorrei aggiungere altro per non infierire, però prima parlare di gufi o iettatori si abbia il buongusto di informarsi e di parlare con cognizione di causa

      • Flok 5 anni ago
        Reply

        Lei (lLe porgo il Lei visto la risposta ad Il bicchiere) si dovrebbe chiedere e si dovrebbe informare meglio sul settore giovanile;
        la programmazione non c’è mai stata negli ultimi anni;
        i risultati sono la conseguenza di tutto ciò; gestioni del settore giovanile fatte in proprio con persone che si sono unite x PROVARE a creare qualcosa di buono ma alle volte non riesce l ‘autogestione.
        Poi dovrei o potrei chiederLe se Lei si è mai domandato dei tanti ragazzi che hanno smesso o se ne sono andati x vari motivi per esempio tecnico antipatico o gestioni che fanno passare la voglia di correre dietro ad un pallone x divertirsi….

        • Fabio i numeri che hai riportati sono impietosi e si commentano da soli, ma comunque i risultati vanno valutati a fine campionato e sopratuttto, ed è’ l’unica cosa che conta per una società’ come ilGrosseto, l’ottimo sarebbe quello di portare 2/3 elementi ogni anno dalla Berretti alla prima squadra. La convocazione dei 4 ragazzi e’ una buona notizia, e non è detto che a fine anno questo non avvenga

      • Il Bicchiere 5 anni ago
        Reply

        Senta, lei non sarà uno iettatore ma nemmeno un ottimista, questo è poco ma sicuro. Oltretutto sembra che ve le tirate apposta (vedi Pisa, accreditano tutti tranne voi…..). Buttiamola sull’ottimismo, forse il vento cambia……. Gli articoli poi sembra che vengano scritti per far litigare la gente…….. Eddai su, una bella risata voi, una bella grattata noi, e siamo apposto. La ringrazio per non aver infierito (anche se so che le avrei offerto un assist chiedendole il contrario, almeno avrebbe potuto sciorinare le sue elucubrazioni).

        • Fabio Lombardi 5 anni ago
          Reply

          Veramente a Pisa eravamo regolarmente accreditati con due nostri collaboratori. Comunque facciamoci una risata perchè non porto rancore verso nessuno anche perchè il dibattito quando è acceso è anche bello dai…io una risata e voi una grattatina…poi un giorno uscirà fuori chi c’è dietro la regia di tante cose…buon pomeriggio

  5. Colombo 5 anni ago
    Reply

    Ma come?! Il settore giovanile è sempre stato il fiore all’occhiello della società…………….

  6. Non ci prendiamo in giro 5 anni ago
    Reply

    Come dice il titolo, non ci prendiamo in giro il settore giovanile frega solo ai genitori dei ragazzi che giocano con il Grosseto. Non frega a nessuno ho letto il nome Sonnini che è un genitore così come ha detto il primo lettore. Quindi stiamo tranquilli e sereni non ci preoccupiamo tanto dalla Beretti i nostri ragazzi andranno in prima categoria e così via come è sempre stato in questi anni.

  7. lupo 69 5 anni ago
    Reply

    Il problema del nostro settore giovanile e’ rappresentato dal disinteresse della proprietà di conseguenza nelle squadre giovanili oltre alla presenza di OTTIMI ELEMENTI e’ un gran proliferare di figli di dirigenti, figli degli allenatori ed accompagnatori vari e figli degli “sponsor” tutte situazioni che purtroppo tolgono spazio a tanti altri buoni elementi che non sono in possesso dei “sopracitati requisiti” inevitabile quindi l’abbassarsi del livello qualitativo delle squadre giovanili biancorosse

    • Segnalazione 5 anni ago
      Reply

      Cortesemente, potresti farmi i nomi, possibilmente con anno di nascita, dei ragazzi che, secondo te, dovendo far posto a raccomandati, non giocano nel settore giovanile del Grosseto? Non sono un dirigente del Grosseto, vorrei solo andarli a vedere per rendermi conto …. Grazie!

  8. lupo 69 5 anni ago
    Reply

    Portieri: Dani sauro 1998 duchi Castel del piano 1998. Difensori: trillocco castiglionese 1997 potini sauro 1998 fischi sauro 1999 solari nuova 1998 di monaco Invicta 1998 talluri Paganico 1998. Centrocampisti: Andrea Betti casotto 1997 trapanese Invicta 1998 bonato nomadelfia 1997 ferrigni Pitigliano 1998 antongini porto ercole 1998 bucci Paganico 1998. Attaccanti: cungi casotto 1998 subissato sauro 1998 cervetti sauro 1999 russo nuova 1998 brruku Castel del piano 1997. Non voglio essere presuntuoso ma e’ un vero peccato che nessuno di questi ragazzi vesta la maglia del Grosseto. Naturalmente non conosco i motivi se si tratta di scelte tecniche sviste degli osservatori rifiuti dei ragazzi o delle famiglie oppure se e’ causa di raccomandazioni quello che posso dire e’ che nella nostra provincia ci sono tanti giovani promettenti e che secondo me dovrebbero essere maggiormente valorizzati. Forza Grosseto!

  9. classe 1998 5 anni ago
    Reply

    Bravo lupo 69, sei informato sui campionati giovanili. C’è da dire che alcuni nomi sono opinabili e altri sono stati contattati dall’us Grosseto ma non ci sono andati.

  10. rocco 5 anni ago
    Reply

    Veramente Dani, Potini, Fischi, Subissato e Cervetti sarebbero del Gavorrano, visto l’accordo con il Saurorispescia…..

  11. Anonimo 5 anni ago
    Reply

    …c’è un’altra squadra del settore giovanile che invece si sta comportando molto bene, i regionali 2001 di Bonfiglio…Ma forse è meglio continuare ad ignorarla…dovesse contagiarsi…:-)

  12. critico 5 anni ago
    Reply

    Io continuo nel mio pensiero il settore giovanile del Grosseto ha lacune nei dirigenti e sopratutto nei tecnici. Alcuni scelgono i giocatori in base al fisico e non alle qualità inoltre non sono preparati per essere li ma ci sono solo perché fanno parte del gruppo di amici degli amici che ha sempre deciso chi allena e chi no. I risultati negativi più evidenti sono che in 10 anni di professionismo nessuno giovane del settore giovanile ha almeno 15 partite in 1 squadra. Finisco dicendo che oltre a non lavorare bene loro hanno rovinato tutti gli altri settori giovanili

    • L’unica giusta considerazione che hai fatto è quella che da molti anni, nella prima squadra, non gioca nessun giocatore di Grosseto, ma forse, e la gestione di Boccardi quest’anno ne è un chiaro esempio, questo dipende da altri fattori. Passando ai tecnici raccomandati, ti faccio l’elenco di quelli di quest’anno, diversi dei quali erano in panchina anche In quello passato, Bifini, Beretti, moltissime presenza nei prof, Biliotti e Stefani, allievi, anche loro numerose presenze nei prof, Meacci, giovanissimi, numerose presenze e gol nei prof e nel Grosseto, Bonfiglio, giovanissimi regionali, da anni allenatore stimato, anche del Siena, ed ottimo giocatore e Castriconi, esordienti, ottimo giocatore con molte presenze nel Grosseto. Poi se i risultati non arrivano, questo è un altro motivo, da andare a ricercare e considerare sotto altre luci. In merito ai giocatori che restano esclusi, non so se segui le rappresentative provinciali, allievi e giovanissimi, dove in teoria giocano i giovani ‘scartati’ dal Grosseto…beh, sono anni che non passano il primo turno e che prendono belle batoste! Allora forse il problema non sono solo gli allenatori del Grosseto, ed i Dirigenti che, come dici te scelgono solo in base al fisico i ragazzi, ma dovresti andare a cercare, magari in maniera costruttiva, le vere ragioni di questo evidente problema. Io provo a dirtene tre. Le scuole calcio, dove si pensa solo a fare ciccia e dove i tecnici, tranne alcune fortunate, ma rarissime realtà, sono molto improvvisati, soprattutto per stare con i bambini. La dispersione del nostro territorio e la scarsa densità di popolazione che comporta un numero minore di ragazzi con la conseguente difficoltà di raggiungere i centri sportivi (venire da Pitigliano, Manciano, ma anche da Arcidosso, a Grosseto comporta sacrifici enormi, non solo economici). Questa mia ultima considerazione è avvalorata dal numero delle compagini grossetane nei campionati regionali ( quest’anno, sono 6, di cui nessuna bell’e lite) in confronto a Livorno, ad esempio, dove sono oltre 20!!! Poi ci sarebbe anche altre da aggiungere, ma credo di essermi dilungato anche troppo!

      • critico 5 anni ago
        Reply

        Credo che tu abbia spiegato molto bene alcuni dei problemi bel nostro territorio, ma altrettanto credo che avere presenze nel professionismo non dia qualità come tecnico. Forse le da a persone che non sono nel mondo del settore giovanile. Hai fatto il nome di bifini ecco dimmi tranne il fatto di aver giocato quale esperienza ha quali qualità ha “dimentico già tolto dalla berretti affianca meacci”. Certo è che con una società alle spalle sarebbe tutto più facile. ……….e comunque scusatemi ma purtroppo io sono convinto che la meritocrazia sarebbe più giusta

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW