Berretti Calcio Settore Giovanile

Riprende il campionato Berretti

Il campionato Berretti riprende il proprio cammino dopo aver osservato una settimana di sosta per consentire alla rappresentativa Under19 di effettuare un raduno a Prato: Sabato 2 Novembre le Due squadre maremmane saranno impegnate in trasferta in Romagna.

Il Gavorrano di Cacitti, privo dell’infortunato Cretella, vuole espugnare Rimini per conservare il secondo posto in classifica e tentare l’assalto al San Marino capolista; il Grosseto di Picardi, invece, va a Forlì con la speranza concreta di continuare la striscia positiva e risalire in classifica dopo un inizio stagione complicato da alcune partite sfortunate.

La sfida tra Gavorrano e Rimini si annuncia spettacolare: i ragazzi di Cacitti hanno siglato 14 reti subendone Sei, mentre il Rimini di Scozzoli ne ha messe a segno 13 subendone Nove. I numeri parlano di squadre simili e molto competitive e non appare come un caso fortuito il fatto che i maremmani siano secondi ed i rivieraschi quarti a soltanto Quattro lunghezze di distacco. Sarà una partita tutta da seguire a cui l’assenza di Cretella non toglierà fascino ed i gavorranesi andranno a sfidare l’avversario con il coltello tra i denti.

Il Grosseto, dal canto suo, è reduce dai successi contro Tuttocuoio e Bellaria ed anche contro il Forlì desidera ottenere punti preziosi per continuare a scalare posizioni in classifica. Per farlo, l’allenatore biancorosso può contare su tutti i petali della propria rosa, rinforzati in questa trasferta dagli innesti di Marinelli e Dalmazzi provenienti dalla prima squadra.

Vietato distrarsi, vietato commettere imprecisioni: il tecnico Picardi sa bene di non dover sottovalutare i forlivesi, dato che le due compagini hanno raggranellato Sei punti ciascuna ed i romagnoli sono in serie positiva da alcune settimane. Considerando soltanto le statistiche delle ultime Due giornate, quelle in cui il Grifone ha iniziato a raccogliere punti, si nota come la squadra grossetana abbia un ruolino di Quattro reti fatte ed una sola subita, mentre il Forlì non è mai andato oltre l’uno a uno.

Ciò potrebbe deporre a favore della compagine del capoluogo della Maremma, ma soltanto il campo dirà la verità sulla consistenza dei torellini che non vogliono recitare un ruolo di damigella nella sfida contro il team romagnolo.