Calcio Grosseto Calcio Lega Pro Unica Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Pisa-Grosseto 1 a 2. Verna super e il Grifone vince il derby

Luca Verna (immagine tratta da: www.tuttocalciatori.net)

PISA (4-3-3) Pelagotti; Pellegrini, Lisuzzo, Sini, Dicuonzo; Mandorlini (51’, Misuraca), Iori (cap.), Napoli; Arma, Giovinco (60’, Stanco), Frediani (46’, Caputo) A disposizione Moschin, Benedini, Finocchio, Beretta Allenatore Piero Braglia

GROSSETO (3-4-1-2): Mangiapelo; Mariotti, Morero, Varricchio; Formiconi, Finazzi (63’, Burzigotti), Verna, Boron (86’, Albertini); Onescu; Pichlmann (cap.), Torromino (80’, Lugo) A disposizione Berardi, Massimo, Gambino, Giovio Allenatore Massimo Silva

Direttore di gara: Daniele Martinelli di Roma 2.

Assistenti: Matteo Benedettino di Bologna e Giuseppe Monetta di Salerno

Reti: 27’  e 45’ Verna, 62’ Misuraca (Pi)

Ammoniti: 18’ Morero, 18’ Arma (Pi), 33’ Sini (Pi), 76’ Mangiapelo

Espulsi: 61’ Morero per doppia ammonizione, 90’+4’ Braglia (mister del Pisa)

Corner: 3 a 5 (p.t. 2 a 3).

Recupero: 1’ nel primo tempo e 6’ nel secondo

Note: Spettatori 6.000 circa. Pisa in maglia a strisce verticali nerazzurre, Grosseto in maglia rossa con banda trasversale bianca. Presenti circa duecento tifosi grossetani. Pomeriggio caldo. Campo con fondo leggermente allentato. Osservato un minuto di silenzio in memoria delle due sorelle maremmane morte nella recente alluvione che ha colpito i dintorni di Albinia e Manciano.

Pisa. Un Grifone d’altri tempi espugna con grande merito l’Arena Anconetani grazie alla doppietta di Verna. Inutile per il Pisa la rete dell’ex-unionista Misuraca, giunta nel secondo tempo, quando il Grifone stava conducendo agevolmente la partita. Dal 62’ al 96’, però, il match è stato davvero duro, con i padroni di casa che l’hanno messa sul piano fisico aiutati in questo dallo splendido pubblico. Nonostante ciò, i ragazzi di Silva hanno blindato il risultato e hanno portato a casa 3 punti che potrebbero cambiare definitivamente le sorti del campionato biancorosso. Insomma, in un colpo solo, il Grosseto ha riconfermato il ruolino da prima della classe fuori casa e ha rinforzato la posizione del mister, messa in discussione (aldilà delle smentite di rito) dopo il pareggio col Tuttocuoio.

Verna micidiale Torna uno dei derby più sentiti ed amati dai tifosi biancorossi, quello col Pisa. Per questo, l’Arena Anconetani mostra una bella cornice di pubblico in un pomeriggio caldo e assolato. Per l’occasione, sono giunti anche diversi tifosi biancorossi, più o meno duecento. Il Pisa, orfano di Paci e capitan Morrone, gioca col 4-3-3 (e a tratti col 4-4-2), mentre il Grifone viene schierato da Silva col 3-4-1-2. La sorpresa, tra gli unionisti, è la presenza di Onescu come trequartista alle spalle di Pichlmann e Torromino. La partita si dimostra subito molto tirata, ma le azioni pericolose latitano. Non a caso, la prima conclusione degna di nota arriva al 7’, grazie a Verna, che ci prova dalla distanza senza trovare lo specchio della porta. Altri lampi, stavolta nerazzurri, al 24’ e al 25’, col corner a rientrare di Frediani, allontanato di pugno da Mangiapelo e col tocco al volo di Arma, deviato provvidenzialmente in calcio d’angolo. Il Grifone, però, sempre molto reattivo e propositivo, al 27’ approfitta di un errore nerazzurro a centrocampo e trova il gol del vantaggio col rasoterra di Verna, su assist di Pichlmann. Proprio Verna è uno dei più positivi tra i biancorossi e si fa vedere in quasi tutte le azioni unioniste. Comunque, dopo il vantaggio, il Grosseto cerca di rifiatare e di difendere con ordine, mentre il Pisa prova a farsi vedere alla ricerca del pari, ma lo fa più con rabbia che con convinzione. Al 43’, poi, il Grifone sfiora il raddoppio su una mega mischia in area pisana e al 44’, ancora più clamoroso, il tocco ravvicinato di Pichlmann su assist di Torromino. In ogni caso, si vede che i biancorossi sono in partita, mentre i padroni di casa sono in confusione e vengono subissati dai fischi dei tifosi nerazzurri. È il segno della resa. Infatti, allo scoccare del 45’, un’incursione di Formiconi produce l’assist per Verna, che, di prima intenzione, piazza la palla sotto la traversa facendo ammutolire l’Arena Garibaldi. Dopo lo 0 a 2, c’è giusto il tempo di mettere palla a centrocampo e di giocare il minuto di recupero concesso da Martinelli senza, però, che accada qualcosa.

Misuraca illude, ma il Grosseto resiste Appena rientrate le squadre in campo, Braglia opera subito la prima sostituzione, togliendo Frediani e inserendo Caputo. In tal modo, il trio offensivo pisano torna quello tradizionale, con Arma, Giovinco e Napoli. Poco dopo, il tecnico nativo di Grosseto avvicenda anche uno spento Mandorlini con Misuraca, entrambi ex-unionisti. Sembra che tutto fili lisci come l’olio, ma non appena entra Stanco, altro ex-biancorosso, succede l’imprevisto. Un presunto tocco di mano di Morero, già ammonito, regala la superiorità numerica ai padroni di casa e un rigore inaspettato. Siamo al 61’. Un minuto più tardi, Arma batte il penalty, ma la sfera si infrange sul palo. Sulla mischia che ne segue, però, Misuraca riesce a spedire la palla oltre la linea di porta, dimezzando così lo svantaggio. Dunque, al 62’, in un’Arena Garibaldi incendiata dal solito tifo incessante, il Pisa riapre la partita e si trova anche undici contro dieci. C’è tutto per tentare l’impresa, ma il Grosseto tira fuori l’orgoglio rimastogli, nonostante l’evidente stanchezza e riesce a far passare molto tempo. Inutile sottolineare come la partita sia ormai una corrida dove i 6’ minuti di recupero finale allungano solo il patimento dei tifosi grossetani, i quali, al triplice fischio, possono esultare con grande gioia per una vittoria assolutamente meritata, anche se sofferta.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

7’ Tiro di Verna dai 25 metri. Pallone alto sulla traversa.
18’ Ammoniti Morero per il Grosseto ed Arma per il Pisa
24’ Insidiosissimo calcio d’angolo a rientrare battuto da Frediani. Mangiapelo respinge con i pugni.
25’ Deviazione volante di Arma mandata provvidenzialmente in corner.
27’ GOL! Verna finalizza l’assist di Pichlmann in area di rigore.
33’ Ammonito Sini (Pi).
34’ Punizione calciata da Finazzi da circa 25 metri. Palla di poco alta sulla traversa.
37’ Punizione calciata da Napoli al limite dell’area maremmana. La barriera respinge e il giocatore nerazzurro calcia ancora, questa volta mandando la sfera sul fondo e lontanissimo dalla porta.
43’ Mischia in area nerazzurra. Il Grosseto, per poco, non raddoppia.
44’ Pichlmann sbaglia di pochissimo l’assist rasoterra di Torromino.
45’ GOL! Ancora Verna, su assist di Formiconi, infila Pelagotti piazzando il pallone sotto la traversa con un tocco di prima intenzione.
45’ Concesso 1’ di recupero.

SECONDO TEMPO

50’ Mischia in area maremmana, ma Arma non riesce a tirare.
58’ Punizione per il Pisa da 25 metri calciata da Giovinco. Palla di poco sopra la traversa.
61’ Fallo di mano di Morero in area: secondo giallo, espulsione e rigore.
62’ GOL! Arma calcia il rigore, ma colpisce il palo. Nella mischia che segue, Misuraca riesca a trovare la deviazione vincente per il gol dell’1 a 2. Arena impazzita di gioia.
73’ Sventola di Boron sugli sviluppi di un corner. Palla fuori di poco.
76’ Destro al volo di Arma. Alto sulla traversa.
76’ Ammonito Mangiapelo.
86’ Fuorigioco non fischiato al Pisa e Misuraca, da posizione favorevole, spara alto sulla traversa.
87’ Tiro di Arma sporcato da un difensore maremmano. Mangiapelo para.
90’ Concessi ben 6’ di recupero.
90’+2’ Colpo di testa di un giocatore pisano. Palla fuori di un niente, passando sulla traversa.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Se non ci fosse stato il rigore, sarebbe stata una vittoria schiacciante. In ogni caso, i colleghi pisani, con noi sempre molto gentili e sportivi, hanno ammesso che il Grosseto ha meritato la vittoria.

  • I detrattori di Silva cosa dicono? Meno critiche e più tifo sereno e i risultati arrivano.

    • Le critiche, quando sono costruttive, fanno sempre bene. Non a caso, Silva da quando è qui ha cambiato o aggiustato diverse cosette. 😉

    • Chi ha criticato Silva in un certo senso ha avuto “ragione”.Verna,che lui ha tolto,chissà perchè dal campo sabato col Tuttocuoio,è stato il migliore,così come Onescu,lasciato in panchina.Ieri niente da dire.E’ stato bravo a non togliere una punta per non farsi schiacciare troppo a difesa del gol.Comunque,nonostante le mie critiche a Silva non ero tra quelli che volevano l’esonero. Perchè la squadra comunque sta giocando,i risultati parlano chiaro(anche prima di Pisa) ed era assurdo un suo allontanamento.

  • Ieri ha aggiornato il reparto più importante di una squadra: il centrocampo, giocando con tre centrocampisti veri, rendendo quindi la squadra più equilibrata. Le critiche maggiori erano per questo motivo.
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: