Calcio Grosseto Calcio Lega Pro Unica Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Mangiapelo è una muraglia umana e così Grosseto e Reggiana si dividono la posta (0 a 0).

Il portiere Mangiapelo

GROSSETO (3-5-2): Mangiapelo; Elez, Burzigotti, Mariotti; Albertini, Onescu, Massimo (66’, Verna), Finazzi (61’, Boron), Formiconi; Pichlmann (cap.), Torromino (87’, Gambino) A disposizione Berardi, Monaco, Ilari, Boccardi Allenatore Massimo Silva

REGGIANA (4-3–3): Feola; Andreoni, Spanò, De Giosa (cap.) (28’, Sabotic), Mignanelli; Bruccini, Maltese, Angiulli (70’, Ricci); Tremolada (64’, Sinigallia), Ruopolo, Siega A disposizione Messina, Palumbo, Alessi, Vernocchi Allenatore Alberto Colombo

Direttore di gara: Antonio Eros Lacagnina di Caltanissetta.

Assistenti: Stefano Squarcia di Roma 1 – Danilo Ruggeri di Palermo

Reti:

Ammoniti: 30’ Spanò (Re), 52’ Ruopolo (Re), 52’ Mariotti, 80’ Parola (Re)

Espulsi: 48’ Burzigotti

Corner: 1 a 7 (p.t. 1 a 4).

Recupero: 2′ nel primo tempo e 3′ nel secondo.

Note: Grosseto in maglia rossa, con banda trasversale bianca. Ospiti in maglia bianca con inserti orizzontali granata. Spettatori 978 (abbonati 448, paganti 530). Incasso totale: € 8.824,78 (quota abbonati € 3.258,48, quota paganti € 5.571,30). Presenti circa 20 tifosi reggiani in Curva Sud. Giornata estiva. Campo asciutto e in buone condizioni.

Grosseto. Grosseto e Reggiana si dividono la posta dopo una partita iniziata in sordina e accesasi nel secondo tempo. Protagonista negativo l’arbitro Lacagnina, che ha rischiato di rovinare tutto concedendo due calci di rigore assai discutibili ed espellendo nel primo caso Burzigotti. Il Grifone, però, non si è mai disunito e ha cercato di rispondere per come ha potuto, esaltato dalle prodezze di Mangiapelo, che ha parato i due rigori ospiti e ha compiuto altri due interventi decisivi. Quello di oggi è un punto sicuramente guadagnato, giunto attraverso una gran prova di carattere dei ragazzi di Silva, un gruppo che può e deve crescere.

Primo tempo grigio Il Grifone torna allo Zecchini dove è chiamato a ripetere il convincente successo esterno di Teramo. Avversario di turno la Reggiana dell’ex-biancorosso Parola e di Ruopolo, un’avversaria ancora difficile da decifrare. Mister Silva opta per il 3-5-2 cui risponde Colombo con uno spregiudicato 4-3-3. Nel primo tempo, però, a parte alcune conclusioni da fuori area degne di nota, una di marca grossetana, con Torromino e una granata, con Tremolada, il risultato non si schioda da un giustissimo 0 a 0. Oltretutto, la partita è piuttosto bruttina e caratterizzata da frequenti falli commessi da entrambe le squadre. Dopo la mezz’ora, invece, sale l’intensità del gioco e il Grosseto trova una punizione che Torromino, per poco, non trasforma in rete. Al 37’, poi, Ruopolo serve una bella palla di prima intenzione a Siega. La punta reggiana tira e costringe Mangiapelo a una parata miracolosa, con palla spedita in corner. Infine, al 45’, altre due conclusioni insidiose degli ospiti.

Mangiapelo imbattibile La ripresa inizia subito in salita per il Grifone. Infatti, al 48’, l’arbitro Lacagnina vede un fallo da rigore (molto dubbio) di Burzigotti su Siega. Risultato: penalty ed espulsione del difensore grossetano. Si incarica della battuta Ruopolo che tira di potenza consentendo a Mangiapelo di parare e di mandare la sfera in corner. Tuttavia non basta, perché il direttore di gara al 57’ vede un altro rigore per un fallo di mani (sembrato assolutamente involontario) di Mariotti. Al 58’, dopo varie proteste, batte la massima punizione Tremolada,  ma Mangiapelo si supera ancora una volta e para facendo impazzire di gioia i tifosi presenti allo Zecchini. Silva, poi, pensa a correggere ulteriormente l’assetto tattico inserendo Boron al posto di un opaco Finazzi. Al 63’, però, solo una traversa clamorosa colpita da Angiulli, mediano granata, con una conclusione da oltre 30 metri, salva il Grifone. L’allenatore biancorosso, vedendo i suoi palesemente in affanno, al 66’ manda in campo Verna al posto di Massimo. Dal canto suo, Colombo, mister reggiano, al 70’ ha già esaurito tutti i cambi. Come è ovvio e immaginabile, gli ospiti, in superiorità numerica, vorrebbero vincere, ma il Grosseto, galvanizzato dalla doppia prodezza di Mangiapelo, lotta su ogni pallone e cerca di guadagnare metri e minuti preziosi. All’81’ Pichlmann sembra cadere in area perché strattonato, ma la terna arbitrale fa proseguire tra le proteste dei giocatori maremmani. All’85’ ancora Grosseto con la rovesciata di Torromino. All’86’, invece, altro brivido per il Grifone. Mangiapelo esce male e Bruccini cerca la porta, ma trova la schiena di un compagno. Ormai manca davvero poco e i biancorossi, stremati, ci mettono ancora più impegno, riuscendo alla fine a pareggiare una partita messasi davvero male. Al rientro negli spogliatoi, poi, applausi scroscianti per tutta la squadra, ma soprattutto per Mangiapelo, eroe di giornata in casa unionista e incubo per i reggiani.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

 

 

5’ Diagonale di Torromino. Pallone fuori di un soffio.
11’ Tiro di Tremolada da fuori area. Palla sul fondo di poco.
12’ Conclusione ancora di Tremolada dalla lunghissima distanza con l’intento di sorprendere Mangiapelo leggermente avanzato. La sfera esce passando sopra la traversa.
17’ Torromino ci prova con un destro da circa 30 metri. La palla sibila accanto al secondo palo ed esce.
28’ Infortunio al capitano granata De Giosa, costretto a uscire e sostituito da Sabotic.
30’ Prima ammonizione della partita comminata a Spanò per fallo su Torromino.
31’ Sventola di Torromino su punizione di seconda battuta da una distanza di 25 metri. Feola, sorpreso, respinge con i pugni, poi l’arbitro fischia il fuorigioco di Pichlmann, pronto a intervenire.
37’ Assist di Ruopolo per Siega che mira al sette del secondo palo. Mangiapelo, però, vola e salva il risultato spedendo il pallone in corner.
45’ Contropiede reggiano con tiro finale di Siega, sempre pericoloso. Mangiapelo ci mette una pezza.
45’ Tremolada impegna Mangiapelo, che blocca la palla in tuffo.
45’ Concessi 2’ di recupero.

SECONDO TEMPO

48’ L’arbitro vede un fallo da rigore di Burzigotti su Siega. Penalty ed espulsione del difensore grossetano (entrambi molto dubbi).
50’ PARATO! Rigore battuto da Ruopolo e respinto da Mangiapelo in corner.
57’ Altro rigore per la Reggiana, per un fallo di mano (apparso involontario) di Mariotti.
58’ PARATO! Questa volta a farsi ipnotizzare da un Mangiapelo super è Tremolada. Lo Zecchini impazzisce di gioia.
63’ Traversa clamorosa di Angiulli da fuori area. La palla, poi, scende e colpisce la spalla destra di Mangiapelo, dopodiché viene spedita in fallo laterale.
72’ Slalom di Mignanelli e tiro deviato in calcio d’angolo.
73’ Sugli sviluppi di un corner, tiro finale di Ricci. Pallone sul fondo.
85’ Rovesciata di Torromino fuori misura. Bello il gesto, ma palla fuori.
86’ Uscita difettosa di Mangiapelo, tiro di Bruccini a colpo sicuro e palla deviata da Sinigallia. Fuori.
89’ Colpo di testa di Ruopolo. Mangiapelo para.
90’ Concessi 3’ di recupero.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
























Il CalcioMercato di Gs