Calcio Grosseto Calcio Lega Pro Unica Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Grifone, ora devi crederci!

Pichlmann in azione

Il Grifone è tornato alla vittoria alla settima giornata, con un successo meno ampio rispetto al risultato numerico ottenuto, ma non per questo meno importante. Sì, perché la classifica si è fatta decisamente interessante, con la vetta a tre sole lunghezze, anche se tra Spal e Grosseto ci sono ben cinque quadre a quota 12. A ripensarci, con i due punti gettati al vento contro il Forlì, i biancorossi adesso sarebbero secondi in compagnia di Teramo, Pisa, Tuttocuoio, Ascoli e Reggiana! Comunque sia, nonostante il pessimo cammino casalingo (che relega i torelli in diciassettesima posizione con 4 punti conquistati), il Grifone comincia a respirare aria di alta classifica grazie al rendimento esterno, il migliore del campionato, con 7 punti in 3 partite. Questo è sicuramente un dato importante che Silva deve mantenere, ma accompagnato dal ritorno alla vittoria allo Zecchini. Per tale motivo, l’incontro casalingo col Tuttocuoio ci farà capire se il Grosseto è davvero convinto dei propri mezzi, che, lo ricordiamo, sono molto importanti rispetto a molte avversarie del girone B. Ora, poi, è arrivato anche il talentuoso Lugo a dare manforte agli unionisti e il tasso tecnico della rosa biancorossa è sicuramente cresciuto (al pari delle ambizioni del club). D’altronde, questo è un campionato che si sta rivelando livellato e alla portata di diverse formazioni, ma alla lunga i valori tecnici di squadre come Pisa, Grosseto, Spal, Reggiana e Ascoli si dimostreranno determinanti. Tuttavia, certe formazioni sono quasi al massimo del proprio potenziale, mentre il Grifone no e questo deve creare entusiasmo nell’ambiente biancorosso. Se poi dovessero arrivare anche un centrocampista (tipo Zambrella) e una punta svincolata in grado di fare il vice-Pichlmann, allora le quotazioni unioniste salirebbero alle stelle. Lo diciamo senza paura di smentite, perché questo Grosseto già ora, così come è, deve credere in se stesso, visto che ha tutto (o quasi) per stare in alto. Silva, però, che sta lavorando bene e che ha creato un gruppo molto forte e coeso, deve cominciare ad osare di più, sfruttando al meglio i molti giocatori importanti che ha disposizione. La stessa gestione dei cambi è tutta da rivedere, ma l’allenatore biancorosso è una persona che conosce il proprio mestiere e crediamo che saprà fare tesoro di queste piccole critiche che gli facciamo. Oltretutto, se c’è una cosa che Silva ha saputo fare bene, è quella di spingere i suoi giocatori a non mollare mai, come dimostrato dalla classifica parziale dei secondi tempi, nella quale i biancorossi sono in seconda posizione per punti conquistati. Inutile aggiungere che il trittico d’alta classifica che attende il Grosseto (con Tuttocuio e Spal in casa e Pisa fuori) dovrà rappresentare il vero banco di prova della forza e della maturità raggiunte dai biancorossi.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Forse per gennaio, di certo non adesso, visto che Orlando Held (italiano, a dispetto del cognome) ha già giocato 3 partite nel Lamezia. Dunque, se arriverà un attaccante adesso, sarà certamente uno svincolato.

  • Ci vuole un centrocampista che tiene palla, tutte le volte che di segna, la squadra arretra e ci mettono ai paletti poi si risegnera in contropiede, la maggior parte delle volte si è pareggiato, ma noi o si attacca o siamo ai paletti, il centrocampo non funziona.

    • Continuando a giocare con 5 o 6 (con Elez) difensori un solo centrocampistia , ed i 3 davanti a far gioco da soli non si può ‘ dire che manca il centrocampo, semplicemente ci rinunci, dato che il ns. tasso tecnico e’ di gran lunga superiore a quelle delle altre squadre, almeno quelle incontrate, i valori individuali dei giocatori sopperiscono al valore aggiunto che il gioco di squadra ti può’ dare. La filosofia di gioco di Silva e’ : stiamo coperti non prendiamo gol e speriamo che i 3 davanti inventino qualche cosa. Che piaccia o no questa e’ la realtà’, almeno a mio modo di vedere.

  • Sì, siamo a 3 punti dalla vetta e l’aria che si respira quassù è decisamente buona. Il campionato è piuttosto equilibrato e non mi pare che siano emerse una o due squadre particolarmente forti. Il Grifone ha tutte le carte in regola per dire la sua, visto che il Comandante sta facendo davvero sul serio. Ne vedremo delle belle e questo potrebbe essere, per noi, un campionato estremamente positivo…

  • Le prossime tre partite daranno la risposta al reale valore della squadra.
    Dobbiamo comunque scendere in campo con la massima determinazione di voler vincere e convincere perché’ così facendo incuteremo negli avversari il timore reverenziale che ci spianerà’ la strada per i futuri cimenti.

  • Yuri, non ho capito la frase “con un successo meno ampio rispetto al risultato ottenuto”

    • Intendo dire che lo 0 a 2 ha condannato fin troppo l’Ancona, che ha avuto alcune occasioni davvero pericolose per pareggiare, ma, per fortuna del Grosseto, ciò non è avvenuto e sono arrivati 3 punti pesantissimi.
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: