Baseball Primo piano Ultimissime Altri Sport

Baseball: salviamo il salvabile. Ora e subito.

Ora che il Grosseto Baseball ha rinunciato ad iscriversi alla serie A, la città non ha una squadra seniores a rappresentarla. Passeggiando per le vie del centro e leggendo i commenti sui social network la sensazione è quella di un profondo smarrimento e di amarezza, ma c’è una volontà che emerge sempre più con insistenza tra gli appassionati: salviamo il salvabile.

Come? Facendo intervenire la federazione, organizzando riunioni in tempi stretti tra tutti quelli che hanno a cuore il batti e corri a Grosseto, se necessario anche smuovendo le montagne. Qualunque cosa per non disperdere ciò che, grazie a Mario Mazzei ed al Grosseto Baseball, era riuscito a far risorgere il batti e corri in città dopo la dissoluzione del Bbc.

Non stiamo parlando soltanto di un passato che non deve assolutamente finire in un cassetto insieme a coppe, trofei e successi. Stiamo parlando di un patrimonio fatto di giocatori validi che non deve essere dilapidato per nessuna ragione.

Prospetti interessanti del vivaio che non vanno dispersi, giovani giocatori che hanno calcato i campi della serie A federale in questi due anni che devono essere messi in condizione di continuare a giocare.

Proviamoci: il baseball a Grosseto sta vivendo un ottimo momento a livello giovanile con Bsc Grosseto, Ymca e Junior Grosseto che stanno compiendo un’opera più che meritoria per tenere viva quella luce che non deve spegnersi.

Il Grosseto Baseball nel 2015 ha avuto, oltre alla prima squadra, due team giovanili che non devono scomparire. Speriamo vivamente che Mazzei riesca a mantenere viva almeno questa realtà. Qualcuno, però, lo aiuti e faccia presto.

Non servono proclami, non servono guerre fratricide, non servono quegli atteggiamenti che hanno portato a far morire per la seconda volta in pochi anni la massima espressione di batti e corri in provincia a livello seniores.

Chi vuole coltivare il suo orticello, chi ha ambizioni personali è pregato cortesemente di farsi da parte: non c’è più niente da sbranare, è tutto finito. Ora sia chiaro una volta per tutte che è il momento di lavorare duramente per salvare il salvabile.

Se non si salva ora, il baseball a Grosseto muore. Muore ucciso sull’altare delle ripicche e della mancanza di collaborazione tra società (meglio dimenticare l’esperienza della franchigia che non ha mai funzionato, per carità!)

Nessuno vuole veder morire il baseball, ma se i giovani che militano nei vari vivai cittadini non hanno una prima squadra dove sfociare per quale ragione dovrebbero continuare a girar mazze e lanciar palline in mezzo ad un diamante? Così si perde definitivamente un patrimonio che negli ultimi anni sta tornando a crescere, pur in mezzo a molte difficoltà.

A Grosseto deve esserci una squadra seniores, una prima squadra al massimo livello possibile, una punta di diamante che faccia da capofila alle altre che devono lavorare per lei. Deve esserci. Che sia in serie B, che sia in serie C ma deve esserci. Che si chiami Grosseto Baseball, che si chiami come vuole ma deve esistere.

Il baseball è importante per Grosseto (ma quando c’è da frugarsi in tasca i grossetani se lo dimenticano…); benissimo, se è importante si faccia qualcosa ora e subito per non dare il colpo di grazia ad uno sport che ha reso grande il nome della città in tutto il mondo.

Ognuno faccia la propria parte, senza protagonismi e senza personalismi: è il momento di agire e nessuno si senta il John Rambo della situazione. Il baseball non ha bisogno di eroi, il baseball non ha bisogno di proclami e non ha bisogno nemmeno di fare il passo più lungo della gamba come ha fatto troppe volte in passato. C’è bisogno di rimboccarsi le maniche per salvare il salvabile e non morire.

Giulio De Paola

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • E’ vero: ” quando c’è da frugarsi in tasca…….”
    Dopo però tutti critici, tutti allenatori, tutti a fare le pulci a tutto e non solo nel baseball…

  • Caro Giulio, prima di invocare l’intervento dei grossetani sarebbe il caso che venisse fatta piena luce sugli ultimi anni della gestione del BBC Grosseto .Un’inchiesta puntuale e capillare che facesse definitiva chiarezza su tante ombre rimaste oscure ai cittadini ed ai tifosi .Senza spirito di animosità ma solo per conoscere le ragioni per le quali una società sportiva cara ai grossetani sia scomparsa così ignominiosamente.Converrai che la cittadinanza ha diritto di sapere. Non appare giusto chiedere ai grossetani di mettersi le mani in tasca senza conoscere le ragioni del precedente dissesto.















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: