Gavorrano: in trasferta ad Alessandria per la lotta salvezza

Grosseto. La salvezza è ancora possibile. È con questo spirito che domenica 3 dicembre il Gavorrano affronterà la trasferta di Alessandria nella diciassettesima giornata di campionato. I toscani occupano attualmente la diciannovesima posizione nel Girone A della Serie C con 10 punti. Poco più avanti l’Alessandria, diciassettesimo a quota 12. Quello che inizierà alle 14,30 al Giuseppe Moccagatta sarà un vero e proprio spareggio per rimanere incollati al treno playout.

Il Gavorrano ha perso lo scontro diretto per la salvezza della sedicesima giornata con la Pro Piacenza. A condannare i toscani una disattenzione nel finale, in una gara in cui la formazione di Favarin è apparsa rinunciataria e imbrigliata dal gioco avversario. Poche occasioni nel primo tempo a eccezione di una traversa di Borghini. Nella seconda frazione è arrivata la beffa del minuto 42 con Alessandro, ex Grosseto, abile a sfruttare una disattenzione del Gavorrano sugli sviluppi di un calcio di punizione e a chiudere il risultato a favore dei piacentini.

Turno negativo anche per l’Alessandria, battuto in rimonta dal Piacenza nell’anticipo della sedicesima giornata. Non proprio l’esordio sperato da Marcolini, neo tecnico dei piemontesi. Un vero e proprio harakiri per i grigi, passati in vantaggio per due a zero grazie all’autogol di Morosini al 34′ e al raddoppio di Gonzalez al 48′. L’ingresso di Corazza ha però cambiato la gara a favore degli emiliani: al 64′ il neo entrato accorcia le distanze. Al 77′ il gol del pari firmato da Romero. All’85’ ancora protagonista Corazza, bravo a beffare un Agazzi non esente da colpe.

Nonostante le sconfitte nell’ultimo turno, le due squadre stanno passando momenti di forma diametralmente opposti: prima dello 0-1 contro la Pro Piacenza, il Gavorrano aveva ottenuto 6 degli attuali 10 punti in classifica con 3 pareggi e una vittoria. All’Alessandria non è bastato il cambio di allenatore per cambiare il pronostico di BetStars che la vedeva sfavorita contro il Piacenza e per invertire un trend che parla di una vittoria e 4 sconfitte nelle ultime 5. Si preannuncia una sfida estremamente combattuta in Piemonte, con entrambe le squadre decise a risalire la classifica verso posizioni più tranquille.

Nello scontro salvezza di domenica il tecnico del Gavorrano, Favarin, potrebbe puntare ancora una volta sul 3-5-2. In porta conferma per Salvalaggio. Davanti a lui la linea difensiva a 3 composta da Borghini, Salvadori e Cretella. Nel folto centrocampo a 5 dovrebbero trovar spazio sulle fasce Ropolo e Gemignani con Remedi, Vitiello e Conti pronti a far gioco in mezzo e a interdire le trame avversarie. Attacco affidato alla coppia Moscati-Merini con Brega e Marianeschi pronti a subentrare a partita in corso.

Alla seconda uscita con la sua nuova squadra mister Marcolini dovrebbe schierare i suoi ancora con il 4-4-2. I pali saranno difesi dall’esperto Agazzi. Nella difesa a 4 ci sarà spazio per la coppia centrale titolare formata da Gozzi e Giosa e per i terzini Casasola e Fissore ( in ballottaggio con Celjak). La fascia centrale della mediana verrà coperta da capitan Cazzola e da uno tra Branca e Ranieri. Ai loro lati buone possibilità di partire dal primo minuto per Nicco e Sestu. Davanti, sicuro del posto,  bomber Gonzalez con Marconi a supporto.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW