Santolamazza devastante! E la Gea Cooplat batte la capolista dopo due supplementari

GEA COOPLAT GROSSETO-SESA BIANCOROSSO EMPOLI 84-78 (dopo 2 t.s.)

GEA COOPLAT: Zambianchi 6, Pierozzi 5, Bambini 2, Morgia 15, Contri 15, Edoardo Furi 11, Ricciarelli 5, Neri 4, Santolamazza 18, Scarpino n.e., Tattarini 3, Giovacchini n.e.. All. David Furi.

SESA EMPOLI: Galligani 12, Bandini, Malventi 4, Fioravanti, Camiciottoli 4, Matru 5, Mistretta 2, Freschi 14, Mugnaini 10, Susini 16, Deliperi 11, Mancini. All. Brotini.

ARBITRI: Mori di San Marcello Pistoiese e Frizzi di Livorno.

PARZIALI: 16-18, 27-28; 41-45, 67-67; 75-75

NOTE: usciti per falli Zambianchi, Malventi nel 4° t. Tiri liberi: Gea 23/39, Empoli 13/20.

Straordinaria vittoria della Gea Cooplat Grosseto che, nella quinta giornata del campionato di serie D, batte l’imbattuta capolista Empoli (84-78) al termine di cinquanta minuti appassionanti, vietati ai deboli di cuore. Le squadre hanno rispettato le previsioni della vigilia in quanto a intensità anche se i molti errori al tiro (sedici solamente dalla lunetta) e le palle perse hanno rischiato di compromettere il successo dei ragazzi di Furi che hanno comunque tirato fuori la grinta al momento giusto: sotto di dodici punti a poco più di 5 minuti dal termine dei regolamentari Santolamazza e compagni, con un pressing furioso,  sono riusciti ad andare ai supplementari, senza l’infortunato Furi, che si è procurato una distorsione alla caviglia al 40’. Nel primo Grosseto ha gettato al vento un vantaggio di sette punti, nel secondo invece è arrivato a sei punti avanti ed è riuscito a conservarli fino alla fine. Appassionante il primo quarto: dopo la bomba del 5-2 locale firmata da Santolamazza,  l’Empoli firma un break di 9-0 e si porta sull’11-5 a 5’15. Il time-out di Furi ridà fiducia alla squadra biancorossa che riprende la marcia e con una super bomba di Edoardo Furi si riporta avanti (12-11). Cinque punti di Deliperi fanno fuggire gli ospiti, che riescono a chiudere sopra di due punti.

La Gea va al riposo sotto di una lunghezza  dopo un secondo quarto dal punteggio bassissimo, dominato dalle difese, ma anche caratterizzato dai molti errori al tiro. In questo periodo spicca il canestro del 19-19 segnato da Samuele Tattarini su assist da NBA, dietro la schiena di Contri.

Al rientro in campo la musica non cambia: le due rivali si sfidano punto a punto, sbagliando ancora troppi tiri e qualche passaggio. A 5’50” dalla fine del terzo quarto Empoli accumula nove punti  (38-29) con un contropiede del velocissimo Freschi. Un tap-in vincente (con libero) di Ricciarelli riavvicina la Cooplat, che a 4’36 commette però il quinto fallo di squadra. Morgia firma il -4 (36-40). Lo stesso Morgia, il protagonista di questa frazione, vola per segnare il meno 1 (39-40) a 2’03”. La bomba di Susini a 5” dalla fine consente però alla Sera di andare all’ultimo riposo con quattro punti di vantaggio.  Il quarto quarto si apre con il canestro del più 6 (41-47) di Camiciottoli, con Santolamazza che accorcia dalla lunetta. Empoli trova il massimo vantaggio della gara a 5’40 dalla fine sul 45-57. La Gea rientra però in partita:  la tripla di Santolamazza porta Grosseto a -2. Palpitante il finale con il capitano Santolamazza che trasforma i due tiri liberi e porta Grosseto ad un solo punto (65-66) con appena 21”9 sul cronometro. Empoli in lunetta trasforma solo uno dei due tiri; non sbaglia invece Contri che segna il 67-67 che porta le due squadre al supplementare.  Nel primo overt-time la Gea riesce a portarsi avanti di sette punti, grazie ad una serie di liberi e alla bomba di Santolamazza, ma la tripla di Freschi, dopo una sequenza infinita di liberi,  costringe ad un secondo supplementare. Freschi riporta subito sopra Empoli, ma la bomba di Santolamazza vale il 78-77, mentre Pierozzi segna il più 3, che diventa più sei grazie ad un tecnico fischiato agli ospiti e al canestro di Morgia. Stavolta la Cooplat tiene duro e porta a casa una vittoria davvero pesante che può cambiare il volto alla stagione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news