Connect with us

Calcio

Alla scoperta del Frosinone, prossimo avversario del Grosseto

Published

on

FROSINONE. Il Frosinone è la prima del campionato; 48 punti in 24 partite (media di 2 punti a partita) miglior difesa con 18 gol subiti e secondo miglior attacco con 39 reti messe a segno, ad una marcatura di distacco dal Perugia. Il Grosseto visto in Coppa Italia martedì non avrebbe alcuna chance di vincere. Eppure.. la squadra ciociara quest’anno ha dimostrato di avere amnesie in partite vinte sulla carta, almeno in partenza. Ma si sa che la carta nel calcio non conta niente, ed ecco che scorrendo si notano le sconfitte con Barletta e Pontedera (in ripresa e con un Arrighini sempre più decisivo) e la partita con la Paganese che ha lasciato si i 3 punti, ma anche tanti dubbi. Il primo che sembra averne fatto le spese è Soddimo, che da qualche partita parte dalla panchina, ma contro la sua ex squadra chissà, potrebbe tornare in campo. Tutti i giocatori sono a disposizione di mister Stellone ad eccezione di Cesaretti, reduce da infortunio. Rientreranno anche Altobelli e Paganini, impegnati nell’amichevole che ha visto la Nazionale Under20 sconfitta contro il Siena di Beretta per 1-0. La squadra può giocare con il 4-3-3 e con il 4-4-2: in entrambi i casi saranno schierati Curiale e Ciofani, ma con l’attacco a 3 Curiale sarà in posizione più esterna e ci saranno tre centrocampisti centrali e un solo esterno di ruolo in attacco anzichè due come nel “capelliano” 4-4-2.
Importante da segnalare che in questo campionato solo Perugia e Benevento sono uscite dal Matusa portandosi punti a casa, le altre sono uscite tutte sconfitte. Di certo il Grifone è chiamato ad una prova di spessore, e la speranza è l’ultima a morire, ma dopo le ultime uscite la fiducia dei tifosi è bassa. Chissà che non sia proprio questa partita a risollevare il morale!

Formazione azzardata: Mangiapelo; M.Ciofani, Russo, Blanchard, Crivello; Altobelli, Carrus; Soddimo, Paganini; Curiale, D.Ciofani

Advertisement
5 Comments

5 Comments

  1. fede80

    27 Feb 2014 at 19:44

    in realtà x nostra fortuna Zappino e Blanchard sono squalificati, speriamo di approfittarne ma non sono molto ottimista… ci vorrebbe che loro domenica giocassero male come noi martedi in coppa, allora in questo caso si vincerebbe di sicuro 🙂

  2. miche

    27 Feb 2014 at 23:15

    strano che questo Blanchard contro il Grosseto si faccia sempre squalificare…

  3. sologrosseto

    28 Feb 2014 at 21:33

    Il Frosinone,retrocesso tre anni fa,piano,piano ha pianificato la risalita,e quest’anno ci prova con grandi possibilità.Grazie a una società che è saputa ripartire dopo la delusione.Mi sembra che purtroppo non sia la nostra stessa situazione.Con un presidente che sembra un vecchio disco rotto,che s’incanta sempre sulle solite note.

  4. sologrosseto

    28 Feb 2014 at 21:35

    ma brutto,…”è saputa”…….ma insomma il senso s’è capito.

  5. dario lombardi

    1 Mar 2014 at 14:21

    mi erano sfuggite le squalifiche, grazie per averle segnalate Fede80! Ciò vuol dire che in porta ci sarà il portiere di riserva Palombo (o chissà,magari l’ex di turno Mangiapelo), e in difesa dovrebbe spostare Ciofani al centro e piazzare sulla destra Frabotta.
    Sologrosseto: Credo che quest’anno (ricordiamolo per l’ennesima volta, senza retrocessioni e con i playoff allargati fino alla nona classificata) pianificare la stagione sia stato più facile che in altri anni. Spesso si è parlato di squadre mediocri, campionato scarso e via dicendo, mentre da altre parti (esempio raisport) si dice che sia un campionato combattuto. Di solito la verità sta in mezzo: io credo che il Frosinone sia lassù perchè è riuscita ad avere continuità (almeno, più degli altri), fatto che poche squadre quest’anno hanno mostrato a causa dei molti pareggi che si registrano ad ogni giornata. Poi certo, ci sono anche buoni giocatori e un buon allenatore (non ho citato Gucher, centrale di centrocampo, che non mi dispiace). Ma personalmente credo che la squadra migliore sia il Lecce: chissà senza la gestione Moriero dove sarebbe adesso. Su Camilli non mi pronuncio perchè, quando si parla di lui, si dicono sempre le solite cose proprio come un disco rotto: “”resta, non resta, vende, non vende..” intanto pensiamo al campo, poi vediamo cosa succede. Certo è che 4 allenatori in pochi mesi e la rincorsa al nono posto non rappresentano certo una stagione da incorniciare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi