Eccellenza: il punto sul campionato

Con la sconfitta maturata sul proprio terreno di gioco contro il Chiusi, per l’Albinia arriva il verdetto definitivo: è retrocessione.

La sfida contro i senesi rappresentava l’ultima opportunità per la squadra maremmana di sperare nella difficile permanenza in categoria, ma la rete messa a segno da Piccirillo al 48° ha spento le residue velleità in maniera definitiva.

Cosa è mancato ai rossoblu per ripetere il miracolo della scorsa stagione? E’ difficile stabilirlo. Se fosse stata un’impresa semplice, in società sarebbero corsi ai ripari ed avrebbero acciuffato la salvezza.

Una retrocessione può arrivare per svariate ragioni, non ultima una serie di episodi sfortunati, ed in casa albiniese si è tentato il tutto per tutto fino all’ultimo minuto.

Simbolicamente, si può considerare il rigore sbagliato da Consonni una settimana fa l’attimo in cui tutto è precipitato in riva all’Albegna: è stato in quel momento che i rossoblu si sono visti crollare il mondo addosso, anche se rimanevano da disputare ancora Tre partite.

Sia chiaro che non addossiamo la croce sull’ex capitano del Grosseto: sia nelle vittorie che nelle sconfitte i meriti e le colpe vanno divisi equamente tra giocatori, dirigenti e staff tecnico. Semplicemente, quel penalty fallito ha assunto il valore di simbolo in una stagione nata male e finita peggio tra errori arbitrali e lacune tecniche che sono emerse in tutta la loro evidenza.

Il grande equilibrio che ha pervaso il campionato ha fatto sì che i maremmani rimanessero in corsa fino ad ora per risalire la china, ma il dato numerico delle sole Quattro vittorie rispetto alle Quattordici sconfitte è davvero impressionante ed esprime la amara realtà che se non si vince, non ci si salva.

Lapalissiano, scontato, ma crudelmente vero, ed anche i Dieci pareggi dimostrano che ai rossoblu è mancato lo spunto vincente per portare a casa i punti necessari per rimanere in Eccellenza.

Adesso è tempo di ripartire: le ultime Due giornate concluderanno questa sciagurata stagione, poi la società di Vaselli dovrà rimboccarsi le maniche ed assorbire in fretta i lividi di questa caduta.

Risultati

Rignanese-Foiano 1-0
Sestese-Baldaccio Bruni 1-1
Calenzano-Figline 1-4
Albinia-Chiusi 0-1
Sinalunghese-Porta Romana 3-1
Sangimignano-Bucinese 2-0
San Donato-Castelnuovese 1-0
Lanciotto-San Giovanni Valdarno 1-2

Classifica

San Donato 55
San Giovanni Valdarno 52
Castelnuovese 45
Foiano, Sestese 43
Lanciotto 40
Sinalunghese, Porta Romana 39
Baldaccio Bruni, Figline 38
Sangimignano, Rignanese 36
Bucinese 33
Chiusi 27
Albinia 22
Calenzano 21

Marcatori

Bruzzone (San Donato) 18
De Gori (San Giovanni Valdarno) 16
Monaci (Foiano), Conti (Porta Romana), Regoli (Sestese) 15

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news