I risultati dell’ultima di andata

ALBERESE – PONTE D’ARBIA 0 – 0
ALBERESE: Rabai, Camarri, Girardini (39’ st W. Pastorello), F. Pastorello, Ciavattini, Fioretti (21’ st Ricci), Savelli, Cucini, Pedroni, Coralli, Massieri (46’ st Tenucci). A disposizione: Rosso, Ricci, Trovò, Pegoraro, W. Pastorello, Tenucci. All. Romagnoli.
PONTE D’ARBIA: Papei, Tomei, Sampieri, Sorrentino, Seumou, Brizzi, Fantini, Camara (36’ st Binarelli), Forzoni (30’ st Padrini), Manetti, Tornesi. A disposizione: Lorenzetti, Cortonesi, Bonari, Sacchi, Binarelli, Padrini, Anselmi. All. Fedeli.
ARBITRO: Pistolesi di Piombino.
NOTE: espulsi Seumou al 12’ st per doppia ammonizione, l’allenatore Fedeli al 21’ st per proteste e F. Pastorello al 47’ st per fallo da ultimo uomo.
Termina a reti bianche (0-0) l’incontro del Francioli tra Alberese e Ponte d’Arbia, con la squadra del Parco che non riesce a sfondare il bunker della squadra di Fedeli.
All’8’ i padroni di casa si rendono pericolosi con un corner di Coralli: testa di Pedroni e Papei devia sopra la traversa. I senesi si rendono pericolosi al 16’, con Tornesi che si presenta a tu per tu con Rabai, ma l’attacante calcia a lato da posizione favorevole.
Al 19’ Girardini suggerisce per Pedroni, che non inquadra lo specchio della porta, mentre lo stesso attaccante, al 35’ ci prova anche con un calcio di punizione, ma la mira è ancora imprecisa. Al 39’ ancora un propositivo Girardini crossa al centro, ma Savelli manca la deviazione vincente.
A inizio ripresa il Ponte d’ Arbia rimane in dieci, ma i tentativi bianconeri non trovano la via del gol: al 25’ Girardini, su punizione, trova l’opposizione di Papei, mentre alla mezz’ora lo schema su corner di Cucini non trova compagni pronti alla battuta.
L’ultimo tentativo per l’Alberese porta la firma del capitano Fabio Pastorello, ma il suo tiro a girare sibila a pochi centimetri dall’incrocio dei pali. Lo stesso numero 6, prima del triplice fischio, si fa espellere per fallo da ultimo uomo.
ARGENTARIO – SAN QUIRICO 2 – 0
ARGENTARIO: Milani, Moriani, De Pirro, Giovani, Schiano, Ferrari (20’ st Sordini), Atzori, Cedroni, M. Alocci (43’ st Sclano), Palombo (35’ st Della Monaca), Costanzo. A disposizione: Costantini, Amato, Della Monaca, Vagnoni, Sordini, J. Alocci, Sclano. All. Procaccini
SAN QUIRICO: Pricope, El Ghiat, Bianciardi, Martellini, Bernetti, Marconi (10’ st Popa), Magini (17’ st Vasconi), Fortunati, Vento, Migliorini, Dionisi. A disposizione: Borghi, Popa, De Luca, Mangiavacchi, Bensi, Vasconi, Bindi. All. Pecci.
ARBITRO: Bartoli di Pisa.
RETI: 32’ Cedroni, 4’ st Costanzo.
L’Argentario corona al meglio i festeggiamenti per il cinquantenario della società, superando per 2 a 0 la quotata formazione senese del San Quirico d’Orcia, primo stop lontano dalle mura amiche per i ragazzi di Pecci.
Partita molto tattica, con poche occasioni da ambo le parti. con il gioco che ristagna prevalentemente a centrocampo. Al 20’ è l’attaccante ospite Vento a inaugurare il taccuino, con un diagonale che chiama all’intervento a terra Milani. Al 32’ arriva il vantaggio dei santostefanesi alla prima occasione, con Simone Costanzo che lavora un pallone sulla inistra, crossa al centro per l’accorrente Cedroni che, sottomisura, supera Pricope sul secondo palo. Cinque minuti più tardi ci prova anche Moriani con un tiro dalla distanza, ma Pricope si esalta, volando a respingere all’incrocio dei pali. Prima dell’intervallo, gli ospiti si rendono pericolosi con Dionisi, ma il suo tentativo si stampa sulla traversa.
La ripresa si apre subito con il raddoppio dell’Argentario: un difensore senese respinge corto, Costanzo, al limite dell’area, si avventa sulla sfera e sigla il 2 a 0. A questo punto, i padroni di casa gestiscono il vantaggio senza affanni fino al fischio finale.
FONTEBLANDA – SORANO 1 – 0
FONTEBLANDA: Angiolini, Capuccini, N. Lubrano, Ricci, S. Lubrano, Melchionda, Boni, Cerboneschi, Falciani (21’ st Bifini – 42’ st Picchianti), Angelini, Giani. A disposizione: Ciani, Stella, Picchianti, Cagnacci, Santini, Gamboni, Bifini. All. Russo.
SORANO: Tramontana, Coli, Caronna (23’ st Dominici), Brizi, Onori, Buosi (23’ st Santinami), Ventura, Falchi, Sequino, Di Carlo, Bacci. A disposizione: Dominici, Santinami, Gaggi. All. Gaggi.
ARBITRO: Tolomei di Pisa.
RETE: 20’ Angelini.
NOTE: espulsi Gaggi e Russo al 10’ st; espulso Bacci al 45’ st per doppia ammonizione.
Il Fonteblanda supera con il minimo scarto (1-0) il sorano e lo raggiunge in classifica. Decisivo, ancora una volta, Angelini, con la quarta rete in tre partite: l’attaccante, al momento, rappresenta l’acquisto del mercato di riparazione più azzeccato di tutto il girone.
Gara nel complesso avara di emozioni, con gli ospiti che, a causa delle molte assenze, provano ad addormentare il gioco. Da un errato disimpegno difensivo, però, arriva il gol al 20’ di Angelini, opportunista nell’approfittare dell’errore e nel mettere alle spalle di Tramontana. I neoverdi sfiorano il raddoppio al 39’ con Falciani che arriva con un attimo di ritardo sulla punizione di Angelini, mentre, de minuti più tardi, è Sequino a mettere i brividi alla difesa di casa. Nella ripresa, il Sorano entra in campo con maggiore determinazione, e, al 10’ , lamenta la mancata concessione di un calcio di rigore: episodio, da cui si genera una protesta tra le panchine, con i due tecnici che vengono allontanati. Falciani, in contropiede, viene chiuso da Tramontana, mentre il Sorano non riesce a trovare la via del gol, incassando così la terza sconfitta consecutiva.
PAGANICO – PIEVESCOLA 3 – 1
PAGANICO: Marchi, Paolini, Pifferi, Noferi, Agresti, Angeli (34’ Garosi), M. Cavaliere, Savini, Pieri, Biagini, Lavorgna (36’ Vagheggini). A disposizione: Machetti, Marraccini, Begnardi, Longino, Modesti. All. Agresti.
PIEVESCOLA: Andreola, Grassini (16’ Bagni), Sesto, De Luca, Di Libero, Pratesi, Nannoni (21’ st Tafa), Youkan, Vojdulla, D’Auria, Schiano. A disposizione: Grieco, Esposito. All. Tintisona.
ARBITRO: Failla di Firenze.
RETI: 20’ e 10’ st Agresti, 24’ M. Cavaliere, 37’ Bagni.
NOTE: Savini fallisce un calcio di rigore al 45’ st.
Il Paganico chiude l’anno nel miglior modo possibile, con la vittoria per 3 a 1 sul Pievescola che spedisce i bianconeri in orbita playoff. Agresti, allenatore-giocatore dei padroni di casa, decide la partita con una doppietta: la prima rete arriva al 20’, quando il numero 5 calcia al volo, in modo vincente, sul corner di Lavorgna. Il Paganico vola sulle ali dell’entusiasmo e quattro minuti più tardi raddoppia con Cavaliere, che segue il magistrale contropiede di Pieri che supera il diretto avversario e serve al compagno di squadra un pallone da spingere solo in rete. Al 27’ Biagini colpisce il palo, prima della reazione del Pievescola che, cinque minuti più tardi sfiora la rete con Vojdulla (tiro di poco a lato). L’attaccante, al 37’, diventa protagonista nelle vesti di assistman, facendo da torre all’accorrente Bagni che, di testa, riapre la gara. Nella ripresa, il Paganico colpisce ancora un palo con Cavaliere, prima del gol della tranquillità di Agresti, giunto in un’azione-fotocopia della prima marcatura. Il Pievescola ci prova ancora, ma il Paganico è pericoloso in contropiede e fallisce anche un penalty nei minuti finali.
PIENZA – CASTIGLIONESE 1 – 1
PIENZA: Minocci, Iammatteo, Bonari, Duchini (dal 78′ Poggialini), Pasquetti, Bindi G., Fioravanti (dal 75′ Pomi), Anselmi T., Murgia, Nocchi, Bindi E. (dal 57′ Mangiavacchi G.). Allenatore Battisti. A disposizione: Mangiavaccchi A., Accetturo, Dezi.
CASTIGLIONESE: Marroccella, Andreini, Guerriero, Batazzi, Caporali, Chiti, Smajli, Toninelli, Bonelli (dal 70′ Romagnani N.) Mariottini, Di Franco (dal 80′ Magrini F.) . All. Tosini .A disposizione: Romagnani G., Magrini L., Giagnoni, Ciretta.
ARBITRO Fortini di Arezzo.
GOL: 62′ Di Franco, 90′ Nocchi.
RIBOLLA – MAGLIANESE 1 – 0
RIBOLLA: S. Santini, Esposito, De Rose, Ferrari, Senserini, Meconcelli, Bruno, Boschi, Magnani (21’ st Salvatore), Pedone, Burioni (25’ st Pieri). A disposizione: Bianchini, Salvatore, Ceccarelli, Pieri. All Scheggi.
MAGLIANESE: Cucca, Sgherri, A. Venturini (10’ st Corridori), Darini, L. Venturini, Ciavattini, Berardi, Puccini, Sabatini (35’ st Boni), Gamberoni, Stringardi (25’ Brasini). A disposizione: Cavallo, Bini, Brasini, Boni, Corridori, Petroselli. All. Boni-Darini.
ARBITRO: Bossone di Firenze.
RETE: 5’ st Burioni.
NOTE: espulsi Esposito al 20’ st per doppia ammonizione e Gamberoni al 30’ st per comportamento non regolamentare.
Il Ribolla chiude l’anno al secondo posto solitario, grazie alla vittoria di misura (1-0) contro la Maglianese. Nel primo tempo, i locali, abbastanza rimaneggiati, non riescono a creare grandi occasioni, con la Maglianese che controlla con ordine. La ripresa si apre con il gol partita di Burioni, che approfitta della sponda aerea di Magnani per scaricare alle spalle dell’incolpevole Cucca. I giallorossi provano a reagire soprattutto nei dieci minuti di superiorità numerica, ma il Ribolla conserva il prezioso risultato fino al fischio finale
VALDARBIA – CALDANA 2 – 0
VALDARBIA: Neri, Pittalis, Minucci, Andriolo, Corti, Bonadonna (81′ Prugnoli), Terzuoli (68′ Donatelli), Pellegrini, Acerra, Meconcelli, Corbelli. A disposizione: Pistolesi, Vannini, Pierangioli, Venuto, Mangeschi. Allenatore: Magneschi
CALDANA: Berti, Casaccia, Creatini (70′ Voddo), Vecci (80′ Gryka), Zurlo, Tosi, Giorgetti (82′ Gualtieri), Filippini, Masiello, Felici, Rotelli. A disposizione: Albonetti, Di Fiore, Paumgardhen. Allenatore: Ruggieri
ARBITRO: Magherini di Prato
RETI: 3′ Meconcelli, 39′ Acerra
NOTE Espulso Tosi
VIRTUS CHIANCIANO – BADESSE 0 – 1
VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Fucelli (47′ Marchetti), Riccio, Barbetti, Daviddi (80′ Landi), Fei, Esposito, Menconi, Rosadini, Lodi, Bernetti. A disp: Rossi, Benicchi, Fallerini, Cozzi Lepri, Autolitano. All. Ferraro.
BADESSE: Giannerini, Bozzi, Sardelli, Barbi Daniel, Landolfi, Chellini, Di Cicco, Giacopelli, Polloni, Pecchi, Giotti (70′ Barbi David). A disp: Bianciardi, Romeo, Mascarbruno, Certosini, Zacchia, Dezi. All. Fusci.
ARBITRO: Martire di Grosseto.
RETI: 40′ Pecchi (Rig.)
FOLLONICA – MONTEROTONDO 0 – 1
FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Bucchioni, Batistoni (33’ st Garofalo), Tocchi, Errico, Vecce (44’ st Caratelli), Bientinesi (24’ st Bruni), Monterisi, Duranti, Corrado. A disposizione: Tinervia, Caratelli, Gori, Garofalo, Zinali, Bruni, Cantini. All. Ballerini.
MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini, Neri, Ciaravolo, Gragnani, Toscanelli (44’ st Castellani), Flori (17’ st Cascinelli), Vezzi, Khouribech, Bencini, Civitillo (20’ st Hajjaj). A disposizione: Quadelli, Barsacchi, Hajjaj, Castellani, Cascinelli, Perciavalle. All. Cavaglioni.
ARBITRO: Cuppone di Pisa.
RETE: 41’ (rig.) Khouribech.
Il Monterotondo si aggiudica il derby maremmano del girone D in trasferta (0-1 il finale), grazie al rigore nel finale del primo tempo messo a segno da Khouribech; una gara correttissima con neppure un ammonitoIl Follonica, così, non riesce a sbloccarsi e la vittoria per la squadra del Golfo manca ora da più di un mese, con la situazione in classifica che, conseguentemente, inizia a farsi preoccupante. Di contro, il team di Cavaglioni centra il riscatto dopo due sconfitte consecutive, riproponendo la propria candidatura in chiave playoff.
La gara è stata molto tattica, con poche occasioni visto il buon impianto tattico messo in mostra da entrambe le squadre. Più vivace il Follonica nelle prime battute, grazie alla propria coppia di attaccanti Monterisi e Corrado: il primo chiama Bugelli all’intervento, mentre il secondo scheggia il palo con un bel tiro da dentro l’area.
Contenuta la fiammata dei locali, il Monterotondo inizia ad alzare il baricentro della squadra, fino all’episodio del 41’ che decide il match: mischia furibonda in area locale, con la palla che satte sul braccio del difensore Errico. L’arbitro Cuppone decreta la massima punizione, con Khouribech che trasforma il penalty.
Il gol, arrivato a pochi minuti dall’intervallo, ha l’effetto di una mazzata sulla giovane truppa di Ballerini, tra l’altro ex mister rossoverde, e infatti nella ripresa il Follonica non riesce a costruire azioni di rilievo. Il Monterotondo, invece, gestisce il vantaggio e porta a casa un successo pesantissimo.

4 Comments
  1. Argentario 6 anni ago
    Reply

    Argentario rullo compressore!! 13 punti in 5 partite/ 9 gol fatti 1 subito

  2. Cillo 6 anni ago
    Reply

    Grande Argentario…..e soprattutto grande festa del 50esimo anno di vita un grazie particolare alla società che ci ha fatto vivere un altra giornata indimenticabile nella storia dell’ARGENTARIO….e grazie a tutti quelli che anno partecipato e un grazie grande grande a tutti quei giocatori che non sono di Porto Santo Stefano…..ma che hanno indossato questa maglia…amandola come la amiamo noi di Santo Stefano….FORZA ARGENTARIO…..e la storia continua……

    • il professore di italiano 6 anni ago
      Reply

      Hanno….ci vuole l’h ….la mutina….

      • Yuri Galgani 6 anni ago
        Reply

        Professore,
        però i puntini di sospensione devono essere sempre, solo e soltanto tre! … 😉 🙂
        Evidentemente a te piace abbondare! 🙂 🙂 🙂

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW